Google, gigante che non dorme mai

Tra acquisizione di YouTube, pagine personalizzate per i portali destinati alle aziende, mappe storiche su Google Earth, a Mountain View non si riposa mai. Tanto più ora che l'Iran s'offende per Google Video e dichiara: Google deludente

Mountain View - La forza di un'azienda di successo sta nella sua capacità costante di innovare e offrire possibilità sempre nuove agli utenti: questa è la filosofia di Google, eterno protagonista delle cronache di settore tra tecnologia, società, ma anche geografia e geopolitica. Questa volta, tra nuove iniziative dal lato prettamente enterprise, database storici aggiunti al mondo virtuale di Google Earth e quello che si prospetta come un piccolo incidente telematico-diplomatico con un paese dai rapporti difficili con gli Stati Uniti, di carne al fuoco ce n'è davvero tanta.

YouTube e finanza
Prima di tutto la contabilità: essendo uno dei brand più in vista a livello internazionale (come la Coca-Cola o la Nike, tanto per intendersi), fare i conti in tasca a Google è un esercizio diffuso e ben consolidato. Nella fattispecie, si ritorna a parlare della storica acquisizione di YouTube: come riporta BetaNews, la chiusura della transizione ha fatto registrare un costo definitivo di 1,775 miliardi di dollari, ben oltre il prezzo inizialmente annunciato di 1,65 miliardi.

La cifra è stata calcolata sulla media dei valori raggiunti dai titoli azionari di BigG nei 30 giorni che sono stati necessari, fino al 9 novembre scorso, per concludere l'accordo. Per quanto Eric Schmidt, il CEO di Google, continui a dichiararsi entusiasta per l'affare, assimilare YouTube si sta dimostrando più difficoltoso del previsto: la società ha recentemente messo le mani avanti sulla possibilità, tutt'altro che teorica, di dover affrontare squadre di agguerriti legali desiderosi di far valere i diritti per gli spezzoni video inseriti dagli utenti sul portale sociale.
I nuovi Google Apps
Pur tuttavia, la ricerca e lo sviluppo di nuovi servizi vanno avanti: Google Apps per il Tuo Dominio, l'insieme di strumenti di comunicazione e produttività che Google offre alle aziende che ne fanno richiesta, offrirà a breve la possibilità di personalizzare i contenuti da visualizzare.

Attualmente, il servizio mette a disposizione alcune tra le web-utility più famose sviluppate dall'azienda ovvero Gmail, Google Calendar, l'instant messaging di Google Talk e l'editor di pagine web di tipo WYSISYG Google Page Creator. Proprio come la possibilità già offerta agli utenti di personalizzare la home di Google, Google Apps per il Tuo Dominio permetterà ora alle aziende di aggiungere a piacere i contenuti maggiormente funzionali alle proprie attività, scelti tra le migliaia di Google Gadget disponibili e i feed RSS/Atom desiderati.

L'azienda dichiara che Google Apps, dal momento del lancio avvenuto lo scorso agosto, ha generato uno "straordinario interesse" da parte di individui, università e società di piccole e grandi dimensioni, riportando come esempi significativi l'adozione della web-facility da parte dell'Università Statale dell'Arizona e dell'importante ISP argentino Clarin.

In virtù di questo successo, non è escluso che in futuro vengano aggiunti ulteriori servizi a Google Apps: ideale, in un'ottica di tipo prettamente aziendale/gestionale, sarebbe l'integrazione della neonata web-suite da ufficio Google Docs & Spreadsheets.

Gli analisti di settore, ad ogni modo, non vedono roseo come BigG: come riporta Newsfactor, la gestione dei mail server e dei dati aziendali basati su server locali, offre possibilità aggiuntive di protezione e backup dei dati che la natura web di Google Apps non permette, ma che sono sempre più considerate di vitale importanza per le società. Senza contare il fatto che, nonostante il servizio sia attualmente gratuito per tutti, Google ha annunciato un piano per rilasciare una versione Premium a pagamento basata su esigenze particolari in un futuro non meglio definito.

Sebbene le aziende di piccole dimensioni siano probabilmente molto ben disposte a lasciar gestire le problematiche lato server a terze parti, l'outsourcing di una parte così importante delle infrastrutture non è vista di buon occhio da molti per via degli inevitabili problemi di sicurezza e riservatezza che la cosa comporta.

Non bastasse, Google rimane prevalentemente un motore di ricerca che basa i propri utili sull'advertising contestuale, e le recenti mosse in fatto di software di produttività (come il già citato Google Docs & Spreadsheets) permetteranno indubbiamente di "raccogliere informazioni preziose sui consumatori e vendere pubblicità in maniera più intelligente", stando a quanto dichiara Nauman Haque, analista di Info-Tech. "Dal mio punto di vista - spiega - se l'obiettivo finale è diventare una software house, c'è ancora parecchia strada da fare".
26 Commenti alla Notizia Google, gigante che non dorme mai
Ordina
  • Mi spiegate come si vedono?

    Ho aggiornato all'ultima versione, ho spulciato ogni menu, ma proprio non riesco a capire come fare...
  • Devi impostare la lingua in inglese nella finestra delle preferenze; dopodiché riavvii G.E. e trovi le mappe nel layer "Featured Content"

    Emanuele
    non+autenticato
  • Mannaggia, mannaggia, la versione per Mac non permette di impostare la lingua...

    Comunque grazie, almeno so di non essere cieco!
  • produce aria fritta (picasa, google pack) anni luce indietro ai prodotti della concorrenza; offre servizi web basati su ajax e quindi la privacy fa a farsi benedire (sfido chiunque ad usare word & spredsheet per organizzare i propri soldi o calendar per le proprie attività lavorative). Tra l'altro sono prodotti alquanto carenti in quanto a funzionalità.

    Google checkout? un buco nell'acqua, tanto che doveva essere l'anti paypal ed invece non se ne sa più nulla!

    Firefox? discreto, se non fosse che ha dei bacherozzi che saltano fuori ogni giorno.

    insomma, escluso il search engine, di google non salvo proprio nulla. Presumibilmente i casi worldcom, enron e parmalat non hanno insegnato nulla.

    L'alleanza con sun, apple, intel ed nvidia non servirà a nulla al sig. schmidt. Ha preso le sberle 10 anni fa con netscape...prenderà da zio bill gli stessi "schiaffoni" 10 anni dopo.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > produce aria fritta (picasa, google pack) anni
    > luce indietro ai prodotti della concorrenza;
    > offre servizi web basati su ajax e quindi la
    > privacy fa a farsi benedire (sfido chiunque ad
    > usare word & spredsheet per organizzare i propri
    > soldi o calendar per le proprie attività
    > lavorative). Tra l'altro sono prodotti alquanto
    > carenti in quanto a
    > funzionalità.
    >
    > Google checkout? un buco nell'acqua, tanto che
    > doveva essere l'anti paypal ed invece non se ne
    > sa più
    > nulla!
    >
    > Firefox? discreto, se non fosse che ha dei
    > bacherozzi che saltano fuori ogni
    > giorno.
    >
    > insomma, escluso il search engine, di google non
    > salvo proprio nulla. Presumibilmente i casi
    > worldcom, enron e parmalat non hanno insegnato
    > nulla.
    >
    > L'alleanza con sun, apple, intel ed nvidia non
    > servirà a nulla al sig. schmidt. Ha preso le
    > sberle 10 anni fa con netscape...prenderà da zio
    > bill gli stessi "schiaffoni" 10 anni
    > dopo.

    Da' aria fritta come un qualsiasi servizio. Tanto quanto una bella prostituta, che con 500 euro ti fa di tutto e tu mi vieni a dire che non ti ha dato nulla, che e' aria fritta solo perche' con quei 500 euro ti ha dato solo sesso, ma non amore. Si' se per questa aria fritta, allora si' hai ragione.
    non+autenticato
  • A parte le tante cavolate dette, ma firefox cosa centra? giusto per sputare su un prodotto non a pagamento?
    Resta su MSN search e usa solo IE, te lo meriti Sorride
    non+autenticato
  • ... Secondo me!
    Google, più passa il tempo, più spiana la strada per novelli e discutibili webmaster. Tutti questi tools preconfezionati li odio! Si toglie a molti la volontà di scoprire le potenzialità dei CSS, del Java, dei databases, PHP, ecc.
    non+autenticato
  • Mi sono dimenticato di mettere OT davanti al titolo.
    Scusate!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ... Secondo me!
    > Google, più passa il tempo, più spiana la strada
    > per novelli e discutibili webmaster. Tutti questi
    > tools preconfezionati li odio! Si toglie a molti
    > la volontà di scoprire le potenzialità dei CSS,
    > del Java, dei databases, PHP,
    > ecc.

    E dove starebbe il problema?
    Concorrenza?

    Anche i lingueggi di programmazione evoluti non sono piu' come l'assembly...
    Oppure anche le suite Visual(quello che vuoi) semplificano la vita.

    Chi è capace davvero resterà sempre sopra i principianti che usano solo tools preconfezionati

    non+autenticato

  • > Chi è capace davvero resterà sempre sopra i
    > principianti che usano solo tools
    > preconfezionati
    >
    Concordo! Ma cosa ci aspetta in futuro? Una massa di scopiazzatori di codici fatti da altri? La scuola, quindi, la farà Google?
    non+autenticato
  • Il computing e l'informazione si sposta dal desktop degli utenti alla rete.
    Non sono più importanti i documenti in formato .doc che la gente genera e tiene sul proprio PC per cui necessita di un Winzozz e un MSOffiz, ma quello che la gente ha da dire e da mostrare al mondo su Internet.

    Google da prima ha permesso a tutti di trovare tutto tramite i suoi motori di ricerca, oggi permette di comunicare (mail, chat, ecc.), di organizzare la propria vita (calendar e utility varie), di guadagnare (adwords e pubblicità), e di poter dire e mostrare le proprie idee (blogspot, youtube).

    Micro$oft non è riuscita a cogliere questa differenza e continua a voler vendere qualcosa a qualcuno.
    Micro$oft è in declino e la sua popolarità è ai minimi storici.
    Gli affari di M$ vanno avanti a forza di monopolio, lobbying, forzature e atti illeciti.

    Stanno vincendo Linux e Google perché fanno sentire gli individui partecipi del processo di modernizzazione e comunicazione. Il sistema operativo e i software liberi sono nostri, e il web è nostro al nostro servizio.

    La filosofia di M$ è quella del commercio tradizionale, del volerti vendere qualcosa a tutti i costi e sempre in nuova versione ogni tot anni.
    Quelli M$ sono meri prodotti commerciali, quelli Google e le community del software libero sono vere e proprie comunità virtuali e i prodotti un po' nostri e che ci fanno partecipi dell'era dell'informazione.

    non+autenticato
  • Non sapete proprio come sfogarvi davanti alle frustrazioni quotidiane causate da righe e righe di comando per aprire un file di testo.. o dall'installazione anche del programmino più stupido che richiede l'installazione a sua volta di altri 5 componenti che però non funzionano se non ricompili il kernel..Sorride

    windows è facile, veloce, immediato e sopratutto rappresenta lo standard!
    Google credi che abbia avuto il successo che ha avuto per gli utenti linux? I vari applicativi che google ha distributo sono per linux? Picasa, google earth, google desktop?

    Secondo me è la comunità linux che rode..Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non sapete proprio come sfogarvi davanti alle
    > frustrazioni quotidiane causate da righe e righe
    > di comando per aprire un file di testo.. o
    > dall'installazione anche del programmino più
    > stupido che richiede l'installazione a sua volta
    > di altri 5 componenti che però non funzionano se
    > non ricompili il kernel..
    >Sorride

    Che? Ma quando dieci anni fa?
    Oggi installare software su Linux è più immediato e più facile che su Winzozz. E ti svelerò un segreto, non devi comprarlo e sei in regola con la legge.

    > windows è facile, veloce, immediato e sopratutto
    > rappresenta lo
    > standard!

    Standard di che?
    I protocolli di comunicazione e i formati su cui si basa internet li hanno inventati su Unix e sono anche su Linux, quelli sono gli standard non i .doc che ti rendono schiavo dei prodotti Microslave.

    > Secondo me è la comunità linux che rode..Sorride

    Io godo davanti alla mia Edgy che ha funzionato al primo colpo sul mio portatile Dell e supporta tutto compreso uno strano lettore di SD/MMC connesso direttamente al bus PCI.

    E godo davanti agli ottimi programmi per fare tutto quello che voglio che ho trovato già installati o che scarico dai repository con un solo click.

    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > E godo davanti agli ottimi programmi per fare
    > tutto quello che voglio che ho trovato già
    > installati o che scarico dai repository con un
    > solo
    > click.

    Uh... questa frase mi ricorda qualcosa...
    memorie di pinguini starnazzanti contro le preinstallazioni e le interfacce troppo facili
    uh... com'è facile perdere coerenza in questo mondo.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:

    > > E godo davanti agli ottimi programmi per fare
    > > tutto quello che voglio che ho trovato già
    > > installati o che scarico dai repository con un
    > > solo click.

    > Uh... questa frase mi ricorda qualcosa...

    Probabilmente e' un tuo delirio

    > memorie di pinguini starnazzanti contro le
    > preinstallazioni

    Infatti installi solo quello che ti interessa.

    > e le interfacce troppo facili

    No, contro le interfacce che impediscono di usare le cose che mascherano, non e' questo il caso.

    > uh... com'è facile perdere coerenza in questo
    > mondo.

    Mha, forse per te.
    O piu' semplicemente non hai capito nulla e trolli.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > - Scritto da:
    >
    > > > E godo davanti agli ottimi programmi per fare
    > > > tutto quello che voglio che ho trovato già
    > > > installati o che scarico dai repository con un
    > > > solo click.
    >
    > > Uh... questa frase mi ricorda qualcosa...
    >
    > Probabilmente e' un tuo delirio

    sicuramente sei un maleducato impertinente.

    > > memorie di pinguini starnazzanti contro le
    > > preinstallazioni
    >
    > Infatti installi solo quello che ti interessa.

    infatti hai scritto "tutto quello che voglio che ho trovato già installati"


    > > e le interfacce troppo facili
    >
    > No, contro le interfacce che impediscono di usare
    > le cose che mascherano, non e' questo il
    > caso.

    Tutto da dimostrare.
    Sia che sotto Linux non è così sia che sotto Windows sia così.

    > > uh... com'è facile perdere coerenza in questo
    > > mondo.
    >
    > Mha, forse per te.
    > O piu' semplicemente non hai capito nulla

    no infatti


    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > > > > E godo davanti agli ottimi programmi
    > > > > per fare tutto quello che voglio che
    > > > > ho trovato già installati o che scarico
    > > > > dai repository con un solo click.
    > > > Uh... questa frase mi ricorda qualcosa...
    > > Probabilmente e' un tuo delirio

    > sicuramente sei un maleducato impertinente.

    Sicuramente...

    > > > memorie di pinguini starnazzanti contro le
    > > > preinstallazioni
    > > Infatti installi solo quello che ti
    > > interessa.

    > infatti hai scritto "tutto quello che
    > voglio che ho trovato già installati
    "

    Probabilmente sei uno dei pochi che usa ESATTAMENTE solo quello che trova preinstallato... Complimenti sei fortunato.

    > > > e le interfacce troppo facili
    > > No, contro le interfacce che impediscono
    > > di usare le cose che mascherano, non e'
    > > questo il caso.

    > Tutto da dimostrare.

    Da dimostrare che sia contro le interfacce troppo facili o contro le interfacce che impediscono di usare le cose che mascherano ?

    > Sia che sotto Linux non è così sia che sotto
    > Windows sia così.

    Parliamone vedendo i 2 casi, aggiungiamo pure mac OsX !

    > > > uh... com'è facile perdere coerenza in
    > > > questo mondo.
    > > Mha, forse per te.
    > > O piu' semplicemente non hai capito nulla
    > no infatti

    ParliamoneSorride   
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > > sicuramente sei un maleducato impertinente.
    >
    > Sicuramente...

    non c'è bisogno di conferme.

    > > > > memorie di pinguini starnazzanti contro le
    > > > > preinstallazioni
    > > > Infatti installi solo quello che ti
    > > > interessa.
    >
    > > infatti hai scritto "tutto quello che
    > > voglio che ho trovato già installati
    "
    >
    > Probabilmente sei uno dei pochi che usa
    > ESATTAMENTE solo quello che trova
    > preinstallato... Complimenti sei
    > fortunato.

    non capisci l'italiano?
    Tu scrivi:
    "tutto quello che voglio che ho trovato già installati" poi, dopo 10 minuti, "Infatti installi solo quello che ti interessa".

    deciditi: o trovi tutto installato o installi solo quello che ti interessa.

    > Da dimostrare che sia contro le interfacce troppo
    > facili o contro le interfacce che impediscono di
    > usare le cose che mascherano
    > ?

    da dimostrare che le interfacce di programmi come firefox siano diverse sotto windows e linux, *PER ESEMPIO*

    non+autenticato
  • Godi anche davanti al fatto che non puoi usare nulla di veramente professionale? Tipo la suite adobe per intenderci (e non mi riferisco ai pdf..)

    E godi anche per aver pagato windows visto che hai comprato il pc dell?Sorride
    Anzi, forse godi di più perchè, l'hai comprato, disinstallato per installarci su ubuntu..Sorride))
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Godi anche davanti al fatto che non puoi usare
    > nulla di veramente professionale? Tipo la suite
    > adobe per intenderci (e non mi riferisco ai
    > pdf..)

    Quello che c'è copre tutte le mie necessità sia a casa che nel mio lavoro.
    Ringrazio sempre il giorno in cui ho visitato il LUG che mi ha fatto conoscere questo sistema operativo.

    > E godi anche per aver pagato windows visto che
    > hai comprato il pc dell?
    >Sorride
    > Anzi, forse godi di più perchè, l'hai comprato,
    > disinstallato per installarci su ubuntu..
    >Sorride))

    Ho rivenduto la licenza e ci ho ripreso i soldi.
    La Kubuntu Edgy è andata su tranquilla ed ho un ambiente molto più completo di quello che c'era in quello schifo di windows.
    L'interfaccia è più potente e le periferiche USB come la webcam e i lettori di memorie funzionano meglio.

    non+autenticato
  • Funzionano addirittura meglio?? E' una novità questa per linux..

    Tu pensa invece che io ho dovuto rovistare per internet settimane prima di trovare uno schifo di pseudodriver claudicante per far riconoscere ad ubuntu la mia stampante HP..
    si, ho detto proprio HP, modello di 2 anni fa..

    E pensa un pò, sotto ubuntu la mia scheda tv funziona così bene che non riesco a vedere neanche un canale...

    Ma non è finita.. la mia tavoletta grafica funzionava così bene, ma così bene che neanche veniva riconosciuta..

    Però certo, dai repository con un click mi posso scaricare un simil-office, un simil-tetris, un simil-premiere, a no.. quest'ultimo non ce l'hanno...

    Perchè uno si deve accontentare di sti surrogati solo per fare l'alternativo..

    Secondo te, rivendendo la licenza di windows, ci hai recuperato tutti i soldi spesi? Rifletti!!!
    non+autenticato
  • Sorry, errore di distrazione fuCon la lingua fuori