Xeon ora viaggia a 800 MHz

Il nuovo processore, dedicato a workstation e server, è il primo nella famiglia Xeon ad adottare un cuore Coppermine. Ma c'è chi sbadiglia quando lo vede

Santa Clara (USA) - Anche la famiglia di processori di fascia alta Intel Xeon arriva alla rispettabile frequenza di 800 MHz, un passaggio che è stato possibile grazie all'adozione della tecnologia produttiva Coppermine già implementata nei Pentium III.

La CPU, dedicata a workstation e server a singolo o doppio processore, è equipaggiata con 256 KB di cache L1 ed adotta un nuovo package chiamato SE330 da 330 pin che va a sostituire il SECC2 (che rimarrà in vita nei modelli per 16 e 64 vie).

Lo Xeon ad 800 MHz dovrebbe avvantaggiarsi del basso ingombro verticale del suo nuovo package per poter essere montati senza difficoltà anche all'interno dei server più compatti, come quelli impilabili. Il chip, già in produzione, costerà 901 dollari per 1000 unità.
Pur essendo quello che si può definire un "prodotto di punta" sono molti gli esperti consultati dalle agenzie americane sul nuovo lancio che ritengono poco probabile un grande successo di mercato degli Xeon. E questo sia per il deludente risultato dei processori Xeon precedenti, sia per l'avanzare di sistemi alternativi ai "costosi Intel".