Un altro sito truffa sui cellulari

Ancora una volta uno spazio web realizzato con due lire e con molti errori tenta di truffare gli utenti di telefonia mobile. Tirati dentro a sproposito Banca Sella, Lycos, Cisco Systems, gli operatori mobili e chi più ne ha più ne metta

Un altro sito truffa sui cellulariRoma - Ci risiamo, ancora una volta un sito ospitato su uno spazio gratuito prova ad ingannare gli utenti e a farsi consegnare il loro numero di carta di credito. E ancora una volta, come in altri casi individuati da Punto Informatico insieme ai propri lettori, il mezzo utilizzato, l'esca, sono le ricariche per i cellulari.

Il sito si chiama ShockTrust ed è almeno in parte ospitato dal provider di hosting gratuito 150m.com che consente facilmente e con pochi clic pressoché a chiunque di creare uno spazio web.

Sebbene il sito appaia di incerta fattura, il richiamo insistente all'utilizzo di sistemi transattivi di Banca Sella - tirata in ballo a sproposito così come altre aziende richiamate in bannerini e loghi non linkati - e la "sirena" della possibilità di ricaricare il proprio cellulare a metà prezzo rischiano di far cadere molti nella trappola. Scopo evidente degli autori del sito-truffa, infatti, è appropriarsi di numeri e dati di carte di credito, per abusarne evidentemente in seguito.
"E' un'offerta - recita la home page del sito - proposta in collaborazione con i gestori di telefonia mobile italiana valida fino al 15/07/2002 - Le ricariche, se effettuate con carta di credito (transazione sicura) verranno effettuate entro e non oltre 15minuti dall'invio della richiesta - 24ore su 24, 7 giorni su 7!".

Dichiarazioni che non hanno naturalmente alcuna base di verità. Gli operatori dei Call Center di TIM e Vodafone Omnitel, contattati da Punto Informatico, confermano di non saperne nulla e consigliano di diffidare da qualsiasi servizio di ricarica che non sia proposto direttamente dai propri siti istituzionali.

Da segnalare che, al contrario di quanto accaduto in passato, per esempio con il celebre caso di internetflat.net, questo nuovo sito truffa è costruito sfruttando pagine che si compongono su server diversi.

Se la home page si trova sui server di 150.com, così come la pagina dei contatti, la pagina dove viene eseguita la falsa transazione si trova su FreeCGI.com. Una volta inseriti tutti i propri dati nel form proposto dal sito, inoltre, un avviso avverte che tutte le informazioni verranno inviate all'indirizzo email "amministrazioneaz@lycos.com". Il tutto sotto un grande banner "SELLA.it - Banca online".

Una volta cliccato su "send information" l'utente si ritrova con l'avviso che segue, riprodotto così com'è, con i suoi errori di battitura:

"Transazione ricevuta con successo, nei prossimi sarà effettuata la ricarica sul numero indicato previa verifica dei dati inviati!
Grazie per aver scelto ShockTrust Corpoation in collaborazione con Bnaca Sella!"

Inutile dire che in tutta la fase transattiva si fa riferimento al protocollo di sicurezza SSL ma che dell'uso dello stesso non vi è alcuna traccia....
41 Commenti alla Notizia Un altro sito truffa sui cellulari
Ordina
  • :@ Un sito dove a preso tutti in rete e dopo sono spariti tutti. Che truffa!
    Fare iscrivere delle persone per poi rubarli dei bei soldini.
    Tutto per avere un misero cellulare pagando in anticipo!!???!! e poi via con la truffa...
    Che Bastardi-----winnninglist-----
    non+autenticato
  • http://shocktrust.150m.com/ricarica.html , manco i soldi per un dominio vero , in testa alla pagina

    Connesso con 212.210.166.90 - sella.it

    sessione dos , ping di 212.210.166.90 , richiesta scaduta............ almeno potevano mettere un activeX pseudocasuale per modificare a caxxo l'ultimo numero, e poi che gliene frega a chi vuol ricaricare sapere esattamente dove si connette, e come fa ad essere gia' connesso se la transazione SSL non e' ancora iniziata? Non siamo nemmeno piu' buoni a simulare neanche con una parvenza di serieta'Triste
    non+autenticato
  • Eheheh... una vera truffa in stile Totò e Peppino:
    "Transazione ricevuta con successo, nei prossimi sarà effettuata la ricarica sul numero indicato previa verifica dei dati inviati!
    Grazie per aver scelto ShockTrust Corpoation in collaborazione con Bnaca Sella!"

    Altro che errori di ortografia! Questo significa pararsi anzitempo il sedere in sede giudiziaria!
    Se quanto scritto fa fede, non viene nominata Banca Sella (Bnaca Sella non è la stessa cosa) e non viene neanche specificato un periodo entro il quale verrà fatta la transazione (nei prossimi cosa? minuti, giorni, mesi, anni???).

    Come dire, proprio dei gran para... Sorride
    non+autenticato
  • Non hai visto il sito
    non+autenticato

  • La perversione nella realizzazione e gestione di questi siti non può che avere origini nei meandri della mentalità dei soliti immoralissimi pirati haker seguaci della chiesa del sorcio sbuzato dello stallato.
    Ed è proprio vero ... fino a che tutti questi sedicenti pirati hacker non sarà inibita la capacità di operare avremo sempre questo tipo di truffe che iretiranno qualche onesto navigatore della rete.
    E' per questo che tali ceffi equivochi, che nella loro illusione si dichiarano falsamente e ipocritamente "difensori della libertà di parola" (promuovendo invece anche e soprattutto il traffico di informazioni altamente immorali) e "difensori del mercato" (che invece osteggiano promuovendo l'accesso gratuito a tutti alle informazioni, facendolo in questo modo invece collassare), andrebbero al più presto, loro e i loro sorci, schiacciati senza pietà e senza appello.

    E' per questo che chi pubblica informazioni e chi opera i siti (anche quelli microscopici) bisogna che appartenga ad un albo che ne garantistica la rettitudine morale e la giusta preparazione tecnica.
    Naturalmente, chi non è in possesso di una laurea (meglio se di 5 anni e di provenienza tecnico/informatica) non potrà iscriversi a nessun albo a meno che oggi non stia già lavorando in questo settore (questo -in via del tutto eccezionale e magnanima- per non levargli la pagnotta di bocca).
    Tutti gli altri, se presi in flagranza di reato di pubblicazione/gestione sito, bisogna che siano puniti con reati quali stampa clandestina ed associazione a delinquere (a seconda che pubblichino o gestiscano siti dubbi).

    In questo modo potrà essere facilmente ripristinata la moralità ed eliminato queste attività delinquenziali dalla faccia del pianeta.
    non+autenticato
  • Non per fare il pignolo, non per banalizzare l'intervento, ma hacker si scrive, appunto, col ck Occhiolino))))
    Baci.
    Marco
    P.S.: Non massacratelo, non sa quello che dice...
    non+autenticato
  • > P.S.: Non massacratelo, non sa quello che
    > dice...

    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Hai proprio ragione
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • mai sentite tante idiozie penso anche io che il sole faccia male
    non+autenticato
  • ma cosa ti sei fumato?
    non+autenticato


  • - Scritto da: zop
    [dignitoso cut]


    lo so che volevi essere ironico e provocatorio...ma forse e' meglio se vai a zappare la terra.

    regards,

    non+autenticato
  • TROLL bellissimo!! Ciao
    non+autenticato
  • TIPICO DISCORSO DA PERBENISTA CHE NON SA UN BENEMERITO C... E APRE BOCCA A SPROPOSITO
    non+autenticato

  • Zop lascia stare internet
    e torna a leggerti topolino..
    Hai scritto solo un mare di caxxate..

    non+autenticato
  • Ma siete cosi' prigionieri del vostro bel computerino da non capire che evidentemente zop stava facendo dell'ironia ?? Non ho parole.
    PD
    non+autenticato
  • ma che ironia.
    Zop e' un demente galattico che gia' in altre circostanza ha dato prova della sua demenza:

    http://www.puntoinformatico.org/pol.asp?mid=211166...

    E' un troll, pazzo, patetico, e ignorante......parla senza sapere NULLA di quello che dice.

    prende in ballo l'OpenSource senza averne mai visto nulla, oppure NON essendo mai riuscito a configurare linux ha iniziato a pensare di infamare tutti quelli con un minimo di sale in zucca che ragionano su quello che fanno, a differenza di lui che punta e clicka e aspetta che "mamma M$" gli dica cosa deve fare, perche' lui ha gli occhi talmente foderati di prosciutto da non vedere oltre.
    Insomma, NON arrivandoci di testa sua, pensa che offendendo o combattendo chi piu' intelligente di lui possa risolvere il suo problema esistenziale.

    ZOP....torna ai tuoi campi di patate, che a te avere un mouse in mano ti fa male......bye
    non+autenticato
  • "20 Meg Limit Exceeded!
    This site has exceeded its limit of 20 MB of transfer per day. The account can be upgraded to a paid account to increase the transfer limit to 3 Gigs of transfer per month in your 150m.com user tools section."
    Insomma basta andarci un po' ke non funziona +... questi novelli geni del crimine evidentemente non l'avevano considerato!...
    non+autenticato
  • Beh di certo non avevano considerato che PI ci scriveva un articolo sopra e ci portava centinaie di persone indegnate a limitargli la banda.



    - Scritto da: Max Murdock
    > "20 Meg Limit Exceeded!
    > This site has exceeded its limit of 20 MB of
    > transfer per day. The account can be
    > upgraded to a paid account to increase the
    > transfer limit to 3 Gigs of transfer per
    > month in your 150m.com user tools section."
    > Insomma basta andarci un po' ke non funziona
    > +... questi novelli geni del crimine
    > evidentemente non l'avevano considerato!...
    non+autenticato
  • Il sito risulta offline perchè,letto l'articolo, ha provato ad allertare la gdf, con scarso successo, e ho quindi avvisato direttamente
    gli stessi provider di hosting (uno americano e l'altro israeliano) che qualcuno stava usando i loro servizi a scopo illecito. A quel punto, i responsabili hanno provveduto a "disabilitare" temporaneamente l'utente in questione (anche perchè probabilmente qualcun altro gli ha segnalato il problema).
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)