Google Book Search scarta Adobe

Il motore di ricerca per libri di Google adesso dispone anche di un tool di lettura proprietario; Adobe Acrobat Reader rimane ma serve davvero solo per la stampa e il download dei testi

Mountain View - Google ha deciso di spernacchiare Adobe, rendendo disponibile un nuovo tool per il servizio Book Search che permette di leggere più comodamente i libri digitalizzati e che non richiede software Adobe.

Si tratta di una soluzione online che non ha bisogno di alcuna istallazione o scaricamento di file. Il motore di ricerca per libri, che tanto ha fatto discutere per questioni di copyright e che contemporaneamente ha ricevuto gli elogi dI alcuni importanti editori, è diventato maggiormente user-friendly.

I file dei libri in formato Adobe Acrobat sono ancora disponibili, ma ormai questa sembra essere un'opzione più che un obbligo per l'accesso alla lettura. Il reader di Google è nettamente più veloce e usabile: le pagine dei libri vengono visualizzare immediatamente e, rispetto a quelle Adobe, godono di un dettaglio superiore.
Il servizio di BigGLo scrolling può essere effettuato sia tramite una classica barra di scorrimento verticale, che utilizzando due comodi tasti per l'Avanti/Indietro. Non mancano le funzioni di zoom, con otto livelli, e l'opzione di visualizzazione a pagina intera.

L'interfaccia è in stile minimalista: la parte alta della pagina web è occupata dalla stringa testuale di ricerca del servizio; nella zona centrale si sviluppa verticalmente il testo; nella colonna di destra sono presenti tutti i link alle varie funzioni e informazioni. Con un solo click del mouse, quindi, si può accedere all'indice o ai dati sul copyright del libro visualizzato. Ma, volendo, si può procedere anche all'acquisto sulle librerie online segnalate.

Non manca apparentemente alcuna funzione se non quella di stampa, che è possibile solo ed esclusivamente con l'ausilio del vecchio Adobe Acrobat Reader.

Dario d'Elia
51 Commenti alla Notizia Google Book Search scarta Adobe
Ordina
  • Google dice di usare linux ma non da nulla
    in termine di codice sorgente alla comunità a parte qualche cagatina quà e là.
    bisogna dire basta a questa società arraffona
    e spingere gli utenti verso un motore di ricerca socialmente equo.
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Google dice di usare linux ma non da nulla
    > in termine di codice sorgente alla comunità a
    > parte qualche cagatina quà e
    > là.
    > bisogna dire basta a questa società arraffona
    > e spingere gli utenti verso un motore di ricerca
    > socialmente equo.

    Ok, aprilo, aspettiamo il link...
    non+autenticato
  • dai il buon esempio e precedila...
    non+autenticato
  • YEAHHHHH FicosoFicosoFicosoIndiavolatoIndiavolatoIndiavolatoA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Informati prima di parlare:

    http://code.google.com/soc/

    non+autenticato
  • Sono tutti bravi a sovvenzionare progetti open source sopratutto quando il benefattore ha un pacco di soldi.
    google non produce nulla di open source
    regala soltanto il servizio....
    non+autenticato
  • > google non produce nulla di open source
    > regala soltanto il servizio....

    http://code.google.com/webtoolkit/
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > http://code.google.com/webtoolkit/


    ecco appunto di sta roba mi ci pulisco il culo
    :D
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Google dice di usare linux ma non da nulla
    > in termine di codice sorgente alla comunità a
    > parte qualche cagatina quà e
    > là.
    > bisogna dire basta a questa società arraffona
    > e spingere gli utenti verso un motore di ricerca
    > socialmente
    > equo.

    Noto solo ora questo bellissimo post dai toni moderati, che immagino sia scritto da Linus Torvalds in persona. Allora, Linus, il tuo prossimo progetto è un motore di ricerca: puoi darci qualche anticipazione o ti tieni tutto per te e spari il sorpresone finale?
  • - Scritto da: scribble
    >
    > Noto solo ora questo bellissimo post dai toni
    > moderati, che immagino sia scritto da Linus
    > Torvalds in persona. Allora, Linus, il tuo

    Linus Torvalds ?? Rotola dal ridere
    Magari Stallman... non confondiamo sempre il povero linus con l'acqua santa...


    > prossimo progetto è un motore di ricerca: puoi
    > darci qualche anticipazione o ti tieni tutto per
    > te e spari il sorpresone
    > finale?

    Purtroppo questo e' il solito caso estremo di qualcuno che non sa' che questi tizi della Google ogni mese devono pagare (a livello famigliare) bollette della luce, del telefono, il mangiare, la benzina ecc...

    Io (linuxiano) adoro il software libero, mi ribello quando tentano di inquinarlo o fregarlo coi brevetti, ma rispetto le decisioni aziendali degli altri (quando non tentano di boicottare il software libero...)

    Se uno ha una mentalita' "chiusa" e vuole fare un programmino gratuito ma non libero, IMHO e' giusto rispettare la sua decisione.
    (Ovviamente sotto linux durerebbe poco...A bocca aperta )

    Chi sono io per *pretendere* che il programmatore di quel programmino rilasci i sorgenti per "dimostrare" la sua buona fede...
    (Il discorso si complica coi driver ma non vorrei andare OT)

    Al massimo gli posso spiegare il meccanismo della GPL, cosicche' in futuro potrebbe anche invogliarsi e provare...

    IMO casi limite come il commento dell'autore del thread, sebbene ci siano, non sono la maggioranza della comunita' del software libero, non siamo tutti cosi' radicali.

    IMHO deve sempre esistere il rispetto reciproco tra colui che offre (o regala) un prodotto/servizio, un concorrente che voglia offrirlo, e l'utente finale che deve poterlo "fruire", rispettando gli standard visto che quasi sempre esistono e sono li' per quello.

    Google coprira' i suoi "segreti" industriali, ma ogni giorno fa di tutto per rendere i suoi servizi accessibili a *tutti* e questo a me basta (e a diversi altri).

    Se si vuole qualcosa di piu' open (che esiste) a questo punto bisogna mettere in homepage http://dmoz.org/ , ma e' inutile lamentarsi del fatto che non sia arrivato alla pari di Virgilio o di Google: non si puo' pretendere piu' di tanto, neppure dalla comunita' piu' affiatata.

    Io mi chiedo come si fa a dare contro a Google quando e' uno dei pochi sostenitori convinti del software libero ?

    Che io sappia non ha mai complottato contro il free software e la comunita' open-source, anzi li ha sempre appoggiati.

    Casomai ci si dovrebbe lamentare di Novell, IBM...

    Google ovviamente non regala libri ma sono felice di usare il sistemino per acquistarli; non mi sognerei mai di pretendere il loro DB o i loro "sorgenti" (come spesso leggo nel forum di PI...).

    Il mio rispetto verso Google finirebbe nel caso in cui cominciasse a fare una politica di repressione nei confronti di concorrenti e standard aperti, stile microzozz per intenderci...


    --------------

    Un saluto da Mazinga.


  • - Scritto da: Mazinga@
    > - Scritto da: scribble
    > >
    > > Noto solo ora questo bellissimo post dai toni
    > > moderati, che immagino sia scritto da Linus
    > > Torvalds in persona. Allora, Linus, il tuo
    >
    > Linus Torvalds ?? Rotola dal ridere
    > Magari Stallman... non confondiamo sempre il
    > povero linus con l'acqua
    > santa...
    >

    Era per spararne uno, voglio dire, il post era un filo ironico, no? Mamma mia che brutta bestia la competizione... Occhiolino

    >
    > > prossimo progetto è un motore di ricerca: puoi
    > > darci qualche anticipazione o ti tieni tutto per
    > > te e spari il sorpresone
    > > finale?
    >
    > Purtroppo questo e' il solito caso estremo di
    > qualcuno che non sa' che questi tizi della Google
    > ogni mese devono pagare (a livello famigliare)
    > bollette della luce, del telefono, il mangiare,
    > la benzina
    > ecc...
    >
    > Io (linuxiano) adoro il software libero, mi
    > ribello quando tentano di inquinarlo o fregarlo
    > coi brevetti, ma rispetto le decisioni aziendali
    > degli altri (quando non tentano di boicottare il
    > software
    > libero...)
    >
    > Se uno ha una mentalita' "chiusa" e vuole fare un
    > programmino gratuito ma non libero, IMHO e'
    > giusto rispettare la sua
    > decisione.
    > (Ovviamente sotto linux durerebbe poco...A bocca aperta )
    >
    > Chi sono io per *pretendere* che il programmatore
    > di quel programmino rilasci i sorgenti per
    > "dimostrare" la sua buona
    > fede...
    > (Il discorso si complica coi driver ma non vorrei
    > andare
    > OT)
    >
    > Al massimo gli posso spiegare il meccanismo della
    > GPL, cosicche' in futuro potrebbe anche
    > invogliarsi e
    > provare...
    >
    > IMO casi limite come il commento dell'autore del
    > thread, sebbene ci siano, non sono la maggioranza
    > della comunita' del software libero, non siamo
    > tutti cosi'
    > radicali.
    >
    > IMHO deve sempre esistere il rispetto reciproco
    > tra colui che offre (o regala) un
    > prodotto/servizio, un concorrente che voglia
    > offrirlo, e l'utente finale che deve poterlo
    > "fruire", rispettando gli standard visto che
    > quasi sempre esistono e sono li' per
    > quello.
    >
    > Google coprira' i suoi "segreti" industriali, ma
    > ogni giorno fa di tutto per rendere i suoi
    > servizi accessibili a *tutti* e questo a me basta
    > (e a diversi
    > altri).
    >
    > Se si vuole qualcosa di piu' open (che esiste) a
    > questo punto bisogna mettere in homepage
    > http://dmoz.org/ , ma e' inutile lamentarsi del
    > fatto che non sia arrivato alla pari di Virgilio
    > o di Google: non si puo' pretendere piu' di
    > tanto, neppure dalla comunita' piu'
    > affiatata.
    >
    > Io mi chiedo come si fa a dare contro a Google
    > quando e' uno dei pochi sostenitori convinti del
    > software libero
    > ?
    >
    > Che io sappia non ha mai complottato contro il
    > free software e la comunita' open-source, anzi li
    > ha sempre
    > appoggiati.
    >
    > Casomai ci si dovrebbe lamentare di Novell, IBM...
    >
    > Google ovviamente non regala libri ma sono felice
    > di usare il sistemino per acquistarli; non mi
    > sognerei mai di pretendere il loro DB o i loro
    > "sorgenti" (come spesso leggo nel forum di
    > PI...).
    >
    > Il mio rispetto verso Google finirebbe nel caso
    > in cui cominciasse a fare una politica di
    > repressione nei confronti di concorrenti e
    > standard aperti, stile microzozz per
    > intenderci...
    >
    >
    > --------------
    >
    > Un saluto da Mazinga.
    >
    Quoto in toto, ma purtroppo secondo me esiste ancora tanta gente per cui ricco = sbagliato sempre e cmq. Pace e amen.
    In realtà io, che vengo dal mondo delle logistica, mi sono innamorato da poco di Brin e Page per qualcosa che con l'informatica non ha nulla a che fare: l'uso di sistemi fotovoltaici. Negli Stati Uniti che non firmano il protocollo di Kyoto è una mossa coraggiosa nei confronti della quale mi tolgo il cappello.
  • Confermo, alla grande con Kirefox 1.0, 1.5, 2.0, con Konqueror e con Opera.

    L'avesse fatto Microsoft avremmo avuto il messaggio: "Il sito necessita di Windows 2000/XP/2003 e Internet Explorer 6 o superiore"...

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Confermo, alla grande con Kirefox 1.0, 1.5, 2.0,
    > con Konqueror e con
    > Opera.
    >
    > L'avesse fatto Microsoft avremmo avuto il
    > messaggio: "Il sito necessita di Windows
    > 2000/XP/2003 e Internet Explorer 6 o
    > superiore"...
    >

    quanto hai ragione...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Confermo, alla grande con Kirefox 1.0, 1.5, 2.0,
    > con Konqueror e con
    > Opera.
    >
    > L'avesse fatto Microsoft avremmo avuto il
    > messaggio: "Il sito necessita di Windows
    > 2000/XP/2003 e Internet Explorer 6 o
    > superiore"...
    >

    se windows fosse di google, sarebbe successa la stessa cosa: Il sito necessita di Windows 2000/XP/2003 e Internet Explorer 6 o superiore"...

    tant'è che firefox (prodotto finanziato da google) imposta la grande G come motore di ricerca predefinito

    ognuno tira acqua al suo mulino e non esistono santoni, tranne stallman (stipendiato di brutto) e i suoi sandali
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > tant'è che firefox (prodotto finanziato da
    > google) imposta la grande G come motore di
    > ricerca
    > predefinito
    >
    > ognuno tira acqua al suo mulino e non esistono
    > santoni, tranne stallman (stipendiato di brutto)
    > e i suoi
    > sandali

    Quale parte di "FUNZIONA ANCHE SU KONQUEROR" non ti è chiara?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Confermo, alla grande con Kirefox 1.0, 1.5, 2.0,
    > con Konqueror e con
    > Opera.

    Ah che fortuna doversi meravigliare ogni volta se una cosa funziona... Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Confermo, alla grande con Kirefox 1.0, 1.5, 2.0,
    > > con Konqueror e con
    > > Opera.
    >
    > Ah che fortuna doversi meravigliare ogni volta se
    > una cosa funziona...
    > Rotola dal ridere
    Sei un grande!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Confermo, alla grande con Kirefox 1.0, 1.5, 2.0,
    > > con Konqueror e con
    > > Opera.
    >
    > Ah che fortuna doversi meravigliare ogni volta se
    > una cosa funziona...
    > Rotola dal ridere

    Sarcasmo decisamente fuori luogo, come se dipendesse dagli utenti o dal sistema in sè. Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Sarcasmo decisamente fuori luogo, come se
    > dipendesse dagli utenti o dal sistema in sè.
    >Annoiato

    Nessun sarcasmo.
    E' un dato di fatto che certi utenti dicono di poter fre tutto, salvo poi meravigliarsi ogni volta che possono fare qualcosa.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > - Scritto da:

    > > Sarcasmo decisamente fuori luogo, come se
    > > dipendesse dagli utenti o dal sistema in sè.
    > >Annoiato

    > Nessun sarcasmo.
    > E' un dato di fatto che certi utenti dicono di
    > poter fre tutto, salvo poi meravigliarsi ogni
    > volta che possono fare
    > qualcosa.

    Veramente si faceva ironia sull' "interoperabilita" dei prodotti microsoft...
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > Veramente si faceva ironia sull'
    > "interoperabilita" dei prodotti
    > microsoft...

    beh, l'iraonia è diventata un autogol.. cosa vuoi farci...
    non+autenticato
  • Ah, che bello dover in qualche modo aver pagato una tassa a MS per non doversi stupire quando si riesce a comunicare con altre persone...
  • Non se ne può più del malloppone di Adobe: pesante, lento... per queste applicazioni serve tutt'altro. Grande Google.

  • - Scritto da: scribble
    > Non se ne può più del malloppone di Adobe:
    > pesante, lento... per queste applicazioni serve
    > tutt'altro. Grande
    > Google.
    Quoto, Google ha fatto una cosa molto bella effettivamente!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: scribble
    > > Non se ne può più del malloppone di Adobe:
    > > pesante, lento... per queste applicazioni serve
    > > tutt'altro. Grande
    > > Google.
    > Quoto, Google ha fatto una cosa molto bella
    > effettivamente!

    Era ora!
    Cmq ci hanno messo un po' troppo a capire che il jpeg e' piu' leggero di un PDF...


    --------------

    Un saluto da Mazinga.


  • - Scritto da: Mazinga@
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: scribble
    > > > Non se ne può più del malloppone di Adobe:
    > > > pesante, lento... per queste applicazioni
    > serve
    > > > tutt'altro. Grande
    > > > Google.
    > > Quoto, Google ha fatto una cosa molto bella
    > > effettivamente!
    >
    > Era ora!
    > Cmq ci hanno messo un po' troppo a capire che il
    > jpeg e' piu' leggero di un
    > PDF...
    >
    >
    > --------------
    >
    > Un saluto da Mazinga.
    >

    emhh...

    il pdf comprime in jpg ma ti permette di inserire anche un testo (compresso ZIP ) al suo interno...

    il PDF non è pesante, Acrobat reader è pesante, alcuni PDF compressi poco o male sono pesanti.

    il PDF è un ottimo formato è anche alla base della gui di Mac OS X per quanto è versatile
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > emhh...
    >
    > il pdf comprime in jpg ma ti permette di inserire
    > anche un testo (compresso ZIP ) al suo
    > interno...
    >
    > il PDF non è pesante, Acrobat reader è pesante,
    > alcuni PDF compressi poco o male sono
    > pesanti.

    Beh, io uso spesso un portatile da 550 MHz e la differenza si sente!

    IMO per una pagina web e un servizio come quello il pdf mi sembrava un po' sprecato, tutto qui...


    --------------

    Un saluto da Mazinga.


  • - Scritto da: Mazinga@
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > emhh...
    > >
    > > il pdf comprime in jpg ma ti permette di
    > inserire
    > > anche un testo (compresso ZIP ) al suo
    > > interno...
    > >
    > > il PDF non è pesante, Acrobat reader è pesante,
    > > alcuni PDF compressi poco o male sono
    > > pesanti.
    >
    > Beh, io uso spesso un portatile da 550 MHz e la
    > differenza si
    > sente!
    >
    > IMO per una pagina web e un servizio come quello
    > il pdf mi sembrava un po' sprecato, tutto
    > qui...
    >
    >

    la differenza la senti perché per visualizzare un PDF devi "lanciare" comuque acrobat (anche se solo come plug-in di Explorer)

    su Mac ad esempio Safari legge i PDF in maniera nativa come farebbe con un jpg ed anche su vecchio G4 da 600Mhz di mia sorella non noti "pesantezze" nel visualizzare PDF "leggeri"

    se poi con lo stesso Powerbook G4 scarichi un PDF di 400 pagine e provi con Anteprima di Mac OS X (non Acrobat)a fare una ricerca vedrai che il tutto avviene in tempo reale ad una velocità che agli occhi di un PC/Acrobat user appare come incredibile.

    Apple fino a Mac OS X 10.1 dava in boundle "Acrobat Reader", ma sono anni che lo ha cassato in favore di "Anteprima" con somma gioia di tutti i Macuser
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > su Mac ad esempio Safari legge i PDF in maniera
    > nativa come farebbe con un jpg ed anche su
    > vecchio G4 da 600Mhz di mia sorella non noti
    > "pesantezze" nel visualizzare PDF
    > "leggeri"
    >
    > se poi con lo stesso Powerbook G4 scarichi un PDF
    > di 400 pagine e provi con Anteprima di Mac OS X
    > (non Acrobat)a fare una ricerca vedrai che il
    > tutto avviene in tempo reale ad una velocità che
    > agli occhi di un PC/Acrobat user appare come
    > incredibile.

    Quoto tutto, il PDF e' in generale un buon prodotto ma forse non si era capito cosa volevo dire:

    siccome questi libri provengono probabilmente da scansioni di scanner e siccome probabilmente useranno un OCR per tradurre in lettere quello che si vede, a livello quantitativo e' uno spreco per loro impaginare in PDF, bastava fare come poi hanno fatto: un file jpeg e uno di testo, cosi' da parte loro si snellisce la ricerca e i browser web, per forza di cose, sfruttano meno risorse.

    Prima mi sembrava che per effettuare la ricerca di una parola Google ti mandasse indietro un altro PDF con il testo evidenziato. (Potrei anche sbagliarmi perche' quella funzione la usavo poco)

    Per arrivare a fare questo, non credo facessero una ricerca nel PDF ma in un DB a parte (o un "file di testo" a parte, per intenderci) e a questo punto hanno deciso di fare un lavoro piu' pulito, visto che ora non si ha piu' bisogno del reader.

    Per i PC d'oggi la ram e la velocita' non sara' un problema, ma Google investe molto anche nel mercato handheld, per questo IMHO ha fatto questa mossa.


    --------------

    Un saluto da Mazinga.


  • > siccome questi libri provengono probabilmente da
    > scansioni di scanner e siccome probabilmente
    > useranno un OCR per tradurre in lettere quello
    > che si vede, a livello quantitativo e' uno spreco
    > per loro impaginare in PDF, bastava fare come poi
    > hanno fatto: un file jpeg e uno di testo, cosi'
    > da parte loro si snellisce la ricerca e i browser
    > web, per forza di cose, sfruttano meno
    > risorse.

    con acrobat il flusso, scansione -> ocr -> PDF è completamente automatizzato e ottimizzato.

    se acrobat riesce a riconsocere il font lo sostituisce alla scanzione

    in poche parole se fai scanzionare una letterina stampata in arial ad acrobat (se tutto il processo funziona senza intoppi) alla fine del flusso ti ritrovi con un PDF da 10kb che contiene solo ed esattamente il testo senza immagini jpg o tiff dovute alla scanzione

    se una parte del testo (anche una sola lettera) non viene riconosciuta dall'OCR allora mantiene l'originale in JPG di quella particolare lettera

    secondo me Google non ha usato il PDF per questioni che vanno aldilà dell'aspetto tecnico

    Fan Apple
    non+autenticato
  • OTTIMA IDEA e altrettanto la realizzazione
    non+autenticato
  • Adobe: un mostro da 23 mb (l'installazione),
    quando lo richiami impiega un 30 secondi buoni prima di arrivare al documento,
    ciuccia più risorse lui che cicciolina in 10 anni di onorata carriera
    tenta sempre di collegarsi a internet anche se gli hai esplicitamente detto no (e + volte)
    non+autenticato
  • come non darti ragione Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • Accattatevi Foxit, lettore PDF molto leggero e pratico:
    http://www.foxitsoftware.com/
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Accattatevi Foxit, lettore PDF molto leggero e
    > pratico:
    > http://www.foxitsoftware.com/

    Grazie Caro, gia' meglio....ohhhh la'.
    non+autenticato
  • Foxit è incredibile! fa tutto, è free e SI APRE IN 1 SECONDO!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Foxit è incredibile! fa tutto, è free e SI APRE
    > IN 1
    > SECONDO!!!

    anche Anteprima della Apple oltre a fare tutto il citato ha anche una ricerca in tempo reale e legge qualunque formato grafico esistente (sfortunatamente è solo per Mac però)

    Acrobat read...what?


    Fan Apple
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)