Red Hat e Ubuntu: pessimo l'accordo MS-Novell

I vertici di due tra le più importanti distro Linux criticano l'avvicinamento dei due mondi. E il patron di Ubuntu tenta di reclutare sviluppatori della comunità di OpenSUSE vicina a Novell


Roma - Lo storico accordo tra Microsoft e Novell continua a dividere e far discutere l'intera comunità del software open. In risposta alla lettera aperta alla community pubblicata da Novell, Mark Webbink, CEO di Red Hat, replica con molte critiche, paragonando l'intesa al patto di Monaco del 1938 che, nonostante le intenzioni di pacificazione dei suoi promotori, portò di fatto all'annessione della Cecoslovacchia alla Germania Nazista.

Nella stessa maniera, riporta tra gli altri Ars Technica, Webbink sostiene che Novell abbia svenduto la comunità open source ai padroni del codice chiuso nell'interesse di una promessa vana, denunciata anche da Bradley Kuhn, quella di una maggiore interoperabilità tra Windows e Linux.

Webbink sostiene che Hovsepian omette di dire tutta la verità sul sistema di tutela dei brevetti compreso dall'accordo. Nella lettera aperta, secondo Webbink Novell afferma il proprio impegno nel voler proteggere la tecnologia open source, mentre per contrasto l'intesa sostiene che l'azienda "userà i propri brevetti per proteggere se stessa contro reclami rivolti contro il kernel Linux o i programmi open source inclusi nell'offerta di Novell" e, appunto, solo di quella. Il presidente di Red Hat insiste: "Novell vuol farci credere che la sua posizione nei confronti dell'open source e dei brevetti software non è cambiata. Sto avendo grossi problemi nel tentare di crederci".
Una critica, quella di Webbink, che risponde indirettamente anche a Eben Moglen, secondo cui Red Hat è tra due fuochi e costretta a stringere a sua volta accordi con Microsoft per difendere la propria posizione di mercato e la sicurezza del proprio business.

Nel mentre, una nuova iniziativa del patron di Ubuntu, Mark Shuttleworth, mette in luce quanto l'accordo MS-Novell divida e preoccupi i principali responsabili delle aziende che lavorano con il codice libero e la GPL.

Il messaggio di "chiamata alle armi" contro il patto è stato inviato da Shuttleworth alla mailing list del progetto OpenSUSE, e ha mandato su tutte le furie molti degli sviluppatori iscritti alla lista. Shuttleworth, in sostanza, si è reso protagonista di un tentativo di reclutamento di quei coder scontenti dell'accordo, descrivendolo come "profondamente irrispettoso nei confronti dei contributi di migliaia di programmatori GPL e SUSE". Per coloro che fossero alla ricerca di una "nuova casa" per il proprio codice, questo il succo del messaggio, le porte di Ubuntu (ma anche di Gentoo, Debian e delle altre distro Linux ancora "libere") sono sempre aperte.

Nella comunità open, alcuni hanno bollato una simile tattica di reclutamento come trolling, e molti membri di OpenSUSE hanno risposto con sdegno alle parole di Shuttleworth. Corey Burger, rispettato rappresentante della famiglia di Ubuntu, si è distanziato dal messaggio scusandosi pubblicamente a nome degli sviluppatori. Alcuni contributori di OpenSUSE, come Andreas Jaeger, hanno altresì ribattuto con tolleranza alla mail, cercando di descrivere il tentativo di Shuttleworth come un invito alla collaborazione attiva fra le due distribuzioni piuttosto che una competizione creata dal disaccordo.

Alfonso Maruccia
178 Commenti alla Notizia Red Hat e Ubuntu: pessimo l'accordo MS-Novell
Ordina
  • Sto cercando di coagulare un gruppo di persone che diano una mano a segnalare e controllare (eliminare e' chiedere troppo!) il fenomeno del trolling piu' sguaiato e stupido... infatti - a mio parere - il trolling intelligente e con sense-of-humour e' qualcosa che puo' essere perfino divertente, a volte.

    A questo scopo, invito tutti gli utenti registrati ( anche i trolls etici) che vogliano elaborare una comune "Carta del Cacciatore di Trolls" a farmi pervenire le loro idee e proposte di adesione tramite comunicazione personale.

    Saro' lieto di confrontare il mio "Codice d'azione" con il loro.

    Invito anche i moderatori del Forum a farsi vivi per trovare una comune forma di collaborazione qualora la cosa vada in porto con prospettive serie e realizzabili. Grazie.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 novembre 2006 17.16
    -----------------------------------------------------------
  • Allora io lancio una mia proposta.Il Problema sorge attorno l'utente "Anonimo" che e' comune a tutti i non loggati.Bene.
    Se accanto al nome Anonimo ci mettessimo un numero progressivo estratto con qualche regola dall'indirizzo IP che e' per definizione unico?
    Questo sistema permetterebbe a chi vuole mantenersi anonimo ma senza trollare di essere identificato durante la discussione.Certo se cambia indirizzo IP cambia anche numero ma tutto sommato abbiamo un modo in piu' per distinguere.Oltretutto quelli che partecipano alle discussioni su PI hanno in pratica IP statici.In ogni caso anche se non e' un modo definitivo per isolare i troll almeno "li seguiamo" e li isoliamo dal resto.
    Il numero estratto dall'IP rimane in vigore per 24h,fino alla pubblicazione delle nuove news.

    Spero in qualche modo di esservi stato utile.
    non+autenticato
  • Si potrebbe utilizzare un hashA bocca aperta

  • - Scritto da: TROLLKILLER
    > Sto cercando di coagulare un gruppo di persone
    > che diano una mano a segnalare e controllare
    > (eliminare e' chiedere troppo!) il fenomeno del
    > trolling piu' sguaiato e stupido... infatti - a
    > mio parere - il trolling intelligente e con
    > sense-of-humour e' qualcosa che puo' essere
    > perfino divertente, a
    > volte.

    Ammirevole, ma anche piuttosto ingenuo.
    Ti faccio una domanda: chi giudica quando il presunto (?) trolling è degno (intelligente e colmo di humour) e quando è sguaiato e stupido?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: TROLLKILLER
    > > Sto cercando di coagulare un gruppo di persone
    > > che diano una mano a segnalare e controllare
    > > (eliminare e' chiedere troppo!) il fenomeno del
    > > trolling piu' sguaiato e stupido... infatti - a
    > > mio parere - il trolling intelligente e con
    > > sense-of-humour e' qualcosa che puo' essere
    > > perfino divertente, a
    > > volte.
    >
    > Ammirevole, ma anche piuttosto ingenuo.
    > Ti faccio una domanda: chi giudica quando il
    > presunto (?) trolling è degno (intelligente e
    > colmo di humour) e quando è sguaiato e
    > stupido?

    Niente puo' essere perfetto ma tutto si puo' perfezionare: e' per questo che ci dovrebbero essere dei parametri di massima. D'altronde, anche nei Codici si fa riferimento al "Buon senso comune". Si puo' essere sarcastici senza offendere e criticoni senza dire parolacce o insulti. Sfumature che nessun T1000 puo' attualmente distinguere. Insomma, piaccia o no, un minimo di controllo ci vuole: questa e' la sottile differenza tra tolleranza e anarchia. Con l'anarchia non si combina una mazza, visto come sono fatti gli umani. Purtroppo. Io stesso sono stato moderato per cose che non mi sembravano affatto esagerate. Se si vuole fare di questo forum una cosa utile, bisogna accettare certe regole, altrimenti e' solo terra di guerra per i casinari di professione. Come ripeto, sono in attesa di trovate geniali e idee felici. Qualcuno migliore e piu' sveglio di me potrebbe saltar fuori con un'idea fattibile e sensata.
  • ..."Forse sta finendo la follia collettiva".

    Forse potrete capire come avere a che fare con i talebani dell'Open Source possa far passare a chiunque la voglia di cambiare.

    Per inciso: sono l'autore di "Forse sta finendo la follia collettiva".

    O gli Open Sourcer sani di mente marginalizzano questi teppisti virtuali, che non sanno cosa sia la tolleranza e vedono in tutto e tutti un nemico da convertire (considerandolo un poveraccio menefreghista e ignorante, fuori dalla cerchia iniziatica)oppure il Closed Source vincera' sempre.

    Saluti.
    non+autenticato
  • si vabbe .. c'hai provato ...
    abbasso i brevetti software !!!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > si vabbe .. c'hai provato ...
    > abbasso i brevetti software !!!

    Allora, questa risposta e' da troll o no? Parrebbe proprio di si'...Indiavolato

  • - Scritto da:

    > O gli Open Sourcer sani di mente marginalizzano
    > questi teppisti virtuali,

    No. Ognuno e' libero di dire la propria opinione anche se da' fastidio.
    11237

  • - Scritto da: Giambo
    >
    > - Scritto da:
    >
    > > O gli Open Sourcer sani di mente marginalizzano
    > > questi teppisti virtuali,
    >
    > No. Ognuno e' libero di dire la propria opinione
    > anche se da'
    > fastidio.

    Bene lo vedremo.Di certo se c'e' diversa gente che si lamenta questo non e' sempre vero.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Giambo
    > >
    > > - Scritto da:
    > >
    > > > O gli Open Sourcer sani di mente
    > marginalizzano
    > > > questi teppisti virtuali,
    > >
    > > No. Ognuno e' libero di dire la propria opinione
    > > anche se da'
    > > fastidio.
    >
    > Bene lo vedremo.Di certo se c'e' diversa gente
    > che si lamenta questo non e' sempre
    > vero.

    Chi si lamenta? Ballmer?

  • - Scritto da: Alessandrox
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: Giambo
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > >
    > > > > O gli Open Sourcer sani di mente
    > > marginalizzano
    > > > > questi teppisti virtuali,
    > > >
    > > > No. Ognuno e' libero di dire la propria
    > opinione
    > > > anche se da'
    > > > fastidio.
    > >
    > > Bene lo vedremo.Di certo se c'e' diversa gente
    > > che si lamenta questo non e' sempre
    > > vero.
    >
    > Chi si lamenta? Ballmer?

    sei OT.

  • - Scritto da: Alessandrox
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: Giambo
    > > >
    > > > - Scritto da:
    > > >
    > > > > O gli Open Sourcer sani di mente
    > > marginalizzano
    > > > > questi teppisti virtuali,
    > > >
    > > > No. Ognuno e' libero di dire la propria
    > opinione
    > > > anche se da'
    > > > fastidio.
    > >
    > > Bene lo vedremo.Di certo se c'e' diversa gente
    > > che si lamenta questo non e' sempre
    > > vero.
    >
    > Chi si lamenta? Ballmer?

    No Alex,si sono lamentati diversi utenti che sostengono che e' impossibile sostenere tesi differenti senza essere demonizzati ed insultati.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > > > che si lamenta questo non e' sempre
    > > > vero.

    > > Chi si lamenta? Ballmer?

    > No Alex,si sono lamentati diversi utenti che
    > sostengono che e' impossibile sostenere tesi
    > differenti senza essere demonizzati ed
    > insultati.

    Scusa ma e' inutile che usi ORA dei toni concilianti quando hai esordito con epiteti come FOLLI o TALEBANI...

    Che sia impossibile sostenere tesi differenti lo dici tu, infatti esistono tante licenze Free/Open (GPL2, GPL3, LGPL ecc. ecc..) i cui sostenitori nemmeno si trovano sempre daccordo eppure ogni parte lascia che l' altra faccia la sua strada... con qualche polemica ma senza mai mettere i bastoni tra le ruote...

    E' pero' evidente che non hai ben chiari i termini degli accordi tra Novell e MS...
    e che scambi il termine "accordo tra 2 partners" con "vantaggi per tutti"...
    E poi ti permetti di zparare a zero...

    Bravo, non c'e' che dire... complimenti.

    Vedi:
    http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1784800&...
    http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1784264
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 novembre 2006 17.32
    -----------------------------------------------------------
  • No aspetta...gran confusione...non sono l'autore del thread quindi valuta per quello che ho scritto nei due messaggi.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > No aspetta...gran confusione...non sono l'autore
    > del thread quindi valuta per quello che ho
    > scritto nei due
    > messaggi.

    Eh vabbe' se non vi firmate (anche solo in fondo al testo).... mica sono un indovino.
  • quelle che attanagliano Ubuntu e le distro fasulle che compongono il caotico universo open.

    Quando si parla di innovazione però aspetto la carità dalla multinazionale di turno (che sia Microsoft, Sun, ibm, ecc...)

    Poi ci costruiscono centinaia di versioni differenti e tutte incompatibili (sbandierando il vessillo dello STANDARD = FIGO, CLOSED = M**DA)

    Che coerenza. un lavoro no eh?

    Fan WindowsFan WindowsFan Windows
    non+autenticato
  • E' inutile che ci provi, il "Premio Miglior Trollata" l'ha gia' vinto Rock&TrollOcchiolino !

    E comunque ne hai di strada da fare per diventare un buon PI-Troll, il tuo messaggio e' scarsinoSorride ...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 novembre 2006 14.30
    -----------------------------------------------------------
    11237
  • Vi segnalo un lettera aperta di Bruce Perens diretta a Hovespien:

    http://techp.org/petition/show/1

    da sottoscrivere.

    cga
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Vi segnalo un lettera aperta di Bruce Perens
    > diretta a
    > Hovespien:
    >
    > http://techp.org/petition/show/1
    >
    > da sottoscrivere.
    >
    > cga

    esiste gia' la petizione qui:

    http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1776517&...

    Se foste cosi' gentili di postare qualcosa li,tanto per riportarla a "galla" anziche' ripetere cento volte lo stesso thread ci fareste un grosso piacere.Grazie.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)