Il P4 mobile ora gira a 2 GHz

Il Pentium 4-M raggiunge si appresta a divenire la nuova CPU per il mercato di massa dei notebook. Aggiornata anche la famiglia dei Mobile Celeron

Santa Clara (USA) - La più recente famiglia di chip Intel destinati al mercato dei notebook, i Pentium 4-M, si arricchisce di due nuovi modelli a 1,9 GHz e 2 GHz, rispettivamente dal costo di 401$ e 637$. Accanto ai due nuovi P4-M il big di Santa Clara ha lanciato sul mercato tre nuovi Mobile Celeron a 1,5 GHz, 1,4 GHz e 1,33 GHz, rispettivamente al costo di 170$, 149$ e 134$. Tutti i prezzi s'intendono per lotti di 1.000 unità.

Intel sostiene che il nuovo P4-M, con le applicazioni di produttività per l'ufficio, offre prestazioni circa doppie rispetto al modello di Pentium III-M lanciato nello stesso periodo dello scorso anno. Intel ha portato il P4-M da 1,7 GHz a 2 GHz nel giro di soli tre mesi.

Intel vuole ripetere, anche con la versione mobile dei P4, la stessa strategia seguita nel mercato desktop: favorire l'adozione dei nuovi chip anche nel segmento consumer incrementando la frequenza dei rilasci (il modello a 2 GHz era infatti inizialmente atteso per il tardo autunno) e tagliando rapidamente il prezzo dei modelli a più bassa frequenza.
Le versioni a 2,2 GHz ed a 2,4 GHz del P4-M sono attese rispettivamente per il quarto trimestre dell'anno e per il primo trimestre del 2003.

Nonostante la forte crisi del mercato dei PC, il segmento dei notebook ha fatto decisamente meglio rispetto a quello desktop. Intel sostiene che durante il primo trimestre del 2003 il mercato dei notebook sia cresciuto del 15%, un trend che, durante l'anno, dovrebbe mostrare ritmi di crescita circa doppi rispetto a quello del segmento desktop.

Costruito con un processo a 0,13 micron e basato sulla microarchitettura NetBurst, il nuovo P4-M può contare su di un bus di sistema a 400 MHz, 512 KB di cache L2 integrati su chip e supporto alle memorie DDR a 266 MHz.

Il P4-M adotta poi una versione avanzata della tecnologia di power management SpeedStep che, in congiunzione con la funzione Deeper Sleep Alert State, dovrebbe garantire, secondo Intel, una netta riduzione dei consumi in tutti gli ambiti d'utilizzo.

È questa una fascia di mercato corteggiata anche da AMD col la sua recente famiglia di Mobile Athlon XP, il cui modello di punta è oggi rappresentato dal 1700+ a 1,53 GHz.

Per i notebook ultraleggeri ed i subnotebook Intel continua a proporre la sua famiglia di PIII mobile low e ultra-low voltage, chip in grado di consumare 1W o meno. Per il momento non sono in programma versioni del P4-M a bassissimo consumo.

Il Pentium 4 mobile è accompagnato dalla famiglia di chipset, l'i845, che sfrutta a fondo l'architettura dei P4-M e fornisce il supporto alla connettività wireless. Al momento è disponibile solo il modello i845MP, in grado di supportare l'AGP 4X ed un chipset grafico esterni, ma in seguito Intel conta di rilasciarne anche una versione consumer, l'i845MZ, ottimizzato per i sistemi più economici
TAG: mercato