Sean Connery spamma?

Questa l'accusa apparsa su un giornale australiano che riflette una policy decisamente allegra di un sito politico vicino all'attore scozzese. Passioni colpevoli?

Roma - I neofiti della rete spesso sbagliano le misure dei propri interventi sulla stessa, anche se si chiamano Sean Connery e sono tra gli attori più amati e conosciuti nel mondo. Connery, forte di una carriera con pochi eguali, è infatti inciampato in una delle pratiche più invise agli utenti internet: lo spam.

L'attore, che dispone di un sito personale realizzato con cura e certamente interessante per i suoi numerosi fan, è come noto molto impegnato politicamente, essendo esponente del partito indipendentista scozzese che da sempre tenta, invano, la via della separazione di Edinburgo da Londra.

Proprio per questo Connery si è prestato, in modo certamente inconsapevole, ad essere testimonial per le campagne email dello Scottish National Party.
Il celebre attoreIn una pagina web, dominata dalla sua fotografia, Connery invita gli utenti a "pensare ad almeno uno o più amici che possono essere interessati a ciò che ho da dire. Invierò a ciascuno di loro un messaggio email personale, spiegando quanto sono grato a te per il tuo aiuto e invitandoli ad aiutarci in ogni modo possibile".

La "malefatta" che odora di spam e che chiede agli utenti di sostenere l'invio di email non richieste di propaganda politica è stata portata alla ribalta da un giornale australiano secondo cui tuttavia lo Scottish National Party "ha negato che Sir Sean contribuisca agli oltre 700 milioni di email spammatorie inviate sui computer britannici ogni anno".
TAG: spam