Internet è l'handicap degli italiani

di Gilberto Mondi. Un utente dial-up americano passa online ogni giorno mediamente 83 minuti. Un italiano non supera i 27-30 minuti. Un gap incolmabile per un paese che impone tariffe altissime agli utenti internet

Internet è l'handicap degli italianiRoma - C'è qualcosa di irritante nella lettura degli ultimi dati diffusi dall'importante osservatorio americano Pew Internet and American Life Project. Irritante non per i contenuti, professionali e probabilmente attendibili, quanto perché evidenziano in modo ineluttabile l'enorme svantaggio in cui si dibatte da anni l'utenza internet italiana.

Oggi negli Stati Uniti non solo si collega ad internet più di metà della popolazione, in maggioranza donne, ma lo fa mediamente ogni giorno per 83 minuti, che crescono a 95 tra gli utenti che dispongono di banda larga. Ed entro il 2004 si prevede che il 50 per cento dei netizens USA disporrà proprio di broadband.

In Italia i provider confermano che il tempo medio passato online dall'utente dial-up varia tra i 27 e i 30 minuti. Il gap, come si vede, è abissale.
La distanza tra i valori dei due paesi è un baratro che dà l'esatta misura dell'handicap che pesa sull'utente italiano rispetto a quello di un paese più digital come gli Stati Uniti. Handicap che significano costi aggiuntivi ma anche minor uso delle nuove tecnologie, dunque minor circolazione delle informazioni e delle idee, minori opportunità di impiego, ridotta capacità imprenditoriale. Significa tutto quello che oggi significa poter "essere digitali" sul serio. Ed è tantissimo.

Dai ministeri qui a Roma ci fanno sapere un giorno sì e uno no che saranno spesi milioni su milioni di euro per portare la banda larga in Italia. Ed è una buona notizia, visto che non solo fuori dalle città italiane ma persino in popolosi quartieri cittadini il broadband rimane una chimera.

Il problema vero è che spesso lo è persino il telefono. Telefonare oggi in Italia costa ancora molto, sebbene meno di quanto costava qualche anno fa, e connettersi ad internet in dial-up, come sono costretti a fare quasi tutti, costa ancor più di uno o due anni fa. Questo grazie alla fine delle flat, che ha accompagnato il crollo dell'ingenua speranza di chi riteneva di essere ormai fuori dal mercato monopolizzato del secolo scorso e di avere a disposizione le offerte di operatori davvero "concorrenti" tra di loro.

Ci siamo sbagliati. Oggi ci connettiamo mediamente tra i 27 e i 30 minuti, sudiamo ogni singolo minuto sperando che alla fine del bimestre la bolletta non sia troppo salata, evitando di perdere tempo in rete, di chattare troppo a lungo, di cercare informazioni dure a trovarsi, di scaricare file troppo grossi, di inviare immagini ad alta definizione, di aprire certi documenti o, orrore!, di leggere la posta elettronica rimanendo connessi.

Meglio finirla qui, sennò diverrà per molti un costo sensibile persino la lettura di questo articolo. Parlo degli italiani, ovviamente. Gli americani non hanno il problema. Loro con la flat-rate ci sono nati e ci hanno costruito internet.

Gilberto Mondi
TAG: dial-up
73 Commenti alla Notizia Internet è l'handicap degli italiani
Ordina
  • Facciamo molta attenzione....sembra che non a tutti i clienti con internet
    non-stop sia arrivata
    la lettera di comunicazione di fine piano.....
    Se cosi' fosse Wind non PUO' elimimare il non-stop xche' o lo fa' a tutti
    oppure andra' in grane....a chi viene tolto il nonstop puo' rivolgersi ad una associazione consumatori e denunciare WIND x discriminazione...
    Ricordo a chi ha ricevuto la lettera...non vi sembra strano che un fornitore vi tolga qualcosa e vi inviti a chiamarlo x disdire....

    SORVEGLIAMO

    non+autenticato
  • Siamo in presenza di un vero e proprio disegno criminale... la tecnologia? non esiste! esiste solo un grandissimo sistema per fare soldi (e tanti) che oggi si chiama "banda larga" e ieri si chiamava "ISDN". Già, se è vero che la tecnologia ci cambia la vita, non è altrettanto vero che ce la migliora.
    La macchina da soldi non punta affatto a migliorarci la vita o a migliorare il sistema ma solo a guadagnare il più possibile da ogni piccolissimo passo in avanti della tecnologia.
    Finchè non avranno ben venduto tutti i modem ISDN non la smetteranno di proporci la "SUPERLINEA ISDN" (a costi non irrilevanti). Ora c'è l'ADSL ma dove? Costa tanto e non è certo la banda larga che hanno in America.
    Il Governo promette la banda larga ma chi la sviluppa, chi la porta nelle case? la Telecom? e il Governo come spinge la banda larga? Dando soldi alla Telecom?
    Chi come me si trova in una zona non coperta può sognare ancora per molto la banda larga perchè neanche più una FLAT decente si trova mentre in europa è la prima cosa che hanno incentivato prima di portare la banda larga.
    Insomma, si fanno in quattro per la banda larga ma a me basterebbe una banda stretta ma 24h su 24 e a costi sostenibili.

    Grazie Ministro Gasparri, le scriverò direttamente ma adesso devo scollegarmi perchè a me le bollette arrivano super veloci.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Alberto73
    > Grazie Ministro Gasparri, le scriverò
    > direttamente ma adesso devo scollegarmi
    > perchè a me le bollette arrivano super
    > veloci.

    MiticoSorride
    non+autenticato
  • Internet è la possibilità di accedere alla conoscenza, la possibilità di scambiarsi informazioni liberamente, la possibilità di trovare lavoro, la possibilità di interfacciarsi con la pubblica amministrazione e con le aziende, la possibilità di crescere culturalmente, per chi lo capisce.
    Per gli altri sarà un lusso, un superfluo, ma non per me che attraverso Internt ho scoperto come curare una malattia degli occhi.
    non+autenticato


  • Bhè che dire?

    A dir poco fantastico.

    In bocca al lupo!
    ;)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Piero
    > Internet è la possibilità di accedere alla
    > conoscenza, la possibilità di scambiarsi
    > informazioni liberamente, la possibilità di
    > trovare lavoro, la possibilità di
    > interfacciarsi con la pubblica
    > amministrazione e con le aziende, la
    > possibilità di crescere culturalmente, per
    > chi lo capisce.
    > Per gli altri sarà un lusso, un superfluo,
    > ma non per me che attraverso Internt ho
    > scoperto come curare una malattia degli
    > occhi.

    è solo che queste cose tanti non le capiscono, peccato!
    non+autenticato
  • ma le leggete le statitiche?

    sapete qual'è l'utilizzo che fa di internet il 90% dei naviganti?

    direi che di cultura ci sono solo le prime 3 lettere.

    E' una idea romantica, bella ed affascinante... ma la realtà dei fatti è un'altra...
    non+autenticato
  • mi riesce difficile pensare che uno come te sia stato assunto da ngi. mo' je scrivo.
    non+autenticato
  • Sono perfettamente d'accordo e anche se le statistiche dipingono l'internauta un po' come un erotomane, il fatto di essere in contatto con il mondo intero è veramente impagabile. Grazie ad Internet ho potuto approfondire i miei studi trovando risorse ed informazioni introvabili in libreria.
    Se poi qualcuno ha la macchina ed oltre a guidarla ci fa sesso dentro,,,,Sorride) questa è un'altra questione!
    Ciao!
    Mooner
    non+autenticato
  • io non mi pronuncio.. però volgio solo ricordare una cosa: internet non è ancora stato dichiarato un bene inalienabile dell'umanità. internet quindi, non servendo oggettivamente a nulla allo stato delle cose per l'uomo, è un LUSSO.

    Certi discorsi non stanno in celo né in terra.

    Concrodo che a livello di geoverno si potrebbe fare molto di più... vi ricordate la campagna dell'attuale presidente del consiglio? "le tre I: internet, impresa ed inglese"

    poco si è visto...

    Basterebbe solo che il governo defiscalizzasse il costo degli accessi (togliere l'iva) per avere delle connessioni che costerebbero al privato il 20% in meno..
    tale esborso per lo stato corrisponderebbe sì e no al costo della cancelleria di qualche ministero ...

    tantè... i problemi che deve affrontare la finanziaria sono altri... "internet al popolo" è ancora un miraggio...

    e cmq torno a ribadire.. certi discorsi sono un pochino patetici...

    (è la mia opinione, nessuna polemica)

    cya
    non+autenticato
  • > io non mi pronuncio.. però volgio solo
    > ricordare una cosa: internet non è ancora
    > stato dichiarato un bene inalienabile
    > dell'umanità.

    Questo non vuol dire che debba essere considerato tale. A meno di non voler vedere Internet in modo molto piccolo e non capire la sua portata.

    >internet quindi, non servendo
    > oggettivamente a nulla allo stato delle cose
    > per l'uomo, è un LUSSO.

    Questa e' un'affermazione che indica una scarsissima consapevolezza di cosa stia accadendo nel MONDO con la diffusione di Internet.
    Non serve a nulla? Oggettivamente???? E sei di NGI????????????


    > Certi discorsi non stanno in celo né in
    > terra.

    Appunto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Adso da Melk
    > io non mi pronuncio.. però volgio solo
    > ricordare una cosa: internet non è ancora
    > stato dichiarato un bene inalienabile
    > dell'umanità. internet quindi, non servendo
    > oggettivamente a nulla allo stato delle cose
    > per l'uomo, è un LUSSO.
    mi spiace ma non sono daccordo.
    la libertà personale e di espressione sono state da molti (con cui concordo) dichiarate diritti umani.
    Internet è anche comunicazione, istruzione e informazione, due mattoni non indifferenti della libertà (come si può essere liberi se non si hanno basi su cui formare una opinione? si sarà sempre e comunque schiavi dell'ignoranza, e facilmente schiavizzabili da chi ci mantiene in ignoranza), quindi contribuisce ad affermare quelli che sono nostri diritti, ergo non è riducibile ad un lusso, un bene voluttuario.
    Si può dire che non è l'unica voce e/o canale informativo a nostra disposizione ma certamente è un media potentissimo per la sua globalità e flessibilità (due aspetti in cui è nettamente superiore agli altri media a disposizione), quindi come viene attaccato dagli stati totalitari e contrari ai diritti umani, altrettanto o più deve essere promosso e difeso dai paesi che (a torto o ragione, nei fatti o a parole...) si fanno portavoce di tali diritti.
    non+autenticato
  • Internet non è un lusso, ma la risposta tecnologica alla necessità, al bisogno, al diritto di una persona ad avere informazioni nel modo più veloce. Non si tratta solo di siti porno, chat, e-commerce e via discorrendo. Si tratta della possibilità di avere sotto mano un numero incalcolabile di informazioni che richiederebbero una lunga ricerca fatta di uffici, biblioteche, associazioni, giornali, tribunali. E' una sciochezza, ma ho impiegato dieci minuti per sapere il come, il dove e il quando per poter rinnovare la patente se nza passare dalla classica scuola guida ( con tutto il risparmio che ne consegue).
    Comunque le campagne fatte da molte organizzazioni per l'alfabettizazzione informatica del terzo mondo dicono l'esatto contrario: internet è una necessità, come lo è un giornale o un libro.
    non+autenticato
  • non ci siamo

    a cosa SERVE veramente internet a mia madre? e a mia nonna?

    internet è svago, come la tv del resto

    non milgiora la qualità di vita dell'uomo

    e te lo dico proprio ioSorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: Adso da Melk
    > non ci siamo
    >
    > a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
    > e a mia nonna?
    >
    > internet è svago, come la tv del resto
    >
    > non milgiora la qualità di vita dell'uomo
    >
    > e te lo dico proprio ioSorride

    é la proma volta in rete che rispondo in questo modo , quindi mi scuso con tutti tranne l'autore del post

         SEI UN DEFICENTE al QUADRATO
    non+autenticato
  • > a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
    > e a mia nonna?

    A mia madre, che vive a 600 KM da me, Internet da' le email che ci scambiamo ogni giorno. E da quando la usa la conosco di piu'.

    > non milgiora la qualità di vita dell'uomo

    Mi sembri prevenuto e, mi spiace dirlo, molto limitato. Forse sei solo molto giovane.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Adso da Melk
    > non ci siamo
    >
    > a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
    > e a mia nonna?
    >
    > internet è svago, come la tv del resto
    >
    > non milgiora la qualità di vita dell'uomo
    >
    > e te lo dico proprio ioSorride

    si, ma non capisco proprio dove vuoi andare a parare. Vuoi fare un'affermazione eroica, che punisce quanti vorrebbero internet a minor costo? Boh! Triste(
    Imo, internet è una realtà, e non si tratta di lusso o bene necessario. Certamente migliora la qualità della vita, contrariamente a quanto affermi. Ha migliorato la mia perchè mi permette di comprare azioni senza fare lunghe file in banca, risparmiando commissioni e dandomi la possibilità di monitorare i miei investimenti costantemente. A migliorato la mia vitam perchè ho fatto una stupenda vacanza in spagna e portogallo, a costi ridotti, senza dover andare in agenzia, la più vicina 35 km distante. A migliorato la mia vita permettendomi di fare una tesi di laurea fornendomi il 70% del materiale di studio.
    A migliorato la mia vita permetendomi di chicchierare in real-time con un mio carissimo amico che studia negli States. Devo continuare?
    Non sarà un bene primario, ma ceramtne migliora la qualità di vita, così come lo ha fatto il cellulare, l'auto, la lavatrice ecc. Inoltre non poche aziende hanno riposto le loro speranze su internet, e con queste gli investimenti. Fornire condizioni più vantaggiose per connettersi, oltre a miglirare decisamente la qualità di vita, permetterebbe soprattutto un notevole progresso economico generale, con inevitabile ricaduta per tutti.
    Mi sembrano talmente ovvie certe considerazioni! Forse, Guglielmo ancora non te le ha spiegate certe cose.
    Saluti
    non+autenticato
  • ma che azzo dici frà Azzo da Melk? Azzo!
    - Scritto da: Adso da Melk
    > non ci siamo
    > a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
    > e a mia nonna?
    azzi loro e di chi non glielo dice... azzi loro!
    > internet è svago, come la tv del resto
    forse quando vedi le immagini delle fosse comuni nelle zone di guerra, o due torri piene di persone crollare, o i bambini che muoiono di fame ti senti molto svagato, io no, azzo!
    > non milgiora la qualità di vita dell'uomo
    se anche fosse, lo svago MIGLIORA la qualità della vita, che ne diresti di chiuderti in un loculo di 1 mq a guardare un muro bianco per 24 ore al giorno? Forse diresti meno azzate!
    > e te lo dico proprio ioSorride
    allora siamo proprio a posto, azzo!
    non+autenticato
  • Con la copertura a 2 passi dove il servizio e' arrivato nel 2000 e con la maggior parte dei pasini gia' collegati.Ah,dimenticavo,sono collegato ad una centrale attivata isdn dall'unione europea. ,eppure abito in una grande citta'...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 21 discussioni)