Primo virus per Win2000

In realtà si tratta di un virus comune che secondo gli esperti è stato studiato per colpire soltanto le macchine che montano il nuovo sistema operativo di rete targato Microsoft

Web (internet) - Qualcuno aveva pensato che il virus fosse "opportunistico" e pensato per sfruttare dei buchi di sicurezza di Windows2000 ma in realtà non è così. Stando agli esperti consultati da PCWorld, infatti, il primo virus conosciuto che aggredisce Windows2000 è un "virus qualunque" realizzato però per infettare solo le macchine su cui è montato il nuovo sistema operativo di rete di Microsoft che, peraltro, deve ancora essere lanciato ufficialmente.

Da quanto si apprende, dunque, il virus "W2K.Installer.1676" non è granché pericoloso. E c'è anche da dire che non è diffuso perché l'unica macchina sulla quale è stato individuato è quella dei laboratori di ricerca di PCWorld a cui il virus è stato inviato con ogni probabilità dal suo stesso autore. Inoltre non pare essere un virus distruttivo, quanto invece un worm pensato per diffondersi rapidamente.

Secondo Vincent Weafer, il direttore del SARC intervistato da PCWorld, il W2K.Installer.1676 potrebbe essere semplicemente una "proof of concepts", ovvero un test dell'autore che prova in questo modo di poter realizzare un virus solo per il nuovo sistema operativo, che ha evidentemente iniziato ad esplorare.
Intanto pare che i maggiori costruttori di computer, tra cui IBM e Compaq , abbiano intenzione di lanciare le proprie macchine equipaggiate con Windows2000 tre settimane prima del lancio ufficiale del nuovo sistema operativo di rete. Non si tratta di una "scorrettezza" nei confronti di Microsoft come si potrebbe pensare, perché gli accordi con l'azienda di Redmond consentono loro di vendere quei sistemi e di pubblicizzarli anche sui propri siti ma non di promuoverli con altri mezzi o di presentarli alla stampa.