Aruba spiega la policy di hosting

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento dei responsabili del provider Aruba sul caso di Palermo24h.com e più in generale sulla policy dei servizi di hosting

Roma - Ben volentieri raccogliamo l'invito di Punto-Informatico a chiarire quanto apparso nell'articolo del 26/6. In effetti, come raccontato dal webmaster di Palermo24h.com, il 21 di giugno abbiamo rilevato che il sito in questione, con particolare riguardo alle connessioni tra pagine asp e database, provocava il forte rallentamento e perfino il blocco del server.

Secondo le nostre procedure standard abbiamo provveduto al blocco del sito ed alla pubblicazione della pagina informativa con indicazione di ciò che abbiamo rilevato. Il problema in questione può verificarsi sia per errori di programmazione nelle pagine asp (loop, mancata chiusura di connessioni, forzatura della esecuzione del codice anche in caso di errori) oppure più semplicemente perchè il database è corrotto e deve essere ripristinato e compattato usando gli appositi strumenti.

La procedura di individuazione dei siti bloccanti è normalmente laboriosa e deve essere svolta nel minor tempo possibile con l'ausilio di numerosi tool. L'obbiettivo è quello di ridurre al minimo il disagio provocato dal sito bloccante agli altri siti ospitati sullo stesso server. I nostri tecnici non sono autorizzati ad intervenire direttamente, neanche per correggere eventuali errori, sul codice o sui database. Indichiamo però con la massima precisione consentita dagli strumenti e dal sistema operativo quale è l'applicazione che provoca il blocco.
Quando il cliente ci comunica di avere ovviato al problema, previe alcune verifiche, il sito viene riattivato. Al cliente non viene addebitato nè il costo di individuazione del problema nè la disattivazione-riattivazione del sito. Neanche i costi dovuti al fermo macchina ed ai conseguenti disagi vengono mai addebitati al cliente che ha provocato il problema.

I tempi di riattivazione sono subordinati a: verifica, inserimento in coda di riattivazione, verifica della comunicazione inviata dal cliente, controllo esteso dell'applicazione che interagisce con il (i) database, controllo dei database, test di riattivazione con monitoraggio e riattivazione definitiva.

Il dominio palermo24h.com è stato riattivato.

Nelle nostre Policy abbiamo tre soli motivi per i quali possono essere stoppati i siti web dei clienti:

- Contenuti illeciti, illegali o coperti da copyright
- Siti bloccanti (contenenti applicazioni che provocano il blocco del server)
- Spam
TAG: censura
40 Commenti alla Notizia Aruba spiega la policy di hosting
Ordina
  • Capito in queste pagine casualmente, ammetto non conoscevo questo sito, inizio a leggere vari post su aruba e orrore il loro chiarimento sulla questione dei siti oscurati per eccessivo consumo risorse e qui! devo dire la mia avventura!.
    Con loro ho 4 domini, in attesa di scadenza dopodiche me ne andrò per la mia strada, meno di un mese fa dopo ripetuti post in assistenza per il malfunzionamento degli asp ( time out dello script) i più ignorati o con risposte di circostanza alla fine una risposta l'ho avuta.
    Mi lamentavo per lo snitz forum che non andava e mi hanno chiuso il sito per ecessivo uso risorse dello stesso.A parte che asp è linguaggio nativo win la cosa piu PAZZESCA !! è che ormai stanco di avere fermo il forum lo avevo gia messo su un altro dominio in altro hosting!!!!!!!!! e lo snitz sul loro server era totalemente non usato e..udite udite la default era un html con redirect al nuovo forum e il database non c'era propio più !!!.Che caspita scrive zappoli? il re dei maleducati e cancellapost? Lo steso forum gira tranquillamente sul nuovo hosting e questo vuol dire:
    Che a lamentarsi troppo diventi colpevole, che educazione e rispetto da loro è cosa sconosciuta, che quanto vendono è fumo fritto ( compreso il nuovo mysql che va piu lento di una tartaruga).
    Ok costa poco e non ti danno nulla ridendoti in faccia e ancora c'è gente che gli da soldi, naturalmente nessuno interviene lasciando che la fregatura continui indisturbata!!.
    Ci sarebbe molto altro da dire e solo chi ha avuto a che fare sa di cosa parlo.
    Ora aspetto le risposte dei ragazzini incaricati da aruba in loro difesa, sempre gli stessi qualunque forum si vada.
    non+autenticato
  • Ok, hanno una loro policy, alla fine i server sono loro e comandano loro, se qualcosa non va bene a un cliente per loro se ne può pure andare. Ma non potrebbero almeno avere la decenza di contattare prima tramite email il webmaster e segnalare il problema invece di sbandierarlo sull'home page del sito bloccando lo stesso e facendo fare una pessima figura al webmaster??? Anche perché, non credo siano applicazioni così complesse e potenti da creare tutti i problemi di cui loro parlano.
    non+autenticato
  • se così si può chiamare.Io ero un utente FLAT no stop e dopo la sospensione del servizio e la regolare disdetta avrei dovuto avere indietro circa 300.000 lire per il rimborso di un servizio non usufruito.Ebbene non hanno mai risposto alle mie richieste e dopo 2 mesi essendomi rotto ho fatto una raccomandata di messa in mora e MAGICAMENTE il rimborso è arrivato.Ecco la serietà di una azienda che risponde in tempi brevi!! si brevi solo se capisce che si vuole andare per vie legali ed è in torto marcio.
    Con aruba scordatevi l'assistenza,se qualcosa non và sono c...i vostri.
    non+autenticato
  • Parlando di policy di Aruba....

    Mi chiedo: Che dire dei 15.000 siti pornografici, con dialer da scaricare che Aruba mantiene da anni e anni sui propri servers, senza controllare contenuti e anagrafica????

    Aruba mantiene PERSINO un sito chiamato ier3.net contenente recensioni e report sull'operato di prostitute trans e quant'altro di squallido e abominevole ci sia nella sessualità umana.

    Induzione alla prostituzione bella e buona, ma visto che tra i frequentatori di detto sito si annoverano avvocati, magistrati e "tutta una rete di amici degli amici" di una certa levatura sociale e politica, Aruba fa orecchie da mercante e

    si lava le mani spiegandoti che siccome detto loco è accessibile solo tramite iscrizione a pagamento, non ci sarebbero gli estremi per un oscuramento.

    Bella policy dei miei coglioni e scusate l'eufemismo!


    non+autenticato
  • IL prezzo dell'hosting offerto da Aruba mi sembra estremamente basso. Come fanno ?

    Come fanno a far pagare i domini così poco ? Da dove li prendono ?
    C'è un limite di traffico nella loro offerta più economica ?
    non+autenticato
  • I domini, da alcune societa', costano poco.....alcuni li offrono anche a 7$ l'anno.
    Aruba li paga a 10$ l'anno....penso.
    Tutto il resto e' in spazio web, banda, email, dipendenti.....etc.etc.
    Diciamo che offrono un servizio ad un prezzo minimo.
    A chi non gli sta bene quel servizio, puo' benissimo rivolgersi ad un altro provider che gli chiedera' come minimo 4 volte la somma che chiede Aruba.
    I problemi, forse saranno gli stessi di Aruba, ma nessuno ne fara' mai un dramma.

    Il problema reale, e' che ci sono vari isp piccolini, che hanno la paura di chiudere xche' ora come ora, offrono zero servizi in + di Aruba e pretendono 10 volte la cifra di Aruba all'anno.
    Magari chi si lamenta sono proprio i piccoli provider "sotto mentite spoglie"Sorride

    Byez
    non+autenticato
  • Vuoi dire che Aruba e altre società riescono ad acquistare i domini presso networksolution a prezzi che si aggirano intorno ai 10 euro l'anno ?   

    Prendono i domini in stock come si fa coi cd vergini ? -:D)
    Dunque i piccoli provider non possono acquistare domini a condizioni così vantaggiose.....

    Grazie e Saluti
    non+autenticato
  • piu registrazioni, trasferimenti di domini ecc ecc...

    sarei curioso di sapere il rapporso siti/server (che immagino mostruosamente alto!!) e quante persone gestiscono la baracca...
    non+autenticato
  • Va beh che in Italia da 7 se ci levi le tasse (-3 secchi), personale (50/80 milioni a crapa all'anno), connettività (cara!!), macchine (qui sta il punto!! quante macchine? che macchine? ora faccio un giro e vi dico quanti siti... tempo fa si vedeva!! Sorride)) ), affitti e cazzabubbole varie...

    non e' che resti molto
    non+autenticato
  • > personale (50/80 milioni a crapa all'anno)

    Tu credi che costino quella cifra? Guarda io ho conosciuto un loro dipendente (ora lavora altrove) che mi ha detto questo: "Me ne sono andato perchè lo stipendio era da fame e venivamo trattati come bestiame".

    FAI TE.
    non+autenticato
  • Attenzione: le tasse (circa il 50%) si pagano sugli utili e non sul fatturato.
    non+autenticato
  • beh, mica fanno beneficenza!

    se io potessi +ricavare 4 milioni di euro l'anno da un'attività lo farei volentieri, voi no?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)