Ma chi regala roba pirata a Natale?

FPM spera nessuno e lancia una nuova campagna per convincere gli italiani che CD contraffatti e giocattoli fasulli sono un male

Roma - Un falso regalo non è vero Natale, questo lo slogan con cui la Federazione contro la pirateria musicale FPM e l'Istituto di Centromarca specializzato contro la contraffazione dei prodotti, hanno lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione.

L'idea è quella di intervenire nei giorni più caldi per gli acquisti, quelli in prossimità del Natale, per convincere gli italiani che un prodotto pirata non è un bel regalo, visto che è frutto di un'attività illegale e il suo acquisto è di per sé sanzionato dalla legge.

Il logoLa campagna, spiega FPM in una nota, sarà incentrata sulla diffusione a Roma di volantini e adesivi con il logo riportato in questa pagina. E ha "lo scopo di segnalare ai consumatori che l'acquisto di un falso, non è solo un danno all'economia e un contributo alle organizzazioni criminali che gestiscono i traffici illeciti, ma in molti casi pone l'acquirente di fronte a prodotti pericolosi e poco sicuri".
Le federazioni per la lotta alla pirateria ed alla contraffazione hanno anche sensibilizzato le forze di polizia sull'opportunità di incrementare l'azione di prevenzione e di repressione contro la vendita di prodotti contraffatti nei giorni dedicati allo shopping natalizio, "periodo in cui si evidenzia il riacutizzarsi del fenomeno del commercio abusivo".
108 Commenti alla Notizia Ma chi regala roba pirata a Natale?
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 33 discussioni)