TIM prova a limare il roaming

Valida in trenta paesi europei promette telefonate effettuate e ricevute al costo di un euro. Per tre minuti

Milano - Annunciata ieri da Telecom Italia, ha preso il via l'offerta di roaming TIM Zero Confini, che fissa ad un euro (0 centesimi al minuto più lo scatto alla risposta di un euro) il prezzo dei primi tre minuti di conversazione per tutte le telefonate effettuate e ricevute, videochiamate comprese.

La nuova tariffa TIM è applicabile sulle reti di oltre 90 gestori di telefonia mobile in trenta paesi europei: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Rep. Ceca, Rep. Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria.

L'attivazione dell'offerta, che dura trenta giorni, costa 5 euro. Ai nuovi clienti provenienti da altro operatore, il costo di attivazione sarà rimborsato, per il prepagato entro 48 ore dall'attivazione sotto forma di bonus, mentre per l'abbonato il rimborso avverrà nella prima fattura.
I prezzi, specifica Telecom, sono validi per le telefonate fatte verso tutti i numeri italiani (fissi e mobili), verso tutti i numeri del paese visitato e dei 30 Paesi europei in cui l'offerta è valida e per ogni telefonata ricevuta dalle stesse direttrici di traffico. L'offerta, dunque, elimina la distinzione di prezzo tra roaming originato (quando si chiama da un paese estero) e roaming ricevuto (quando cioè si ricevono telefonate mentre si è all'estero).

"In questi trenta paesi - comunica l'azienda in una nota - la nuova tariffa vale con tutti gli operatori ed è dunque "network independent", cioè lascia il cliente libero di scegliere - in ciascun paese - l'operatore estero che preferisce, consentendogli così di tenere sempre sotto controllo la propria spesa telefonica, anche quando entra nella copertura di un altro gestore mobile".

Vanno comunque tenuti presente alcuni vincoli: il primo è il termine del 7 gennaio 2007, data entro la quale è possibile attivare l'offerta. Il secondo è già stato anticipato: la tariffa è valida per i primi tre minuti di ogni chiamata o videochiamata originata o ricevuta in uno dei 30 paesi, fino ad un massimo (ecco il terzo vincolo) di cento chiamate. Superati questi paletti (i tre minuti e le cento chiamate) saranno applicate le normali condizioni economiche previste per le chiamate fatte o ricevute all'estero. Tim Zero Confini è incompatibile con le offerte TIM Relax Ricaricabile e TIM Globe. I clienti che hanno attive le offerte TIM Globe o TIM Relax Ricaricabile devono disattivarle prima di attivare questa offerta.

"Questa proposta - aggiunge Telecom Italia nel comunicato che presenta l'offerta - risponde in pieno alle esigenze degli italiani che utilizzano il telefonino all'estero: una telefonata in roaming di un cliente TIM dura in media circa due minuti e, secondo stime di mercato (fonte Eurisko), sono più di 7 milioni gli italiani che hanno telefonato in roaming durante il 2005".

Ma l'offerta appare anche come una nuova soluzione, questa volta proposta da Telecom Italia, per rispondere alle pressanti richieste formulate dalla Commissione Europea per la riduzione delle tariffe per i servizi di roaming, che il commissario europeo responsabile per la società dell'informazione e i media Vivian Reding ha più volte definito "scandalosamente alte", concetto peraltro ripetuto in ottobre, in occasione dell'audizione al Senato italiano, davanti alle Commissioni congiunte di Istruzione, Comunicazioni e Politiche Comunitarie.

Dario Bonacina
TAG: tim
7 Commenti alla Notizia TIM prova a limare il roaming
Ordina