Gli mp3 gratis non sono morti!

Sono molti i mezzi di informazione che da ieri, dopo la sentenza su Napster, hanno annunciato che la musica gratis online è vietata, che l' mp3 gratis è finito, che Napster ha chiuso e via discorrendo. Esempi di mala-informazione

Roma - E ' sinceramente imbarazzante quello che sta avvenendo in queste ore sui media (Rete compresa) sulla vicenda Napster, dato prematuramente per morto, e sulla "fine degli mp3 gratis su Internet".

La disinformazione è pressoché totale, e con mio sommo stupore non ci sono state ancora eruzioni di orticaria o attacchi di panico e isteria presso le varie associazioni, corporazioni, club e circoli del golf "Santi Tenutari dei bollini blu" dell'informazione corretta e nemici della "cyber-disinformazione".

Fatto sta che chi voleva informazioni veritiere poteva soltanto trovarle on line, sulla stampa di settore, sui siti ufficiali delle aziende interessate, o seguendo la conferenza stampa di Napster. Senza dimenticare che per capire che Napster non era morto bastava, ieri notte ed oggi, lanciare il programma e scoprire che è ancora vivo, pulsa, scarica e scambia musica come prima!
"Assenti" ingiustificati, ancora una volta, i grandi quotidiani cartacei ed i telegiornali dai grandi studi fantascientifici e così poco scientifici, quelli che i bollini blu ce l' hanno (in tinta con le scenografie) così come hanno squadroni di giornalisti pagati e "imbollinati".

Le stesse testate che parlavano di "virus in grado di colpire un computer spento" oggi, nel 2001 "Era New Economy-post new-Economy", insistono nell'usare toni semplicistici e generici per parlare di tutto quel che riguarda Internet. Ignorando perlopiù il quadro complessivo, la situazione reale, quel che avviene nei computer connessi alla rete.
41 Commenti alla Notizia Gli mp3 gratis non sono morti!
Ordina
  • Vorrei invitarvi a riflettere su una cosa.Napster,che ci offre un grandissima possibilità di libero scambio culturale, danneggia le case discografiche, è vero.Ma queste case discografiche sono quelle che hanno portato la musica ad un livello di banalità e cattivo gusto davvero assurdo,sono quelle che continuano a considerarci una massa controllabile tenuta in vita solo per far affluire denaro nelle loro tasche.Non offrono neanche tanti posti di lavoro.Napster le rovina?Bene
    non+autenticato
  • Una breve considerazione da un appassionato musica; si è tanto dibattuto sul concetto che Napster ?froda ? le major per il mancato guadagno senza pensare che invece aiuta a diffondere e a far conoscere meglio molti gruppi, vecchi e nuovi. Come appasionato di musica anni 70 la rete per me rappresenta la migliore e più completa fonte di scambi e di aggiornamento. Inoltre, io come molti altri, non mi accontento di avere degli MP3 nell? hard disk da ascoltare magari mentre lavoro al computer, voglio sentire anche la fisicità della mia passione impilando CD, leggendo i testi,i nomi dei musicisti, la produzione: la musica è cultura che va legata a contesti più ampi che non il solo ascolto.Quando mi trovo a scaricare più Mp3 di un artista e ne rimango attirato allora mi viene spontaneo domandarmi se non è meglio acquistare l?album interessato e godermi, su un buon impianto stereo, un ascolto in qualità.
    non+autenticato
  • ... almeno centocinquanta volte negli articoli che ho letto solo negli ultimi tre anni e solo in Italia.

    CERTI organi di informazione vengono costantemente "foraggiati" da CERTE industrie per scopi altrettanto CERTI.

    C'e' davvero ancora qualcuno che fa finta di non saperlo?
    La pubblicita' (buona E cattiva) e' l'anima del commercio, no?

    Carlo S.
    non+autenticato
  • Il problema sta nei prezzi degli originali che sono tropo alti circa 40.000
    Se i prezzi venissero abbassati a 15-20.000 la pirateria diminuirebbe.
    E poi tutti noi sappiamo che napster è usato da gente che non ne sa un ... di internet difatti ci sono molti altri sistemi e persino migliori visto che supportano il resume, cosa che in napster è stato tolto diversi mesi fa
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)