Bacchettati i motori di ricerca

La FTC americana impone alle aziende che indicizzano la rete di porre in grande evidenza i link sponsorizzati. Per proteggere internet

Roma - Può un motore di ricerca pubblicare i risultati delle ricerche compiute dai propri utenti nel modo che ritiene più opportuno? Secondo la Commissione federale americana sul commercio, la FTC, questo non è legittimo, quantomeno non più.

Dopo undici mesi di rilevazioni sulle pratiche dei più importanti motori e indici della rete, infatti, gli esperti della FTC hanno esposto le linee guida alle quali dovranno attenersi d'ora in poi queste attività online quando inseriranno sulle proprie pagine dei collegamenti ipertestuali a risorse internet che pagano perché questi link vengano visualizzati.

La questione è nota. A caccia di redditività, i motori di ricerca sempre più spesso trovano ottime fonti di utili nell'inserimento di link sponsorizzati in qualche modo "a tema" rispetto alle ricerche compiute dagli utenti. Questo consente a certi siti di ottenere una grande esposizione. Ma, in assenza di una chiara segnalazione che tratti i link sponsorizzati come tali, molti temono che l'utente possa essere arbitrariamente confuso su quali sono le risposte "reali" alla propria ricerca sul motore e quali quelle "sponsorizzate" e dunque posizionate con un preciso scopo promozionale.
Sono queste le considerazioni che la FTC fa proprie, sostenendo che non è più accettabile che i motori adottino per i link pubblicitari formule come "news", "link consigliati", "siti da seguire", "risorse" e via dicendo. Questa terminologia va sostituita con qualcosa di molto più chiaro che consenta all'utente di individuare immediatamente cosa è pubblicità e cosa non lo è.

Quella che sembra una indebita intrusione della FTC nell'attività dei motori non coglie però impreparati i maggiori siti di riferimento. Quasi tutte le grandi aziende del settore, infatti, pongono ormai con una certa evidenza, sia grafica che testuale, i link sponsorizzati, definendoli in alcuni casi proprio con questa terminologia.
TAG: italia
4 Commenti alla Notizia Bacchettati i motori di ricerca
Ordina