SkypeOut con canone flat

Il soft-VoIP della famiglia eBay propone, ad USA e Canada, un canone annuale di abbonamento. Una soluzione flat che fa seguito alle offerte speciali mirate ad accrescere il bacino d'utenza

Roma - Comincia a delinearsi la strategia commerciale di Skype, la VoIP-company che si è fatta conoscere in tutto il mondo con lo slogan "tutto il mondo può parlare gratis": in nord America, a partire dal 2007, il servizio SkypeOut - che consente di chiamare utenze telefoniche tradizionali - finora legato ad un apposito tariffario, sarà proposto ad un costo di abbonamento annuale di 29,95 dollari (poco meno di 23 euro).

Nel segnalare l'offerta Skype informa che, a titolo promozionale, a coloro che aderiranno all'offerta flat entro il 31 gennaio 2007 sarà addebitato un canone scontato del 50%. Don Albert, general manager di Skype per il nord America, sottolinea che anche la tariffa "piena" è comunque "ancora una frazione del tipico prezzo mensile di 25 dollari che gli altri operatori telefonici su Internet applicano per un servizio di chiamate illimitate".

Considerando le piattaforme per le quali il client Skype si è reso disponibile, incluso il mondo Windows Mobile di cui è stata recentemente annunciata la versione 2.2 beta, appare chiaro il target globale cui si rivolge l'azienda del gruppo eBay.
Le ultime notizie sembrano trasmettere una volontà, da parte dell'azienda, di dimostrare il proprio "valore" all'interno del gruppo di cui fa parte da poco più di un anno: la nuova iniziativa commerciale, che ha l'evidente finalità di accattivarsi una clientela peraltro acquisita con una politica promozionale aggressiva (che ha riguardato, in misura diversa, anche il Regno Unito), fa seguito all'annuncio dell'operazione di accentramento che porterà alla riorganizzazione strutturale del marketing (e che ha comportato il sacrificio di alcune country unit - tra cui quella italiana), e che è indubbiamente foriera di un cost saving che all'azienda può solo giovare.

Dario Bonacina
TAG: voip