Niente carcere per il creatore di Winny

Isamu Kaneko, lo sviluppatore del software peer-to-peer più famoso del Giappone, anche se condannato non vedrà la galera. Ma vuole ricorrere alla Corte Suprema per poter sviluppare ulteriormente il proprio P2P

Tokyo - Sembrava volgere al termine l'odissea legale di Isamu Kaneko, lo sviluppatore di Winny, il software peer-to-peer più famoso del Giappone, e invece il giudice del riesame della Corte di Kyoto ha deciso mettere in imbarazzo la Procura, annullando la precedente sentenza. Lo scorso luglio, a due anni dall'arresto, erano piovuti sulla testa di Kanedo un anno di galera e una multa da 10mila euro.

La sentenza era chiara: Kaneko era stato considerato colpevole di aver creato un software che "promuove la violazione del diritto d'autore". Una sentenza che ha rappresentato il primo caso del genere, quello in cui uno sviluppatore software è stato chiamato a scontare direttamente i comportamenti illegali degli utenti di un proprio applicativo.

Il giudice Makoto Rimuro, nel cancellare la parte detentiva della pena, si è espresso diversamente rispetto all'ultima Corte, pur riconoscendo che "la realizzazione del software avrebbe favorito la violazione delle norme sul diritto d'autore". "Circa il 90% dei file scambiati su Winny sono stati illegalmente copiati", ha sottolineato Rimuro. "E altresì vero che l'imputato ha avuto la necessità e la possibilità di costruire un nuovo modello di business come tecnico specializzato", ha aggiunto il Giudice sottolineando quindi le ragioni della clemenza della Corte.
Kaneko ha dichiarato subito dopo l'udienza di non essere soddisfatto e di aver deciso di appellarsi alla Corte Suprema. "Non sono d'accordo con il verdetto. In questo modo non mi sarebbe data la possibilità di sviluppare ulteriormente la mia tecnologia", ha dichiarato Kaneko.

La Difesa continua a sostenere una totale e completa innocenza. "La sentenza non chiarisce ancora se Winny debba essere considerata uno strumento come un coltello da cucina - che può essere utilizzato per cucinare o per uccidere - oppure una vera e propria arma", ha dichiarato Hisamichi Okamura, avvocato specializzato nel settore IT.

Il professor Hisashi Sonoda della Konan Law School, si è detto preoccupato dei possibili effetti di questa sentenza sullo sviluppo software. "Winny è basato su tecnologie avanzate. È un peccato che sia stato dichiarato uno strumento criminale. Penso proprio che il verdetto creerà problemi in futuro".

Dario d'Elia
11 Commenti alla Notizia Niente carcere per il creatore di Winny
Ordina
  • Come da titolo, le persone cambiano posizione geografica,ma hanno sempre la stessa testa di ...bip, sempre a discutere del solito problema: illegale il programma non chi ne fà un uso illegale (tralasciando che illegale è scaricare materiale protetto e bla, bla, bla). Io non ho mai visto mettere sotto accusa la Honda per le morti causa incidenti o gli architetti per i suicidi dai palazzi che ci sono in Giappone! E poi, ora che le Major osannano i bittorrent, come si fà a giudicare illegali i prog di filesharing???? Son pazzi....PerplessoPerplessoPerplesso
    non+autenticato
  • Un sistema di P2P non ha un uso univoco, come puo' (condizionale d'obbligo: niente mi vieta di usare una pistola come martello; e' solo che non e' il suo _scopo_) essere nel caso di un'arma.

    Un sistema di P2P e' semplicemente un sistema di trasporto dei contenuti. A 'sto punto, dato che le poste vengono usate per l'interscambio di materiale pericoloso o illegale, sono da mettere immediatamente fuori legge.

    Perche' ho l'impressione che accendere il cervello sia una cosa sempre meno praticata?

    k1
    non+autenticato
  • ...in giappone e non solo stanno passando tutti a
    share con buona pace di winny Sorpresa
  • Che io sappia Share nasce come prosecuzione del progetto di Winny..ed inoltre, anche in jap kor chn direi che è più usato il mulo..comunque sia, spero che Kaneko ottenga giustizia, e possa riprendere a lavorare tranquillamente.
    Ciao
  • Esattamente,
    Share EX ha superato winny, inoltre con share non devi settare l'os in nippo perche' supporta unicode nativamente e i menu si possono pure tradurre anche in italiano volendo, essendo basati su file di testo!
    Certo, per cose un po piu' vecchie, winny rimane ancora una buona sorgente, ma per le cose piu' recenti va benissimo anche share e funziona molto bene anche in termini di velocita' (cosa che non potrei dire con winny)!Sorride

    Tuttavia, spero anche io che kaneko riesca ad ottenere il permesso di continuare lo sviluppo di winny!

    Micchan
    non+autenticato
  • Scusa la mia ignoranza... ma come si prende Share ex?
    Sgabbio
    26177

  • - Scritto da: Sgabbio
    > Scusa la mia ignoranza... ma come si prende Share
    > ex?

    http://uguu.org/share/


    Micchan
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Esattamente,
    > Share EX ha superato winny,

    Share e' il successore di Winny, il metodo di anonmizzazione e' identico e le prime versioni erani identiche spiaccicate;
    Di per contro manca la bbs ed e' stato introdotto il sistema di valutazione degli utenti che credo nessuno abbia mai utilizzato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: CoreDump
    > ...in giappone e non solo stanno passando tutti a
    > share con buona pace di winny Sorpresa

    lo uso anch'io perche le velocita' di download sono elevatissime, bisogna solo litigare con la tastiera ime e usare un buon traduttore.
    Unico problema, essendo una rete anonima ispirata a freenet c'e una quantita' spropositata di pedoporno e bisogna stare mooolto attenti alle pessime traduzioni dei nomi dei files.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: CoreDump
    > > ...in giappone e non solo stanno passando tutti
    > a
    >
    > > share con buona pace di winny Sorpresa
    >
    > lo uso anch'io perche le velocita' di download
    > sono elevatissime, bisogna solo litigare con la
    > tastiera ime e usare un buon
    > traduttore.
    > Unico problema, essendo una rete anonima ispirata
    > a freenet c'e una quantita' spropositata di
    > pedoporno e bisogna stare mooolto attenti alle
    > pessime traduzioni dei nomi dei
    > files.

    Bè tieni conto che le velocità sono elevatissime
    perchè in giappone hanno un pochettino più banda
    di noi A bocca aperta comunque è un ottimo software e con
    le dovute evoluzioni potrebbe essere preso in
    considerazione non solo dai giapponesi, per
    quanto riguarda il pedoporno è vero quello che
    dici ma lo stesso problemo lo hai sul mulo solo
    che su share non rischi di metterti in coda
    alla polpost attivata da qualche politico in
    cerca di fama e chi vuol intendere intenda Occhiolino

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: CoreDump
    > > ...in giappone e non solo stanno passando tutti
    > a
    >
    > > share con buona pace di winny Sorpresa
    >
    > lo uso anch'io perche le velocita' di download
    > sono elevatissime, bisogna solo litigare con la
    > tastiera ime e usare un buon
    > traduttore.
    > Unico problema, essendo una rete anonima ispirata
    > a freenet c'e una quantita' spropositata di
    > pedoporno e bisogna stare mooolto attenti alle
    > pessime traduzioni dei nomi dei
    > files.
    Pedoporno buono o cattivo? Nel senso bambine jappe (perché sono jappe vero?) violentate e seviziate o consenzienti?