Windows Vista e pirati, blitz a Napoli e Roma

Carabinieri e GdF

Roma - Due distinte azioni si sono compiute nelle scorse ore per colpire organizzazioni diverse dedite alla duplicazione illegale di musica, software ed altri materiali finalizzata allo spaccio di supporti abusivi sul mercato nero.

La prima nella capitale ha portato la Guardia di Finanza a sequestrare decine di migliaia di CD e DVD che contenevano film, musica e software. Molti supporti, hanno spiegato gli inquirenti, contenevano copie illegali di Windows Vista, il sistema operativo Microsoft. Nell'operazione sono stati denunciati 11 persone, 5 dei quali italiani. Secondo la GdF l'organizzazione prevedeva la vendita abusiva delle opere nel centro di Roma. Altre indagini collegate sono in corso.

Da Napoli, invece, si apprende che i Carabinieri hanno posto sotto sequestro un laboratorio di duplicazione illegale dotato di 43 masterizzatori. Sono state arrestate due persone che si ritiene gestissero la centrale. Nei locali sono stati individuati 5mila supporti con contenuti pirata.
23 Commenti alla Notizia Windows Vista e pirati, blitz a Napoli e Roma
Ordina
  • vi pongo solo una domanda:

    e' dignitoso che william gates 3 abbia cosi'tanti miliardi, di cui non sa cosa farsene, tanto che non ha il tempo per goderseli, mentre c'e' gente che per arrivare a fine mese fa i salti mortali, c'e' gente agli angoli delle strade di Roma che vivono in un sacco a pelo o nei cartoni all'agghiaccio ? c'e' gente che crepa di fame e chi ha cosi' tanti miliardi che potrebbero essere usati per risanare l'economia mondiale.

    e' giusto che ci sia gente che puo' permettersi il lusso di decidere le sorti non di un paese, ma di poter mettere 5000 e passa lavoratori in mezzo ad una strada se il ministro belga non avesse ritirato l'accordo per l'installazione di gnu/linux sui computer della pubblica amministrazione belga ?

    e' lodevele il fatto che si arrivi a ricattare e a dire quando la lettera e' stata resa nota, che non era mai stata scritta da william gates 3 ?

    e giusto che william gates 3 tramite i ceo della microsoft faccia proselity di capilitalismo ?

    affamare la gente, lasciarla emarginata, agli angoli delle strade, senza un lavoro quando ci sono miliardari che possono vivere senza lavorare ?

    e' dignitoso cio' ?

    saluti paolo del bene
  • chi usa pirata di windows vista in italia e' completamente legale!!!
    secondo me non e' una pirateria se non e' in commercio in italia!!!
    io penso che sia e' cosi!!!
    ciaooo

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > chi usa pirata di windows vista in italia e'
    > completamente legale!!!
    >
    > secondo me non e' una pirateria se non e' in
    > commercio in
    > italia!!!
    > io penso che sia e' cosi!!!
    > ciaooo
    >

    secondo questo bizzarro ragionamento allora qualsiasi cosa che non e' in commercio in italia si puo' vendere illegalmente senza controllo.

    ma che dici ?!?A bocca aperta

    E poi chi ti ha detto che Vista non e' in vendita in italia?

    O.
    non+autenticato
  • cdo
    La sapete l'ultima?
    Svista non gira com maicrosoftessquelleserver...
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    Che branco di niubbi!
    E pensare che c'è gente che lo paga!
    Leggete quà
    http://money.cnn.com/2006/12/14/magazines/business...
    Sono arrivati sulla CNN...
    uahuahuah...
    Ma si può essere peggio di così?..
    Sechiure trustuorti.... ma per favooooreeee!
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • E pensare che la gente non pensa altro che chiedersi quando esce vista al pubblico !
    non+autenticato
  • Vista già si trova online, controllate i tracker torrent.

    E comunque ancora non capisco chi sono quegli idioti che comprano ancora i CD masterizzati. In questo caso concordo con la legge Urbani: vanno puniti severamente (non tanto per la violazione del diritto d'autore, quanto per l'ignoranza).

    Comunque invito tutti a contribuire a ReactOS, così ci togliamo pure il problema delle copie pirata scaricate: www.reactos.org

    Marco Ravich
    non+autenticato
  • Io invece ancora non capisco chi sono questi idioti che pagano il pizzo alla multinazionale di gates.
    non+autenticato
  • Mi scuso intanto per la compressione stile SMS del titolo, ma o lo tranciavo brutalmente senza far capire nulla, o sacrificavo l'italiano. Saluti all'italiano.

    Comunque tornando all'argomento.

    Perché non si è scelto piuttosto, di far "passare" alcune di queste copie pirata, di cui MS in primis, conosce benissimo i numeri di serie (o IL numero di serie), in modo da aspettare poi il pirata (perché chi compra Windows pirata al 99% ha CHIESTO Windows pirata, non raccontiamoci balle, grazie) al varco, al primo aggiornamento, o alla prima connessione ad internet, in modo da dare anche l'esempio che Windows NON si pirata più?

    Così come al solito hanno preso qualche pescetto ad uso e consumo della stampa e forse di qualche TG. Ma ormai non ci fa più caso nessuno. La bancarella con i CD pirati è sempre li all'angolo. Al limite cambia il "colore" dello straniero che li vende.
    non+autenticato
  • "(perché chi compra Windows pirata al 99% ha CHIESTO Windows pirata, non raccontiamoci balle, grazie)"

    Eh in quale negozio si vende windows pirata? asd
    è ancora in beta questo windows?
    Bah se uno vuole windows crackato se lo scarica, non va certo a pagarlo in un negozio
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > "(perché chi compra Windows pirata al 99% ha
    > CHIESTO Windows pirata, non raccontiamoci balle,
    > grazie)"
    >
    > Eh in quale negozio si vende windows pirata? asd
    > è ancora in beta questo windows?
    > Bah se uno vuole windows crackato se lo scarica,
    > non va certo a pagarlo in un
    > negozio

    ma dove vivete si compra in tutti. se compri un assemblato il negoziante ti chiede se vuoi o no la licenza (se non la vuoi ti fa pagare solo l'installazione). Se uno vuole un sistema operativo crackato probabilmente non ne ha uno ci hai mai pensato?
    non+autenticato
  • a) sebbene siamo sulla strada giusta, non siamo ancora come gli usa dove si puo' violare la privacy di un utente tracciandolo quando si collega ad internet, come dicevi tu tramite i seriali, per cazzate del genere. gia' cosi' e' uno scempio.
    saluti alla privacy

    b) non hanno preso qualche pescetto. il pescetto e' il tizio che te lo vende all'angolo della strade e che ci guadagna la tua elemosina dalla vendita del cd singolo. quelli da punire sono coloro che forniscono a quest'ultimo e che si fanno i grandi soldi sullo pseudolavoro di copiare cd. questa e' criminalita' perche' e' a fine di lucro. ed il lucro e' tanto.

    - Scritto da:
    > Mi scuso intanto per la compressione stile SMS
    > del titolo, ma o lo tranciavo brutalmente senza
    > far capire nulla, o sacrificavo l'italiano.
    > Saluti
    > all'italiano.
    >
    > Comunque tornando all'argomento.
    >
    > Perché non si è scelto piuttosto, di far
    > "passare" alcune di queste copie pirata, di cui
    > MS in primis, conosce benissimo i numeri di serie
    > (o IL numero di serie), in modo da aspettare poi
    > il pirata (perché chi compra Windows pirata al
    > 99% ha CHIESTO Windows pirata, non raccontiamoci
    > balle, grazie) al varco, al primo aggiornamento,
    > o alla prima connessione ad internet, in modo da
    > dare anche l'esempio che Windows NON si pirata
    > più?
    >
    > Così come al solito hanno preso qualche pescetto
    > ad uso e consumo della stampa e forse di qualche
    > TG. Ma ormai non ci fa più caso nessuno. La
    > bancarella con i CD pirati è sempre li
    > all'angolo. Al limite cambia il "colore" dello
    > straniero che li
    > vende.
    1016

  • - Scritto da: outkid
    > a) sebbene siamo sulla strada giusta, non siamo
    > ancora come gli usa dove si puo' violare la
    > privacy di un utente tracciandolo quando si
    > collega ad internet, come dicevi tu tramite i
    > seriali, per cazzate del genere. gia' cosi' e'
    > uno
    > scempio.
    > saluti alla privacy
    >
    > b) non hanno preso qualche pescetto. il pescetto
    > e' il tizio che te lo vende all'angolo della
    > strade e che ci guadagna la tua elemosina dalla
    > vendita del cd singolo. quelli da punire sono
    > coloro che forniscono a quest'ultimo e che si
    > fanno i grandi soldi sullo pseudolavoro di
    > copiare cd. questa e' criminalita' perche' e' a
    > fine di lucro. ed il lucro e'
    > tanto.
    >
    > - Scritto da:
    > > Mi scuso intanto per la compressione stile SMS
    > > del titolo, ma o lo tranciavo brutalmente senza
    > > far capire nulla, o sacrificavo l'italiano.
    > > Saluti
    > > all'italiano.
    > >
    > > Comunque tornando all'argomento.
    > >
    > > Perché non si è scelto piuttosto, di far
    > > "passare" alcune di queste copie pirata, di cui
    > > MS in primis, conosce benissimo i numeri di
    > serie
    > > (o IL numero di serie), in modo da aspettare poi
    > > il pirata (perché chi compra Windows pirata al
    > > 99% ha CHIESTO Windows pirata, non raccontiamoci
    > > balle, grazie) al varco, al primo aggiornamento,
    > > o alla prima connessione ad internet, in modo da
    > > dare anche l'esempio che Windows NON si pirata
    > > più?
    > >
    > > Così come al solito hanno preso qualche pescetto
    > > ad uso e consumo della stampa e forse di qualche
    > > TG. Ma ormai non ci fa più caso nessuno. La
    > > bancarella con i CD pirati è sempre li
    > > all'angolo. Al limite cambia il "colore" dello
    > > straniero che li
    > > vende.

    Si, ma così come l'autovelox ti scatta la foto quando superi i limiti di velocità, la MS ti fa scaricare gli aggiornamenti solo se hai Windows originale. Quando non ti fa scaricare gli aggiornamenti lo sa già che non ce l'hai autentico. Come per l'autovelox che segna il numero di targa, qui si potrebbe segnare IP e numero di serie. Poi ci penserebbero le autorità competenti, così come ci pensa la stradale per i tipi dal piede pesante, a rimettere in riga i furbatti, e la privacy sarebbe tranquilla e salvaguardata, senza tanti problemi.
    non+autenticato
  • Si ma ci sono ancora tanti problemi da risolvere anche tracciando l'ip e il seriale.. chi punire?

    Il proprietario del pc? L'utilizzatore?

    Per le auto si chiede di dichiarare chi guidava al momento della foto dell'autovelox e in caso non si sappia si multa l'intestatario della vettura.

    Per i pc non si può fare lo stesso. Credo sia difficile ottenere un mandato di perquisizione solo con un ip e un seriale (specie x la quantità di denuncie che dovrebbe fare la MS in tutto il globo). E poi ci sarebbero grossi problemi sui temi della privacy.

    Se la MS non si attrezza a proteggersi adeguatamente o magari (cosa che spero) abbassasse il prezzo delle licenze molta gente pur di non dover cambiare crack ogni settimana un pensierino sulla licenza originale ce lo farebbe di sicuro.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Si ma ci sono ancora tanti problemi da risolvere
    > anche tracciando l'ip e il seriale.. chi
    > punire?
    >
    > Il proprietario del pc? L'utilizzatore?
    >
    > Per le auto si chiede di dichiarare chi guidava
    > al momento della foto dell'autovelox e in caso
    > non si sappia si multa l'intestatario della
    > vettura.
    >
    > Per i pc non si può fare lo stesso. Credo sia
    > difficile ottenere un mandato di perquisizione
    > solo con un ip e un seriale (specie x la quantità
    > di denuncie che dovrebbe fare la MS in tutto il
    > globo). E poi ci sarebbero grossi problemi sui
    > temi della
    > privacy.
    >
    > Se la MS non si attrezza a proteggersi
    > adeguatamente o magari (cosa che spero)
    > abbassasse il prezzo delle licenze molta gente
    > pur di non dover cambiare crack ogni settimana un
    > pensierino sulla licenza originale ce lo farebbe
    > di
    > sicuro.

    Si fa come si fa per gli altri reati informatici.
    Per quanto riguarda i prezzi... beh in un monopolio ognuno (UNO) fa i prezzi che vuole.
    non+autenticato
  • NO! Nel caso dell'autovelox sono le autorità a "prendere" il numero di targa, non un'azienda.

    nel caso dell'IP è l'azienda che segnala alle autorità, e questo non va bene, perchè in linea teorica, come si fa a sapere se quell'indirizzo ip DAVVERO quel giorno apparteneva ad una macchina con windows piratato?


    Se un poliziotto vede un'auto investire un pedone e scappare, prende la targa e l'indomani le autorità sono a casa del criminale. se io denuncio la targa del mio vicino come pirata stradale, il fatto è tutto da dimostrare!
  • il discorso mi sembra piuttosto idiota. Per parecchi motivi.
    Evviva le multinazionali salveranno il mondo!

    Firmato: Utente di windows xp free-license
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Mi scuso intanto per la compressione stile SMS
    > del titolo, ma o lo tranciavo brutalmente senza
    > far capire nulla, o sacrificavo l'italiano.
    > Saluti
    > all'italiano.
    >
    > Comunque tornando all'argomento.
    >
    > Perché non si è scelto piuttosto, di far
    > "passare" alcune di queste copie pirata, di cui
    > MS in primis, conosce benissimo i numeri di serie
    > (o IL numero di serie), in modo da aspettare poi
    > il pirata (perché chi compra Windows pirata al
    > 99% ha CHIESTO Windows pirata, non raccontiamoci
    > balle, grazie) al varco, al primo aggiornamento,
    > o alla prima connessione ad internet, in modo da
    > dare anche l'esempio che Windows NON si pirata
    > più?
    >
    > Così come al solito hanno preso qualche pescetto
    > ad uso e consumo della stampa e forse di qualche
    > TG. Ma ormai non ci fa più caso nessuno. La
    > bancarella con i CD pirati è sempre li
    > all'angolo. Al limite cambia il "colore" dello
    > straniero che li
    > vende.

    Ma siamo sicuri che hanno sequestrato Vista "finale"? Magari era una beta! ihihihihihihi!!!
  • >Perché non si è scelto piuttosto, di far "passare" alcune di queste copie pirata [...],in modo da aspettare poi il pirata [...] al varco...

    Per il semplice motivo che alla nostra Guardia di Finanza non frega niente che il software "pirata" sia dello zio Bill o meno, a loro interessa il fatto che su quel software chi l'avrebbe acquistato non avrebbe pagato nell'ordine:
    - diritti d'autore;
    - IVA 20%;
    - tasse.

    Poi forse un misero pensiero l'hanno anche fatto allo zio Bill, ma solo marginale "... chi vuoi che se ne frega, tanto lui di soldi ne ha quanti ne vuole!"

    Ricordatevi sempre che la guerra alla pirateria da parte dello stato (italiano), non ha come scopo combattere il fenomeno e proteggere le opere altrui, ma solo quella di evitare di non incamerare dindini (per lo stato stesso).