Opera 9.1, nemico giurato dei phisher

Da ieri è possibile scaricare l'ultima versione del famoso browser gratuito, che introduce un nuovo e più avanzato meccanismo antiphishing

Oslo - Il famoso browser norvegese Opera è giunto alla nuova versione 9.1, una release che introduce come novità di spicco un sistema antiphishing completamente nuovo. La Fraud Protection, come la chiama Opera Software, è una tecnologia che esegue controlli sugli indirizzi e le pagine web in tempo reale. Il sistema si appoggia sui servizi offerti da GeoTrust, un fornitore di certificati digitali, e PhishTank, progetto collaborativo avviato da OpenDNS.com, che gestisce un database aggiornato delle truffe online segnalate dagli utenti.

La protezione offerta da Opera 9.1, che rafforza i filtri antifrode già introdotti a partire dalla versione 8, verifica ogni indirizzo immesso nel browser con il database di PhishTank: se la URL risulta nella lista nera online, Opera avvisa l'utente del pericolo che sta correndo e blocca l'accesso al sito. Di default questo nuovo livello di difesa è però disattivato, ed occorre abilitarlo dalle opzioni di sicurezza del browser.

A differenza del sistema antiphishing incluso in Internet Explorer 7, che mantiene una black list in locale e la aggiorna diverse volte ogni ora, la Fraud Protection esegue il controllo in tempo reale per ogni singolo URL. Anche Firefox 2 offre una simile funzionalità (appoggiandosi al servizio Google Safe Browsing), ma come succede con Opera, per sfruttarla occorre abilitarla manualmente: di default, il browser open source si avvale di una black list locale aggiornata periodicamente.
PhishTank permette a chiunque di segnalare, verificare e tracciare gli attacchi di phishing, inoltre implementa un sistema di voto per ridurre al minimo i falsi positivi. Il servizio fornisce anche delle API gratuite che permettono agli sviluppatori di implementare filtri antiphishing all'interno delle loro applicazioni. La società che gestisce il servizio, la già citata OpenDNS, è divenuta particolarmente celebre tra gli utenti italiani di Internet in seguito ai recenti problemi che hanno afflitto buona parte della connettività ADSL nazionale.

Opera si è sempre distinto dagli altri browser in quanto a innovazioni e numero di funzionalità offerte, funzionalità che oggi comprendono motore di widget, client BitTorrent, gestore di sessioni, note, mouse gesture, funzioni vocali, client IRC, modalità di visualizzazione ridotta (per simulare lo schermo di un telefono cellulare), e modalità chiosco (per utilizzare il browser su computer condivisi in luoghi pubblici). Altri browser, Firefox in primis, adottano invece un approccio modulare, preferendo delegare l'implementazione delle funzionalità non essenziali a plug-in ed estensioni.

Opera 9.1 può essere scaricato da qui nella versione inglese o internazionale (comprendente anche la lingua italiana).
27 Commenti alla Notizia Opera 9.1, nemico giurato dei phisher
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)