Apple/ Cosa porterà la Befana?

di D. Galimberti - Una panoramica su alcune delle novità più attese o chiacchierate che Apple dovrebbe lanciare nell'arco del prossimo anno, a partire dall'expo di gennaio

Roma - Quello che si sta chiudendo è stato per Apple un anno rivoluzionario. Come ho già avuto modo di evidenziare, in poco più di sei mesi è stata completata una transizione - quella all'architettura x86 - che molti ritenevano impossibile, e nonostante i dubbi e le paure di molti utenti (per molti versi giustificate), il cambio di processore ha avuto esiti più che positivi.

Certo, non si può dire che tutto sia filato liscio da subito: le nuove macchine, soprattutto quelle riviste anche sotto il profilo estetico, come il MacBook, sono nate con qualche problemino di gioventù, ma nonostante questo gli ultimi dati di vendita, e i relativi risultati finanziari, evidenziano che Apple è in forte crescita, sia come CPU vendute che come quota di mercato, ed è proprio il MacBook a guidare la classifica delle vendite Apple.

Anche dal punto di vista del software, dopo un fisiologico periodo iniziale in cui le applicazioni per MacIntel scarseggiavano, e Rosetta (con i suoi limiti) la faceva da padrona, ora le cose vanno decisamente meglio. Anche uno dei maggiori assenti tra le applicazioni Universal Binary, Photoshop, nei giorni scorsi è stato rilasciato in versione beta per i nuovi Mac, e dalle prime prove sembrerebbe che sia stato fatto un ottimo lavoro da parte di Adobe. In realtà ci sono ancora applicazioni che girano solo sotto Classic (fortunatamente molto poche... di indispensabili per certi lavori ne conosco solo un paio) e chi ancora le utilizza dovrà trovare delle alternative, perché l'ambiente Classic non è disponibile per la versione x86 di Mac OS X, anzi, è probabile che possa sparire anche dalla versione PPC con l'arrivo di Leopard.
Ma abbandoniamo per un attimo quello che è successo durante l'anno e concentriamoci su quello che potrà riservarci il 2007. Se sembra ormai certo il lancio dell'iPhone (che sicuramente avrà un altro nome, visto che l'iPhone è già stato lanciato sul mercato da Cisco), ci sono forti dubbi sulla data della presentazione e relativa immissione sul mercato. Alcune voci parlano di due modelli: il primo "semplice", in vendita già dalla primavera, il secondo più simile ad uno smartphone ma disponibile solo dalla prossima estate. Questo secondo modello potrebbe avere uno schermo wide e chiudere il cerchio con le altre indiscrezioni che parlavano di un iPod wide-screen. Resta da chiedersi che sistema operativo potrebbe utilizzare un eventuale smartphone Apple: versione ampliata del software che governa l'iPod, o qualcosa di nuovo "derivato" da Mac OS X e potenzialmente installabile anche su altri dispositivi portatili (come riportano le ultime indiscrezioni)? Quello che è certo è che l'iPod sta vendendo ancora molto bene, e anche le vendite di iTunes Store procedono bene, nonostante alcuni studi mal interpretati lasciassero intendere il contrario.

Parlando di notizie più concrete, durante l'expo di San Francisco, che si terrà tra l'8 e il 12 gennaio, verranno sicuramente mostrati maggiori dettagli sulla nuova versione di Mac OS X, nota con il nome in codice Leopard. Tra le possibili novità non ancora svelate potrebbe esserci l'adozione del filesystem ZFS.

Sviluppato da Sun e pubblicato sotto licenza open source, ZFS offre diverse caratteristiche interessanti, alcune delle quali sembrano convergere verso le funzionalità che saranno implementate in Leopard. Per esempio, con lo ZFS nessun blocco del disco che contiene dati "attivi" viene mai sovrascritto (spazio permettendo e salvo esplicita richiesta): questo consente di memorizzare ogni variazione dei dati e di recuperarli in ogni momento; se aggiungete un'interfaccia ad-hoc per sfruttare questa potenzialità, avrete ottenuto la Time Machine di Leopard.

Un'altra caratteristica di ZFS è quella di lavorare su volumi virtuali che possono essere composti anche da più hard disk: una sorta di configurazione RAID integrata nel filesystem. Ci sono poi altre caratteristiche interessanti, che vanno dall'ottimizzazione della gestione dei file di piccole dimensioni fino alla massima capacità gestibile (è un filesystem a 128 bit, quindi puo' maneggiare una mole di dati infinitamente superiore a quella degli attuali filesystem a 64 bit).

Il supporto a questo filesystem è dato ormai per certo visto che è presente nell'applicazione di gestione dei dischi dell'ultima build di Leopard. Resta da capire se verrà integrato direttamente nel sistema (con relativi benefici al funzionamento del sistema stesso), o sarà disponibile solo a livello di compatibilità in lettura/scrittura, magari proprio per gestione dei supporti di backup.

Tornando a parlare di notizie per certi versi più frivole, l'expo di inizio 2007 dovrebbe svelare qualche ulteriore dettaglio anche sul fantomatico iTV. Qualcuno ha notato come un prodotto del genere potrebbe sovrapporsi al Mac-mini, soprattutto se il prezzo di iTV dovesse essere concorrenziale.

Per chi non ne avesse ancora sentito parlare, iTV (nome ancora provvisorio) dovrebbe essere una sorta di media-extension, ovvero un dispositivo che fa da ponte tra i dati memorizzati sul proprio computer, che magari si trova nello studio o in camera, e i dispositivi per usufruirne comodamente in salotto (televisore e impianto audio). iTV sarà verosimilmente controllato con un'interfaccia simile a Front Row e un Apple Remote, sarà dotato di connettori RCA, porta HDMI, uscite audio ottiche, porta ethernet e possibilità di collegamento Wi-Fi: quest'ultimo punto, in relazione alla necessità di prelevare in tempo reale i dati per un segnale video, lascia intendere che Apple si appresti ad adottare lo standard 802.11n. iTV sarà legato a doppio filo con la vendita online di film e contenuti video in genere: sull'iTunes Store americano, per esempio, si possono trovare le più famose serie televisive, e per il 2007 ci si aspetta che gli stessi prodotti vengano messi in vendita anche sugli altri store.

Un'ulteriore potenzialità di iTV potrebbe essere la capacità di eseguire dei semplici videogame, come quelli attualmente in vendita per l'iPod. L'interesse di Apple verso questo settore sarebbe testimoniata dall'assunzione di personale esperto del campo e dalle dichiarazioni di alcuni analisti del settore.
Fatte tutte queste premesse, un'osservazione nasce spontanea: iTV dovrà avere un prezzo accessibile, perché in caso contrario verrebbe cannibalizzato dal Mac mini, che può fare tutto questo e anche molto di più.

In definitiva, di notizie che potrebbero scaldare l'atmosfera dell'expo ce ne sono parecchie, e a quello che abbiamo detto potrebbero aggiungersi dei probabili aggiornamenti hardware (come l'adozione dei processori quad-core e l'introduzione di tastiere con iPod-dock integrato) e le canoniche nuove release di iLifè07, iWork'07 e gli altri software.

Domenico Galimberti
(Per contattare l'autore scrivere alla redazione)

127 Commenti alla Notizia Apple/ Cosa porterà la Befana?
Ordina
  • Della serie "alla Apple si sono detti: almeno una volta dobbiamo anche noi fare qualcosa di veramente ORRENDO!" Con la lingua fuoriA bocca aperta
    non+autenticato
  • Una cosa orrenda l'hanno già fatta ed è la cassa per ipod, orrenda nella forma ed oscena nel prezzo
    non+autenticato
  • basta non comprarla
    non+autenticato
  • Un Natale di inferno e un anno da incubo a chi si riconosce o riconosce altri in queste categorie:

    linari, winari, macachi

    Burp
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Un Natale di inferno e un anno da incubo a chi si
    > riconosce o riconosce altri in queste categorie:
    >
    >
    > linari, winari, macachi
    >
    > Burp
    Ah, be', io sono un troll agnostico e considero gli altri dei luser fanatici e lobotomizzati.
    Ti ho fregato.
    Angioletto GeekA bocca apertaTroll chiacchieroneTroll chiacchieroneTroll occhi di fuoriTroll occhiolinoTroll di tutti i coloriA bocca apertaRotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Un Natale di inferno e un anno da incubo a chi si
    > riconosce o riconosce altri in queste categorie:
    >
    >
    > linari, winari, macachi
    >
    > Burp

    tutto tutto, niente niente!
    sgnauzzzzzzzzzz!

    A.Albanese
    non+autenticato
  • E gli utenti BSD? E Amiga? E NeXTStep? E BeOS?
    non+autenticato
  • ahahahah
    divertente il video
    vabè spero tu fossi ironico !!!
    Nel video si ironizza sul fatto che vista sarà la copiella di macos...
    Se eri ironico scusami che non ti ho capito!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > E' MacOSX a copiare da Vista, e qui c'è la prova
    >
    > http://video.on.nytimes.com/ifr_main.jsp?nsid=a28e

    Il link non funge, in questo momento, ma l'ho cercato dal form di ricerca sul sito e l'ho trovato...


    ... E' PERFIDO!!! AngiolettoIndiavolatoRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    ...quando dice che una particolare feature NON è copiata dal Mac perché il Mac l'ha nell'angolo superiore DX e Vista invece in quello inferiore SX ho ghignato malignamente e di gusto A bocca apertaAngioletto
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > > E' MacOSX a copiare da Vista, e qui c'è la prova
    > >
    > http://video.on.nytimes.com/ifr_main.jsp?nsid=a28e
    >
    > Il link non funge, in questo momento, ma l'ho
    > cercato dal form di ricerca sul sito e l'ho
    > trovato...
    >
    >
    > ... E' PERFIDO!!! Angioletto
    >IndiavolatoRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    >
    > ...quando dice che una particolare feature NON è
    > copiata dal Mac perché il Mac l'ha nell'angolo
    > superiore DX e Vista invece in quello inferiore
    > SX ho ghignato malignamente e di gusto A bocca aperta
    >Angioletto

    io ho ghignato di più quando diceva "widget... gadget... widget... gadgets... is't not the same"
    non+autenticato
  • il successo planetario della Apple si evince anche da questo forum , ormai si e' creata una sorta di barriera tra il vulgo, la massa che ormai ristagna, vive di gossip,incantesimi e compra solo quel che la tv (ormai moribonda) propina e una nuova generazione di persone accorte, ormai talmente distanti che ormai non si prendono nemmeno la briga di replicare.
    Sono felice per Apple che ora ha una forte liquidita' grazie ai titoli che volano, una rinnovata credibilita' e per quello che vale la mia stima per essere riuscita a completare una transizione impossibile in meta' del tempo ritenuto umanamente possibile quando in societa' concorrenti gli anni si sprecano
    Invito tutti i troll, nerd, ragazzini grassocci con merendina al seguito a farsi un regalo per natale e provare una sola volta nella vita il meno costoso hardware Apple disponibile, l'ipod shuffle 2. Usatelo, provatelo, analizzate la maniacale attenzione al dettaglio e la qualita' e poi sfido chiunque a tornare a comprare roba creata (non costruita perche' sono piu' bravi degli americani) da koreani o cinesi.    


    saluti e auguri

    non+autenticato
  • Lo Shuffle 2? No grazie. Manca di display e quando la batteria va in malora lo devi portare in assistenza Apple. Bella roba. Ovviamente i troll, i nerd, i ragazzini grassocci con merendina al seguito nella tua ottica di un mondo pulito made in Jobs fanno tutti schifo. L'unica cosa di maniacale dei prodotti Apple sono le persone come te. Ah, il progetto dello Shuffle 2 è guidato da un ingegnere cinese e prodotto a Taiwan.
    Ah sì, gli auguri... oltre al buon anno ti auguro di ricevere in regalo un buon prodotto multimediale non Apple.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Lo Shuffle 2? No grazie. Manca di display

    veramente ti ha chiesto di provarlo non di aprire la bocca e dare fiato, che pare sia lo sport del momento, io l'ho preso e sinceramente il bello e' proprio l'assenza di display. Lo indossi come una spilla e lo controlli senza dover guardare anche quando sei in palestra, sui mezzi o quando fai footing. NON PESA NULLA, incredibile



    > quando la batteria va in malora lo devi portare
    > in assistenza Apple.

    scusate ma non resito

    ROTFL!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


    Ah, il progetto dello Shuffle 2
    > è guidato da un ingegnere cinese e prodotto a
    > Taiwan.

    il design e' fatto SEMPRE nei laboratori di Cupertino, poi viene assemblato in cina (come fanno tutti del resto)


    ciao
    non+autenticato
  • Ma guarda che tocca leggere ... come se la presenza del display ne rendesse obbligatoria la visione ... questo fanboysmo è veramente patetico !

    Ciao,
    Piwi
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma guarda che tocca leggere ... come se la
    > presenza del display ne rendesse obbligatoria la
    > visione ... questo fanboysmo è veramente patetico
    > !

    mmm meno male che hanno innalzato la scuola dell'obbligo , LOL se volete trollare trollate pure ma io leggo e comprendo che l'autore intendeva che l'ipod shuffle e' una spilla cioe' leggerissimo e minuscolo, con il display sarebbe stato piu' ingombrante , e' adatto a chi fa sport e deve muoversi o chi vuole addosso qualcosa di stiloso poi se uno vuol mettersi addosso 2kg di lettore koreano stroboscopico e andare a correre e' libero di farlo overLOL

    PS alla fine nemmeno ci divertiamo piu', e' come sparare sulla croce rossa
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Ma guarda che tocca leggere ... come se la
    > > presenza del display ne rendesse obbligatoria la
    > > visione ... questo fanboysmo è veramente
    > patetico
    > > !
    >
    > mmm meno male che hanno innalzato la scuola
    > dell'obbligo , LOL se volete trollare trollate
    > pure ma io leggo e comprendo che l'autore
    > intendeva che l'ipod shuffle e' una spilla cioe'
    > leggerissimo e minuscolo, con il display sarebbe
    > stato piu' ingombrante , e' adatto a chi fa sport
    > e deve muoversi o chi vuole addosso qualcosa di
    > stiloso poi se uno vuol mettersi addosso 2kg di
    > lettore koreano stroboscopico e andare a correre
    > e' libero di farlo overLOL
    >
    >
    > PS alla fine nemmeno ci divertiamo piu', e' come
    > sparare sulla croce
    > rossa
    Guarda che con la tecnologia OLED puoi fare display leggerissimi...
    non+autenticato


  • > Guarda che con la tecnologia OLED puoi fare
    > display
    > leggerissimi...


    Ma i display organici vanno tenuti in frigo altrimenti marciscono?

    Sorride))
    non+autenticato
  • L'autore ha dimenticato che lettori MP3 senza display, con pila integrata, esistono - presumibilmente - da prima dell'iPod Shuffle. Un mio amico ne possedeva uno senza brand a metà del 2004. Non è che averlo senza display fosse stata una sua precisa scelta. Semplicemente, mi disse, era il lettore MP3 che costava di meno !

    Aggiungo che il mio lettore MP3 è uno degli onnipresenti Sigmatel con brand sconosciuto dal peso di 40 grammi - cui sommare 10 grammi di auricolari e 10 grammi di pila ministilo ricaricabile - che, a due anni da quando mi è stato regalato, funziona ancora perfettamente ed è manovrato senza alcun bisogno di leggere il display.


    Comunque, continuate a sviolinarvi da soli : un qualche banale motivo per sostenere che i prodotti Apple e - cosa ben più grave ! - i loro utilizzatori sono il meglio del meglio, lo troverete sempre.

    Io preferisco avere la libertà di scegliere i miei strumenti in base a parametri ben diversi dal nome del "costruttore".

    Quanto alla scuola dell'obbligo, non preoccupartene. Da come scrivi, per te, due o venti anni, sarebbe comunque tempo buttato.

    Ciao,
    Piwi

    non+autenticato


  • > Aggiungo che il mio lettore MP3 è uno degli
    > onnipresenti Sigmatel con brand sconosciuto dal
    > peso di 40 grammi - cui sommare 10 grammi di
    > auricolari e 10 grammi di pila ministilo
    > ricaricabile -

    pila ministilo?A bocca aperta non credo vada nello shuffle che e' spesso 2 mm come una qualsiasi spilla

    ripeto e ribadisco che l'autore invitava a provarlo cioe' comprare e metterselo addosso, poi se NON TI PIACE lo rivendi in 1 picosecondo al 98% del prezzo su ebay mentre il lettore afgano richiederebbe un paio di vite a 1/16 del prezzo.

    Il problema dell'hw apple e' che ha un target differente, non e' per le persone che corrono con un portatile addosso e la cuffia per sentire mp3 (e risparmiare), l'unico scoglio che uno ha per fare lo switch e' provare, io ho sempre odiato Apple e ne ho sempre parlato male qui per 5 anni finche' un mio amico non mi ha costretto una sola volta nella vita a provare... poi mi si e' aperto un nuovo mondo fatto di qualita' vs quantita' , quindi, senza rancore, PROVATE lo shuffle 2, il mackbook e quello che vi pare senza dare giudizi a priori (l'ho fatto anch'io per anni) poi ne riparliamo

    non+autenticato
  • Vedi, il problema non è nell'hardware e/o nel software targato Apple. Può piacere, può non piacere, ok, ma in fin dei conti si tratta sempre di cose. Anche io ho avuto modo di provare alcuni prodotti Apple, ovvero alcuni Macintosh "vintage" salvati da fine certa. Ne ho apprezzato la semplicità d'uso, la cura del particolare (il drive 3,5" che espelle il dischetto è meraviglioso), soprattutto in considerazione del fatto che all'epoca la concorrenza era rappresentata dal DOS con Windows 3.XX; ne ho altresì deprecato l'incompatibilità "forzata" hardware con componenti più o meno simili (disco SCSI Quantum con ROM Apple, memoria video su SIMM a 68 PIN, etc.). Ora come ora, però, tutte queste peculiarità non sussistono. Mi si può dire che Mac OS X ce l'hanno solo gli utenti Apple, ed io rispondo che i vantaggi derivanti dall'uso di un sistema operativo piuttosto che un altro non sono suscettibili di valutazione oggettiva, perchè se tu ritieni il migliore per i tuoi scopi, io assolutamente no, perchè mi trovo bene con un Windows XP non aggiornato ed al tempo stesso - grazie ad un uso un minimo oculato - libero da virus, malware, etc.; ma mi troverei bene - per quanto riguarda la mia produttività personale - anche con un C64 con GeoWrite o Easy Script, dacchè lavoro in ambito legale e un atto ha valore tanto se impaginato con eleganza, quanto se stampato come fosse uno scontrino. Tanto per fare altri esempi, mio padre ha imparato ad utilizzare Windows 98 e si tiene stretto quello; i miei amici ingegneri, pure non essendo "talebani", utilizzano Linux, e via così.

    Il problema è rappresentato dall'atteggiamento di alcuni utenti Apple i quali non perdono tempo nel cadere in ogni più stupida provocazione mossa nei loro confronti assumendo profili di assoluta contrapposizione rispetto chiunque non dia loro ragione. Così, siamo costretti a leggere di valutazioni sballate come quella dell'autore del topic : 70 euro per quel coso secondo me sono soldi buttati.

    Ciao,
    Piwi
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Vedi, il problema non è nell'hardware e/o nel
    > software targato Apple. Può piacere, può non
    > piacere, ok, ma in fin dei conti si tratta sempre
    > di cose. Anche io ho avuto modo di provare alcuni
    > prodotti Apple, ovvero alcuni Macintosh "vintage"
    > salvati da fine certa. Ne ho apprezzato la
    > semplicità d'uso, la cura del particolare (il
    > drive 3,5" che espelle il dischetto è
    > meraviglioso), soprattutto in considerazione del
    > fatto che all'epoca la concorrenza era
    > rappresentata dal DOS con Windows 3.XX; ne ho
    > altresì deprecato l'incompatibilità "forzata"
    > hardware con componenti più o meno simili (disco
    > SCSI Quantum con ROM Apple, memoria video su SIMM
    > a 68 PIN, etc.). Ora come ora, però, tutte
    > queste peculiarità non sussistono. Mi si può dire
    > che Mac OS X ce l'hanno solo gli utenti Apple, ed
    > io rispondo che i vantaggi derivanti dall'uso di
    > un sistema operativo piuttosto che un altro non
    > sono suscettibili di valutazione oggettiva,
    > perchè se tu ritieni il migliore per i tuoi
    > scopi, io assolutamente no, perchè mi trovo bene
    > con un Windows XP non aggiornato ed al tempo
    > stesso - grazie ad un uso un minimo oculato -
    > libero da virus, malware, etc.; ma mi troverei
    > bene - per quanto riguarda la mia produttività
    > personale - anche con un C64 con GeoWrite o Easy
    > Script, dacchè lavoro in ambito legale e un atto
    > ha valore tanto se impaginato con eleganza,
    > quanto se stampato come fosse uno scontrino.
    > Tanto per fare altri esempi, mio padre ha
    > imparato ad utilizzare Windows 98 e si tiene
    > stretto quello; i miei amici ingegneri, pure non
    > essendo "talebani", utilizzano Linux, e via
    > così.
    >
    > Il problema è rappresentato dall'atteggiamento di
    > alcuni utenti Apple i quali non perdono tempo nel
    > cadere in ogni più stupida provocazione mossa nei
    > loro confronti assumendo profili di assoluta
    > contrapposizione rispetto chiunque non dia loro
    > ragione. Così, siamo costretti a leggere di
    > valutazioni sballate come quella dell'autore del
    > topic : 70 euro per quel coso secondo me sono
    > soldi
    > buttati.
    >
    > Ciao,
    > Piwi

    Vero quello che dici.......però ci sono persone che spendono anche 250 euro per un paio di jeans/scarpe o 500 per una borsa......

CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)