Telecom Italia, smottamenti al vertice?

Fino a ieri pomeriggio, una ridda di indiscrezioni dava per imminente l'uscita di Riccardo Ruggiero dai vertici del gruppo. Ma un comunicato dell'incumbent smentisce

Milano - Da alcuni giorni in rete si vocifera di grandi manovre in cima all'organigramma di Telecom Italia: molti i rumors che parlavano dell'imminente uscita dal gruppo dell'amministratore delegato Riccardo Ruggiero. Ma la notizia sembra destituita di fondamento.

È quanto riferisce un comunicato stampa diffuso dalla stessa Telecom Italia: "In merito alle indiscrezioni circolate in questi giorni, relative all'assetto organizzativo del Gruppo, Telecom Italia ribadisce che verrà adottato un modello organizzativo funzionale alla più efficiente realizzazione delle linee strategiche della convergenza tra telecomunicazioni fisse, mobili, internet a banda larga e contenuti media, già comunicate al mercato il 25 ottobre scorso.
Tale modello organizzativo si basa sulla costituzione di quattro Business Unit (fisso, mobile, rete e Top Client/ICT) alle dirette dipendenze dell'Amministratore Delegato Riccardo Ruggiero, il quale risponde al Vice Presidente Esecutivo Carlo Buora, in piena sintonia e secondo i criteri di trasparenza, flessibilità ed efficienza già delineati".

Le voci circolate fino a qualche ora prima riferivano di contrasti tra Ruggiero e Buora, proprio in merito al progetto di riorganizzazione del gruppo che prevede la formazione delle diverse e che avrebbe potuto comportare un ridimensionamento degli incarichi di Ruggiero, per il quale i rumors prevedevano l'affidamento del solo business della telefonia fissa.
Borsa italiana ha delineato una situazione ancora piuttosto delicata, le cui conseguenze potrebbero però avere un effetto differito ad aprile, in occasione del rinnovo del Consiglio di Amministrazione
1 Commenti alla Notizia Telecom Italia, smottamenti al vertice?
Ordina