Da un dipendente di Bid.it S.p.A

Sui problemi che affliggono l'azienda di Barletta e sulle incertezze del suo futuro si esprimono i dipendenti. Una visione dall'interno

Roma - Buongiorno a tutti Voi di Punto informatico. Chi Vi scrive Ŕ un dipendente della Bid.it S.p.A. ed esattamente: Mario di Palma, Resp. progetti e-business. Vorrei dire la mia in merito al Vs. articolo Bid.it vicina al rilancio.

La situazione alla Bid.it spa, almeno per come la viviamo noi dipendenti, Ŕ del tutto diversa da quella da Voi descritta nel suddetto articolo. Noi abbiamo il forte sentore che dopo l'ennesima assemblea dei soci, non vi sia stato un accordo e che la ns. amata societÓ sia destinata a chiudere battenti.

Io adesso, non so chi dia alla stampa queste notizie sul rilancio della bid.it, ma ricordiamoci che tali notizie se poi non corrispondenti al vero, possono fare solamente male a 40 persone che vivono ormai aspettando una minima notizia confortante.

In questi lunghi mesi abbiamo avuto tante notizie positive che poi non si sono mai tramutate in realtÓ, ma sono solo servite ad illudere degli onesti professionisti del settore che hanno dato l'anima per questa societÓ avendo in cambio ad oggi, solamente "chiacchiere" ed accumulando 10 mensilitÓ di arretrato pur avendo continuato a lavorare almeno sino a Maggio.

Da Ottobre 2001 nessuno dei dipendenti della bid.it spa ha percepito pi¨ la busta paga, ma gli stessi dipendenti, si sono rimboccati le maniche(ascoltando coloro che davano speranze) ed hanno continuato a lavorare senza batter ciglio fino al 30 Aprile, per poi entrare in sciopero.

Ora capirete bene perchŔ questa notizia sul "rilancio" della Bid.it spa possa ledere profondamente noi dipendenti della stessa societÓ. Non Ŕ facile vivere di "stenti" per tanti mesi e poi leggere che la SocietÓ si Ŕ ripresa!

Capisco bene in tutti i modi che tale notizia a voi Ŕ stata comunicata, quindi nessuno vi ritiene responsabili, anzi spero solamente che ci˛ che sia stato da Voi scritto sia di buon auspicio per un "rilancio serio" della Bid.it spa.
Spero anche che la voce di un dipendente possa essere pubblicata...

In fede,
Mario di Palma
Resp. progetti sport e-business
Bid.it S.p.A.

Caro Mario, quanto abbiamo pubblicato ci Ŕ stato comunicato direttamente dal presidente dell'azienda che da tempo aggiorna sui progressi dei difficili contatti con i soci sia Punto Informatico sia gli altri organi di informazione. In molti, credo, speriamo nel miglior futuro di Bid.it S.p.A. Un caro saluto, Paolo De Andreis.
TAG: mercato
13 Commenti alla Notizia Da un dipendente di Bid.it S.p.A
Ordina
  • Ho seguito Bid.it fin da prima che fosse fondata, e mi sono sempre chiesto come una società così giovane potesse farsi pubblicità su reti nazionali, assumere ben 80 dipendenti (poi scesi gradualmente a 40), avere una sede così grande in pieno centro, ed assumere gente senza una reale esperienza in quel campo. Purtroppo la risposta è semplice, Bid.it era una bolla di sapone gonfiata dai finanziamenti dei suoi soci (vedi le varie banche). Se solo Manno avesse avuto quel minimo di furbizia per crescere gradualmente, ora Bid.it sarebbe sicuramente ancora in piedi, invece ho la sensazione che abbiano preso il mercato per un gioco d'azzardo ! I dirigenti di Bid.it hanno avuto la straordinaria abilità di spendere in sei mesi quello che sarebbe bastato per far andare avanti almeno altre 50 società informatiche per diversi anni. E' un vero peccato che sia fallita, ma con quel tipo di gestione così azzardata è una fine più che scontata...
    non+autenticato
  • non vorrei sembrare sarcastico ma finalmente ho capito il problema grazie alla tua accurata analisi economico sociale....

    io sono uno dei quaranta dipendenti rimasti fino alla fine, sono uno di quelli presi dall'inizio e ti chiedo una cosa:
    ma tu in bid ci hai lavorato?
    come puoi permetterti di dire che ci chi lavorava professionalmente era scarso?
    non dico che la gestione manno fosse la migliore (dio me ne guardi l'ho sempre detto pure io)
    ma non è così semplice dare le colpe: quando i tuoi stessi soci remano contro (e te lo dico da dipendente) che cosa puoi fare?
    quando continuano a dirti: tranquillo la società non fallirà che fai?
    noi saremo stati pirla ma siamo rimasti fino alla fine, pur non percependo stipendi e con tutto contro...
    questo non per la nostra scarsa professionalità sicuramente (nel momento in cui ho deciso di abbandonare bid ho trovato 3 lavori diversi) ma perchè in fondo il progetto ci piaceva.
    ma come ti dicevo prima... è facile sparare giudizi dall'esterno.

    CON L'AFFETTO DI SEMPRE.

    steeeve
    non+autenticato
  • Avevo letto proprio su PI che le banche e soci erano pronte ad investire 3.000.000 per il Bid.et lo trovo un attimino eccessivo per qualcosa che mangia soldi senza profitti adeguati al numero delle risorse umane e di quelle investite.
    Bancheee...!!!! Per 2.000.000 di Euro in cinque anni di investimento io avrei un progettino che si basa su sistemi ERP per aziende e Sistem Integrator.
    Solo che ha un problema; il mio progetto corrè il rischio di fare fatturati degni di qualcosa che si possa chiamare azienda d'Informatica...
    Se vi fanno schifo gli ERP, meditate solo sul fatto che circa due mesi fa il buon vecchio Bill ha acquistato per oltre 3000 MLD di vechie lire la Navision che guarda caso fa sistemi ERP per aziende accaparrandosi così una buona fetta di mercato Europeo di sistemi ERP.
    Se poi continua a farvi ancora schifo il settore visto che fa fare fatturati e questo per le azinde internet è una cosa anomala, ricordo che due anni fa IBM e FIAT hanno creato Global Value che se non vado errato è al secondo o terzo posto ( adesso non ricordo) come azienda di soluzioni ITC in Italia e tanto per cambiare realizzano soluzioni ERP.
    Altro che 6.000.000.000 di lire per un bidet.....!!!!!
    non+autenticato
  • mi chiedo allora come mai tu non abbia ancora trovato i soldi: a quanto pare sei più sicuro sel superenalotto.....
    non+autenticato
  • ...persone cosa fanno? 39 dirigenti e 1 web master?
    non+autenticato
  • Me lo sono chiesto anche io !!
    Il quaranta persone a fare cosa ???
    Il sito va avanti da se no ??!!
    non+autenticato
  • Ma tu non sei l'autore del "Il nuovo aziendalismo"?
    Un luminare della scienza, complimenti..
    non+autenticato
  • per chiarezza: bid punto it spa non è solo il sito di aste:
    dietro c'è (o meglio c'era) un ISP, una web agency, il negozio di commercio elettronico ufficiale del milan calcio, il portale regionale della puglia, i siti del torino e del napoli calcio più altre cose...
    claro?
    non+autenticato
  • Voi non siete entrati in scipero: non si lavora senza essere pagati anche se al Pinocchio d'Italia l'idea piace molto...........
    non+autenticato
  • Ma come si fa a continuare a lavorare senza essere pagati?
    1) si devono aver percepito consistenti buste paga nel periodo precedente (senza soldini non si mangia, non si va in macchina, non si sostentano i figli...)
    2) la speranza in un ritorno ai tempi felici della ditta doveva essere radicata e generalizzata, purtroppo a quanto traspare dall'articolo generata piu' da parole che da fatti o conoscenza delle effettive possibilita')
    non+autenticato
  • Sono anch'io un dipendente di bid.it!

    In questo periodo dove si parla di "diritti del lavoratore" volevo segnalare che oltre alle retribuzioni non pagate sarebbe opportuno che i nostri soci istituzionali si dessero da fare anche per favorire in qualche modo il reintegro nel mondo del lavoro dei dipendenti bid.it!

    Io continuo a non capire: MPS.net continua a fare acquisizioni in giro e mi chiedo come mai si è pensato a salvare dal fallimento la nostra società.

    Io sono certo che molti dei problemi dipendono dai cattivi rapporti tra i soci sia tra i soci privati e quelli istituzionali sia tra le 2 banche socie (Banca Popolare di Bari e Banca 121).

    Oggi il fallimento se da un lato farebbe svanire nel nulla l'investimento dei soci dall'altro sbloccherebbe i qualche modo il discorso finanaziario. Il fondo di garanzia dell'INPS ci darebbe la possibilità di ricevere il compenso relativo alle ultime 3 mensilità più il TFR.

    Adesso comunque ci servono fatti e non più parole.
    O si decide di salvare e rilanciare la società, altrimenti meglio affrettare le procedure di liquidazione e/o fallimento.

    Antonello Petrosino
    non+autenticato


  • - Scritto da: Mio
    > Voi non siete entrati in scipero: non si
    > lavora senza essere pagati anche se al
    > Pinocchio d'Italia l'idea piace
    > molto...........

    onestamente se al Pinocchio d'Italia l'idea piace, al gatto e alla volpe rossa questo piace ancora di più, se non erro ai tempi che furono l'idea di stipendio nel paese del gatto e della volpe non era neanche contemplato (solo i burocrati godevano) , almeno il pinocchio ti fa scioperare se ci provavi nel paese del gatto e della volpe rossa te toccava er gulag.
    non+autenticato
  • ci mancava un po' di sana politica che non c'entra nulla...
    a me non importa se al governo ci sta Pinocchio, la Fata Turchina o il Grillo Parlante...

    parafrasando dal dialetto una frase del mio caro amico e collega Antonello
    io...

    VOGLIO I SOLDIIIIIIIIIIIIII
    non+autenticato