Forni a microonde, un fatto di rete

Con i nuovi microonde provvisti di connessione ad Internet cucinare potrebbe diventare più facile. Dopo l'ufficio, lo studio ed il salotto, anche la cucina è on-line

Tokio (Giappone) - Sui mercati asiatici, ad opera di aziende come Samsung e Sharp, sta per comparire una nuova generazione di forni a microonde capaci di connettersi ad Internet, prelevare le informazioni necessarie e programmarsi autonomamente affinché le pietanze possano essere cotte a puntino: il tutto per trasformare chiunque in un gran cuoco...

Il microonde di Sharp fa anche di più: scarica per noi la ricetta giusta e ci dà istruzioni sul da farsi passo per passo. Purtroppo questo richiede anche la presenza di un PC collegato al forno, PC che comunque potrà essere collocato in un'altra stanza. Il microonde di Samsung può essere programmato anche per mezzo di appositi codici a barre e può essere dotato di monitor touch screen per la navigazione su Internet (anche Merloni, da noi, aveva presentato una soluzione analoga).

Il prodotto di Sharp dovrebbe arrivare sul mercato americano ad un prezzo di circa 1000 dollari che diventano la metà per il microonde di Samsung.
TAG: hw