Rifiuti hi-tech, il 5 nuova iniziativa a Napoli

A Napoli

Napoli - Prosegue la campagna di Legambiente Campania e Provincia di Napoli per lo smaltimento corretto dei cosiddetti rifiuti hi-tech, una tipologia di rifiuto che deve essere smaltita con procedure che evitino la dispersione nell'ambiente di numerosi diversi materiali tossici contenuti in telefonini, palmari, computer, televisori e via dicendo.

A ridosso di Natale si è tenuta la prima giornata "Ricicliamo sotto l'albero" con punti di raccolta in zone strategiche ed iniziative di sensibilizzazione dei cittadini. Per spingere gli utenti a pensare in modo nuovo ai rifiuti, a chi ha portato stampanti, ricaricabatterie, computer e cellulari da buttare sono stati consegnati coupon per acquisti scontati presso i centri commerciali che hanno aderito all'operazione.

Il 5 a Napoli si replica, questa volta in quattro piazze: Nazionale, Italia, Vanvitelli e Matteotti. Orario: dalle 10 alle 18.
10 Commenti alla Notizia Rifiuti hi-tech, il 5 nuova iniziativa a Napoli
Ordina
  • smaltiscono laggiù figuriamoci quelli hi-tech.
    non+autenticato
  • Arrabbiato che razza di gente.. ma come ti permetti di rispondere in questo modo?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Arrabbiato che razza di gente.. ma come ti permetti di
    > rispondere in questo
    > modo?
    Vuoi negare che abbia ragione a dire che non smaltiscono i rifiuti normali?

  • - Scritto da: longinous
    >
    > - Scritto da:
    > > Arrabbiato che razza di gente.. ma come ti permetti di
    > > rispondere in questo
    > > modo?
    > Vuoi negare che abbia ragione a dire che non
    > smaltiscono i rifiuti
    > normali?

    Non gli abitanti di Napoli.
    Ma la società appaltatrice preposta che non provvede alla raccolta e allo smaltimento.
    Tutto cio' con il menefreghismo delle autorità competenti ( Bassolino in primis ) [magari in accordi con la malavita organizzata?].
    ryoga
    2003
  • > Non gli abitanti di Napoli.

    AHAHAHAHAHAHAHAAH

    lasciamo perdere il senso civico degli abitanti di Napoli


    un napoletano
    che prima è espatriato da Napoli
    e ora sta per espatriare dall'italia

    non+autenticato
  • Ma dove vivi ???
    Su Marte ??
    Concordo in pieno, pensassero a smaltire prima i rifiuti normali, invece di scricarli per strada...
    Altro che rifiuti hi-tech............
    Le scene che ho visto di persona a Napoli sono da paese del terzo mondo.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma dove vivi ???
    > Su Marte ??
    > Concordo in pieno, pensassero a smaltire prima i
    > rifiuti normali, invece di scricarli per
    > strada...
    > Altro che rifiuti hi-tech............
    > Le scene che ho visto di persona a Napoli sono da
    > paese del terzo
    > mondo.

    Ringrazia le autorità locali ed il governo attuale se Napoli e' divenuto tale.

    La colpa non e' dei Napoletani che "purtroppo" come ogni altro essere vivente genera rifiuti, ma di un sistema politico regionale e nazionale CORROTTO che invece di utilizzare gli impianti esistenti pensa di trovare nuove zone di smaltimento.

    Tutto cio' per non andare contro la malavita organizzata presente sul territorio.

    Grazie Bassolino e Grazie Iervolino


    ryoga
    2003

  • - Scritto da: ryoga
    >
    > - Scritto da:
    > > Ma dove vivi ???
    > > Su Marte ??
    > > Concordo in pieno, pensassero a smaltire prima i
    > > rifiuti normali, invece di scricarli per
    > > strada...
    > > Altro che rifiuti hi-tech............
    > > Le scene che ho visto di persona a Napoli sono
    > da
    > > paese del terzo
    > > mondo.
    >
    > Ringrazia le autorità locali ed il governo
    > attuale se Napoli e' divenuto
    > tale.
    >
    > La colpa non e' dei Napoletani che "purtroppo"
    > come ogni altro essere vivente genera rifiuti,


    non di tutti i napoletani ovviamente ma di molti sì, non si può dare la colpa solo ai politici localiperchè i politici sono l'espressione della gente e del territorio in cui vivono. Finchè la gente scende in piazza solo per la squadra di calcio e non per questione più serie, non cambierà mai niente a napoli a roma a milano in italia tutta. Basta vedere la storia dell'ospedale romano fatta vedere ieri sera.
    non+autenticato

  • > sì, non si può dare la colpa solo ai politici
    > localiperchè i politici sono l'espressione della
    > gente e del territorio in cui vivono.

    PAROLE SANTE...
    non+autenticato

  • - Scritto da: ryoga
    >
    > - Scritto da:
    > > Ma dove vivi ???
    > > Su Marte ??
    > > Concordo in pieno, pensassero a smaltire prima i
    > > rifiuti normali, invece di scricarli per
    > > strada...
    > > Altro che rifiuti hi-tech............
    > > Le scene che ho visto di persona a Napoli sono
    > da
    > > paese del terzo
    > > mondo.
    >
    > Ringrazia le autorità locali ed il governo
    > attuale se Napoli e' divenuto
    > tale.
    >
    > La colpa non e' dei Napoletani che "purtroppo"
    > come ogni altro essere vivente genera rifiuti, ma
    > di un sistema politico regionale e nazionale
    > CORROTTO che invece di utilizzare gli impianti
    > esistenti pensa di trovare nuove zone di
    > smaltimento.
    >
    > Tutto cio' per non andare contro la malavita
    > organizzata presente sul
    > territorio.
    >
    > Grazie Bassolino e Grazie Iervolino
    >
    >
    Peccato che questi errori (anzi, orrori) dell'amministrazione ricadano poi sul senso civico dei napoletani. Non nascondiamolo, molti napoletani non se ne fottono proprio di che finire farà la loro spazzatura, della raccolta differenziata, di come produrre meno rifiuti e di come si muove l'amministrazione. Per molti l'importante è non ritrovarsi cataste di spazzatura sotto casa, se poi la camorra la mette giusto dietro l'angolo tutti contenti.
    Un po' come Fioroni che per nascondere il bullismo censurerebbe google. Secondo me si dovrebbero riformare da zero sia il senso civico dei napoletani che l'amministrazione locale.
    E tutto questo lo dico da "torrese"Triste