AllofMP3.com elettrizza Natale e Capodanno

Tra filtri che vengono rimossi e le mosse di Pirate Bay il controverso e-store russo tiene banco. L'ISP svedese che lo oscurava lo rende nuovamente disponibile e si scusa. I discografici? Vogliono bilioni di dollari

AllofMP3.com elettrizza Natale e CapodannoRoma - Piuttosto che rappresentare una possibile pausa di riflessione per gli eventi, queste vacanze natalizie hanno infiammato ancora di più la già scottante questione AllofMP3.com. Lo store virtuale di MP3 di qualità a prezzi stracciati, dopo aver collezionato clamorose censure e una condanna alla morte commerciale sentenziata dalla lobby dell'industria dello spettacolo statunitense, torna alla carica e fronteggia una denuncia RIAA senza precedenti.

Come riportato da Punto Informatico, il blocco dell'accesso verso AllofMP3.com impostato dal provider svedese Perspektiv Bredband aveva sollevato polemiche e malumori in un paese, la Svezia, in cui la condivisione e lo scambio di contenuti su piattaforme di peer-to-peer è tollerato assai più di quanto vorrebbero le iperattive associazioni dei produttori di quei contenuti. Il blocco aveva generato una contesa con il celeberrimo portale di torrent The Pirate Bay: punto di riferimento del peer-to-peer, il sito-portale aveva dichiarato che avrebbe tenuto lontano dalle proprie pagine gli utenti di quel provider fino a quando questi non avesse rimosso il blocco contro AllofMp3.

Come ora rende noto Slyck.com, Pirate Bay ha ottenuto quel che voleva: l'ISP incriminato è stato costretto a fare marcia indietro e rimuovere la restrizione all'accesso del sito russo. Sembra che il provider stesse perdendo una fetta considerevole della propria clientela, e la reputazione di operatore pro-censura cominciava ad aleggiare insistentemente sull'azienda.
"Abbiamo preso una decisione affrettata e ci siamo allontanati dalla nostra missione", ha dichiarato un contrito Fredrik Winbladh, presidente di Perspektiv, promettendo di evitare, in futuro, di intraprendere nuove iniziative di censura dell'accesso libero alla rete. Nella vicenda ci ha comunque rimesso il presidente del consiglio di amministrazione della società, che ora sarà costretto a dedicarsi ad altro...

Assieme a Pirate Bay, una parte importante nella lotta contro la censura l'ha giocata il gruppo lobbistico Svenska antipiratbyran (Agenzia Anti-pirateria Svedese): Perspektiv aveva già ammesso come la decisione di bloccare AllofMP3.com fosse di tipo morale e non certo legale, e l'Agenzia ha fatto notare che "Questo tipo di politica morale è un attacco all'essenza di ciò che ha reso Internet un'arena privilegiata per la comunicazione". "Internet è in grado di essere uno spazio così vibrante soprattutto grazie alla essenzialità dell'infrastruttura", continua l'organizzazione, "che trasporta i dati dal punto A al punto B senza chiedere nulla. Configurazione e intelligenza sono due cose lasciate all'utente finale. La scelta su cosa debba essere scambiato spetta a noi, e non certo all'ISP né al governo cinese o quello di qualunque altro paese".

Ma per una vittoria nella vecchia Europa, il cielo americano si dipinge a tinte fosche per AllofMP3.com e Media Services, la società russa proprietaria del sito. Le autorità locali, al contrario di quanto lasciavano trasparire gli accordi bilaterali per l'entrata della Russia nel WTO, non hanno ancora perseguito con efficacia il servizio, che risulta ancora attivo. E questo non piace affatto ai discografici, soprattutto a quelli americani, secondo cui il sito opera nell'illegalità, sebbene da sempre sostenga il contrario.

RIAA ha dunque per tutta risposta intentato una causa legale alla società chiedendo danni per 1,65 migliaia di miliardi. La cifra è il risultato di 11 milioni di download da AllofMP3.com, ognuno dei quali secondo RIAA "vale" 150mila dollari.

Ma la società russa fa spalline, e risponde baldanzosa alla denuncia dell'associazione delle major musicali: la causa è stata intentata nei confronti di Media Services, dice l'azienda, ma ciò è avvenuto a New York, città nella quale l'azienda non è presente, il che a detta della società la renderebbe "non perseguibile". "La denuncia - ha dichiarato un funzionario della ditta russa - è ingiustificata considerando che AllofMP3 non opera a New York. Di sicuro, le etichette sono libere di citare chi vogliono, malgrado siano perfettamente consapevoli del fatto che AllofMP3 operi legalmente in Russia. Nel frattempo, AllofMP3 prevede di continuare le proprie attività nel pieno rispetto delle leggi russe".

Alfonso Maruccia
85 Commenti alla Notizia AllofMP3.com elettrizza Natale e Capodanno
Ordina
  • ho provato ad inserire i dati di postapay ma non li accetta.

    sapete dirmi qualcosa?
    non+autenticato
  • RIAA ha dunque per tutta risposta intentato una causa legale alla società chiedendo danni 1,65 trilioni di dollari, cifra solo leggermente inferiore al prodotto interno lordo del Regno Unito nel 2005. La cifra è il risultato di 11 milioni di download da AllofMP3.com, ognuno dei quali secondo RIAA "vale" 150mila dollari.

    La distanza astronomica tra Terra e Sole è di circa 150 milioni di Km. ossia di 150 trilioni di millimetri! Ne deriva che le nostre monete da un euro necessarie a coprire questa cifra, appoggiate l'una sull'altra (quindi di piatto, non per lungo), formerebbero una "colonnina" che coprirebbe ampiamente questa distanza, anzi sfiorerebbe il punto opposto dell'orbita terrestre! Forse anche monete da due euro sarebbero sufficenti a coprire la distanza Terra-Sole.

    L'importo pazzesco imputato vale oltre 34 volte la finanziaria record appenna forzosamente introdotta dal "tassista" nostrano!
    Il mancato guadagno ipotizzato dall'Ente Supremo chiamato RIAA per ogni singolo MP3 scaricato da AllofMP3.com basterebbe ad allungare di un anno la sopravvivenza di 150 bambini africani a rischio vita.
    L'intero importo salverebbe la vita all'intera Africa per anni (molti, non chiedetemi quanti)!

    Chi è più meritorio, la RIAA o l'Africa?

  • Se dovessimo estrapolare in base al mancato guadagno ipotizzato da RIAA causato dalla sola AllofMP3, quali sarebbero di conseguenza gli introiti calcolabili per detta società...?
    non+autenticato
  • Dr. Alfonso Maruccia,
    l'espressione e' "fare spallucce", non spalline. Le spalline sono un'altra cosa...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Dr. Alfonso Maruccia,
    > l'espressione e' "fare spallucce", non spalline.
    > Le spalline sono un'altra
    > cosa...

    Mmmmmmmmhhhh .... le spalline... mmmmmmmmmmh
    non+autenticato
  • Non ho mai capito una cosa: cosa differenzia, tecnicamente, un mp3 acquistato su un sito legale da uno scaricato col p2p?

    La differenza deve esserci, altrimenti chiunque che scarichi da emule può dire "li ho comprati".

    Ecco, cosa dimostra l'acquisto di un brano?
    Solo la ricevuta che viene rilasciata? Il file in se' come viene reso legale?

    Naturalmente la differenza deve esserci altrimenti non mi spiego come mai ci sia gente che va a pagare per scaricarsi brani di cui non può poi dimostrare la legalità.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non ho mai capito una cosa: cosa differenzia,
    > tecnicamente, un mp3 acquistato su un sito legale
    > da uno scaricato col
    > p2p?
    >
    > La differenza deve esserci, altrimenti chiunque
    > che scarichi da emule può dire "li ho
    > comprati".
    >
    > Ecco, cosa dimostra l'acquisto di un brano?
    > Solo la ricevuta che viene rilasciata? Il file in
    > se' come viene reso
    > legale?
    >
    > Naturalmente la differenza deve esserci
    > altrimenti non mi spiego come mai ci sia gente
    > che va a pagare per scaricarsi brani di cui non
    > può poi dimostrare la
    > legalità.

    La differenza è nei sistemi anticopia per cui una volta scaricato nell'Ipod o che altro non ne puoi fare copie ulteriori, a meno di non ricorrere ai crack; per cui se dopo aver acquistato legalmente il tuo mp3 lo cancelli accidentalemte, o si rompe l'ipod oppure ti si incenerisce l'HD del PC, se vuoi riascoltare il brano lo devi ricomprare !!! (fatto realmente accaduto ed ampiamente documentato anche dalla stampa). Per cui non mi pare che ci sia una grande convenienza all'acquisto legale....
    non+autenticato
  • il formato mp3 non contiene alcun tipo di protezione, di conseguenza non e' possibile trovare mp3 in vendita (salvo alcuni tentativi recenti molto piccoli).
    Attualmente si puo' dire anche se non e' vero che i brani contenenti un drm e accompagnati dalla licenza sono legali e quelli che non sono accompagnati da un drm non lo sono, o almeno cosi' Riaa vorrebbe imporre.
    non+autenticato
  • Dimentichi emusic che vende mp3 senza DRM e che non si può considerare come "minore" visto il suo vasto catalogo, pur se composto slo da indie. Gli mp3 comprati da emusic sono in tutto e per tutto uguali a quelli che puoi scaricare dal mulo. Ciao.
    non+autenticato
  • dipende sempre da voi, volete dare i soldi a 10 stronzi che cercano di far soldi fregandosene di tutto e di tutti o volete dare i vostri soldi a coloro che fanno la musica che vi piace e che vi fanno godere? a voi la scelta
    non+autenticato
  • ma perhcè tanta gente (non mi riferisco a te ma alle risposte precedenti) parla pensando di essere nel giusto assoluto???
    Allora... l'mp3 legale dipende da una prova di pagamento tutto li... il DRM non centra nulla e ci sono un sacco di shop di MP3 legali!
    www.beatport.com
    www.djdownload.com
    www.djtunes.com
    etc etc...

    poi che uno manco li conosca perchè manco li cerca...

    altra differenza, un MP3 legale viene venduto dopo che il produttore del caso (casa discografica, autore...) o distributore avente i diritti, firma un contratto con il negozio online in questione (cosa che manca ad esempio a AllOfMp3) e una percentuale di quello che spendi arriva agli artisti, etichette case discografiche... etc etc... insomma non lo rubi ma lo paghi a chi di dovereSorride
    MeX
    16897
  • Sbagliato, non lo paghi a chi di dovere, perche' altrimenti pagheresti solo l'artista e lo store.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sbagliato, non lo paghi a chi di dovere, perche'
    > altrimenti pagheresti solo l'artista e lo
    > store.

    giusto... la casa discografica produce l'artisti per svago e gingillamento e non deve pretendere alcun guadagno
    MeX
    16897
  • infatti è così..

    se compri da beatport i soldi vanno in parte a beatport e in parte alla label.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > ma perhcè tanta gente (non mi riferisco a te ma
    > alle risposte precedenti) parla pensando di
    > essere nel giusto
    > assoluto???
    > Allora... l'mp3 legale dipende da una prova di
    > pagamento tutto li... il DRM non centra nulla e
    > ci sono un sacco di shop di MP3
    > legali!
    > www.beatport.com
    > www.djdownload.com
    > www.djtunes.com
    > etc etc...
    >
    > poi che uno manco li conosca perchè manco li
    > cerca...
    >
    >
    > altra differenza, un MP3 legale viene venduto
    > dopo che il produttore del caso (casa
    > discografica, autore...) o distributore avente i
    > diritti, firma un contratto con il negozio online
    > in questione (cosa che manca ad esempio a
    > AllOfMp3) e una percentuale di quello che spendi
    > arriva agli artisti, etichette case
    > discografiche... etc etc... insomma non lo rubi
    > ma lo paghi a chi di dovere
    >Sorride

    Tutto giusto, politically anzy RIAAlly correct, peccato però che le prove di acquisto non possano essere pretese oltre i cinque anni, e che comunque quasi mai è facile e/o possibile esibirle nel malaugurato caso che, sparando nel mucchio, gli emissari del potere facciano irruzione in casa del malcapitato possessore di MP3 (o DivX), anche perchè detti scagnozzi del regime non vanno oltre l'equazione:
    f(MP3,DivX) = crimine^3

    PS: Ci sarebbe da ridire su quel "a chi di dovere", sostituibile con "alla mafia legalizzata che gestisce il settore", viste le minime percentuali che vanno "a chi di dovere" ossia agli artisti, mentre il grosso viene spudoratamente incamerato dall'organizzazione (eufemismo) che parassita alle loro spalle!

    Bye
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 gennaio 2007 05.25
    -----------------------------------------------------------
  • > Tutto giusto, politically anzy RIAAlly correct,
    > peccato però che le prove di acquisto non possano
    > essere pretese oltre i cinque anni,

    ...certo... verrano a casa mia e mi arresteranno e fornendo al giudice le prove d'acquisto risalenti a 6 anni fa mi dirà che non sono più valide e mi daranno l'ergastolo

    >e che
    > comunque quasi mai è facile e/o possibile
    > esibirle nel malaugurato caso che, sparando nel
    > mucchio, gli emissari del potere facciano
    > irruzione in casa del malcapitato possessore di
    > MP3 (o DivX), anche perchè detti scagnozzi del
    > regime non vanno oltre
    > l'equazione:
    > f(MP3,DivX) = crimine^3

    esibire una mail o un foglio stampato è davvero così difficile?

    > PS: Ci sarebbe da ridire su quel "a chi di
    > dovere", sostituibile con "alla mafia
    > legalizzata che gestisce il settore
    ", viste
    > le minime percentuali che vanno "a chi di dovere"
    > ossia agli artisti, mentre il grosso viene
    > spudoratamente incamerato dall'organizzazione
    > (eufemismo) che parassita alle loro
    > spalle!

    >
    > Bye

    si è vero... infatti Eminem, Madonna, Coldplay, Jamiroquay, Pavarotti... sono poveri e tutti in causa con le major che gli rubano i soldi
    MeX
    16897
  • Scusate ma se scarico musica legalmente su allofmp3.com e la masterizzo per tenermela in macchina c'è qualche problema in caso di controlli? Bisogna tenere qualcosa stampato o altri documenti? Boh suggerite voi..

    Saluti.

    Marco Benfatto
    M3talG3ar

  • - Scritto da: M3talG3ar
    > Scusate ma se scarico musica legalmente su
    > allofmp3.com e la masterizzo per tenermela in
    > macchina c'è qualche problema in caso di
    > controlli? Bisogna tenere qualcosa stampato o
    > altri documenti? Boh suggerite
    > voi..

    Fai come nel caso di musica acquistata con iTunes ...
    11237
  • Grazie x esser stato così vago! Geek

  • - Scritto da: M3talG3ar
    > Grazie x esser stato così vago! Geek

    AllOfMp3 è illegale... quindi la stampata del pagamento equivale alla foto che ti fai mentre paghi il marocchino per un CD, potrebbe peggiorare la tua situazioneSorride
    MeX
    16897
  • Precisazione:
    Allofmp3 è illegale IN ITALIA.
    E temo nemmeno sia lecita l'importazione come privato cittadino.
    In teoria se acquisti un DVD legalmente in un altro paese (ad es. Cina), pagate le tasse di dogana, come privato cittadino te lo puoi legalmente portare in Italia, ma in pratica so che se, da privato cittadino acquisti una borsa contraffatta e la porti in Italia al confine non solo te la sequestrano ma ti fanno fioccare una multa paurosa.
    Se cercate sul sito della TV Svizzera Italiana, l'anno scorso avevano fatto un servizio della trasmissione "Falò" (più o meno il "Report" svizzero) in proposito.
    Che terminava rassicurando gli svizzeri italiani che in Svizzera è reato solo commerciare un paio di occhiali fasulli, non il possederli a livello di privati. Sorride

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Precisazione:
    > Allofmp3 è illegale IN ITALIA.

    Come lo è Itunes!!!
    Ficoso
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Precisazione:
    > > Allofmp3 è illegale IN ITALIA.
    >
    > Come lo è Itunes!!!
    > Ficoso

    Eh?
  • non direi visto che i server solo localizzati in europa e non in russia e visto che i pezzi venduti ossequiano i diritti d'autore concessi dalle majors Occhiolino

    se poi tu la sai più lunga di tutti...siamo tutt'orecchi
    non+autenticato
  • non diciamo fesserie itunes ha il consenso degli autori e paga gli autori.

    un sito come allofmp3 lo puoi mettere anche su tu ti pigli un host nell est europa e metti in download a pagamento tutto il tuo archivietto di mp3. legalissimo.
    non+autenticato
  • > Precisazione:
    > Allofmp3 è illegale IN ITALIA.

    Precisazione:
    NON E' VERO. ALLOFMP3 E' LEGALE IN RUSSIA, E L'IMPORTAZIONE DI MATERIALE LEGALE DALLA RUSSIA E' LEGALE IN ITALIA.

    > In teoria se acquisti un DVD legalmente in un
    > altro paese (ad es. Cina), pagate le tasse di
    > dogana, come privato cittadino te lo puoi
    > legalmente portare in Italia, ma in pratica
    > so che se, da privato cittadino acquisti una
    > borsa contraffatta e la porti in Italia al
    > confine non solo te la sequestrano ma ti
    > fanno fioccare una multa paurosa.

    Solo che la musica di Allofmp3 non e' contraffatta ...

    (Per inciso, io ho scoperto allofmp3 perche' lo hanno recensito sulla rivista dell'associazione consumatori Altroconsumo, giudicandolo Miglior Acquisto ... e li' di avvocati ne hanno a bizzeffe, se fosse stato illegale se ne sarebbero accorti ...)
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > Precisazione:
    > > Allofmp3 è illegale IN ITALIA.
    >
    > Precisazione:
    > NON E' VERO. ALLOFMP3 E' LEGALE IN RUSSIA, E
    > L'IMPORTAZIONE DI MATERIALE LEGALE DALLA RUSSIA
    > E' LEGALE IN
    > ITALIA.
    >

    no se tale materiale non è legale nel paese di importazione...prova ad importare un kg di erba dalla Giamaica via posta..poi ridiamo


    > > In teoria se acquisti un DVD legalmente in un
    > > altro paese (ad es. Cina), pagate le tasse di
    > > dogana, come privato cittadino te lo puoi
    > > legalmente portare in Italia, ma in pratica
    > > so che se, da privato cittadino acquisti una
    > > borsa contraffatta e la porti in Italia al
    > > confine non solo te la sequestrano ma ti
    > > fanno fioccare una multa paurosa.
    >
    > Solo che la musica di Allofmp3 non e'
    > contraffatta
    > ...
    >

    no...viola solo il diritto d'autore....e la sua legalità in russia è discussa....figuriamoci la vendita trans-frontaliera.


    > (Per inciso, io ho scoperto allofmp3 perche' lo
    > hanno recensito sulla rivista dell'associazione
    > consumatori Altroconsumo, giudicandolo Miglior
    > Acquisto ... e li' di avvocati ne hanno a
    > bizzeffe, se fosse stato illegale se ne sarebbero
    > accorti
    > ...)

    non è quello il problema...è questione di lacune giuridiche internazionali..non di abbondanza di avvocati
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)