Il 25% degli utenti perde dati

E una parte consistente delle perdite sarebbe dovuta ad attacchi di crackers e virus. Lo sostiene una ricerca condotta per conto di Iomega, che attacca anche i black-out

Palo Alto (USA) - Il 25 per cento degli utenti di personal computer negli Stati Uniti ha perduto dati a causa di attacchi di virus e crackers o a causa di improvvisi black-out.

Il sorprendente dato arriva da una ricerca condotta da Bruskin Research per conto di Iomega Corporation, la "mamma" del drive Zip. Stando ai dati raccolti, due terzi degli utenti di personal computer negli USA si dice preoccupato per la possibilità di perdere dati archiviati sul proprio computer.

Il timore maggiore è quello dei black-out, soprattutto in California, dove di recente si sono verificate interruzioni prolungate nell'erogazione di energia elettrica. E aumentano, di conseguenza, le risorse che le imprese dedicano per affrontare e risolvere i vari aspetti della sicurezza dei dati.
La ricerca ha messo in evidenza che il 41 per cento degli utenti PC non si preoccupa di effettuare copie di sicurezza dei propri materiali. In particolare il 69 per cento dell'utenza "domestica" compie un back-up dei dati una volta al mese o giù di lì, e allo stesso modo si comporta il 46 per cento dell'utenza professionale.
10 Commenti alla Notizia Il 25% degli utenti perde dati
Ordina
  • Forse il 25% degli utenti non sa usare il computer! ... che è molto più probabile!!!
    ...allora non mi stupirei perdessero anche la cpu !!!!!!
    non+autenticato

  • Ieri meeting generale in Iomega domanda: quanti di vuoi fanno il backup dei propri dati tutti i giorni? risposta: 2 mani alzate su una 50ina di persone. eh si che in Iomega non dobbiamo preoccuparci di pagare software come Quiksync2 o comprare dispositivi di backup.

    Da qui possiamo trarre tutte le conseguenze del caso e perfino i dati della ricerca mi sembrano ottimistici.
    non+autenticato
  • L'unica vera statistica in materia di perdita dei dati sui Personal Computer è la seguente:

    il 50% degli utenti di PC ha perso i propri dati
    il 50% degli utenti di PC perderà i propri dati!

    Bye
    non+autenticato


  • - Scritto da: HuangDi
    > L'unica vera statistica in materia di
    > perdita dei dati sui Personal Computer è la
    > seguente:
    >
    > il 50% degli utenti di PC ha perso i propri
    > dati
    > il 50% degli utenti di PC perderà i propri
    > dati!
    >
    > Bye

    ti potevi risparmiare questa cazzata
    non+autenticato


  • - Scritto da: a
    >
    >
    > - Scritto da: HuangDi
    > > L'unica vera statistica in materia di
    > > perdita dei dati sui Personal Computer è
    > la
    > > seguente:
    > >
    > > il 50% degli utenti di PC ha perso i
    > propri
    > > dati
    > > il 50% degli utenti di PC perderà i propri
    > > dati!
    > >
    > > Bye
    >
    > ti potevi risparmiare questa cazzata

    Caro a, non è una cazzata trovami un utente di PC (che lo usa) e che non abbia perso i propri dati... il problema è che al backup ci si pensa sempre dopo!
    Bye
    p.s. cerca sempre di azionare il cervello prima di parlare!
    non+autenticato
  • Come da oggetto, la scarsa affidabilita' di questi spesso mette a repentaglio anni e anni di storia e di lavoro di aziende e professionisti.

    Se lo sviluppo del software avesse avuto l'incremento qualitativo che ha avuto l'hardware negli ultimi anni (bada bene, parlo di Hard disk e chip di ram e CPU) oggi potremmo tranquillamente fare a meno dei backup (almeno nel senso vero e proprio del termine) e potremmo scordarci i virus e i cracker nonche' i black out.

    il problema e' che anche certi "analisti" e "consulenti" devono campare....
    non+autenticato
  • Nota bene: come al solito accomunano virus, hacker e crackers con qualsisasi altra sfiga informatica (che mettono per ultima).
    Cosa c'entrano i black-out con gli hacker e i virus? Sono cose tanto slegate tra loro che una statistica fatta veramente su quei parametri non so quanto avrebbe senso ... ma d'altra parte, qualsiasi cosa può essere "provata statisticamente" se si bara sulle premesse.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Andrea
    > Nota bene: come al solito accomunano virus,
    > hacker e crackers con qualsisasi altra sfiga
    > informatica (che mettono per ultima).
    > Cosa c'entrano i black-out con gli hacker e
    > i virus? Sono cose tanto slegate tra loro
    > che una statistica fatta veramente su quei
    > parametri non so quanto avrebbe senso ... ma
    > d'altra parte, qualsiasi cosa può essere
    > "provata statisticamente" se si bara sulle
    > premesse.

    guarda io alla Iomega ci lavoro, lo sai da cosa sono accumunate tutte quelle cose li'??? l'imbecillita' totale del 70% di chi usa il pc, quelli che poi tentano di fare i backup a volte sono ancora piu' imbecilli e infine l'imbecillita' di chi lavora alla Iomega e fa comunicati del cazzo...cmq non hai idea di quanti "professionisti" perdono qlc anno di lavoro e poi si mettono a piangere.

    cmq i comunicati iomega non arivano da palo alto:

    ROY, Utah, February 12, 2001 .....
    non+autenticato

  • > guarda io alla Iomega ci lavoro, lo sai da
    > cosa sono accumunate tutte quelle cose
    > li'??? l'imbecillita' totale del 70% di chi
    > usa il pc, quelli che poi tentano di fare i> infine l'imbecillita' di chi lavora alla
    > Iomega e fa comunicati del cazzo...cmq non
    > backup a volte sono ancora piu' imbecilli e

    > hai idea di quanti "professionisti" perdono
    > qlc anno di lavoro e poi si mettono a
    > piangere.
    >
    > cmq i comunicati iomega non arivano da palo
    > alto:
    >
    > ROY, Utah, February 12, 2001 .....

    he he he.... e magari i "back-up" li fanno sullo stesso hdd primario di sistema, o su ripartizione, "al riparo" dai danneggiamenti.
    Una volta l'accesso ai PC avveniva dagli ZX81 o Vic20-64, uno acquisiva conoscenza dei principi
    informatici gradatamente, a bestemmie e maledizioni per nastri incisi male in cui avevi perso il Supermario la cui copia era costata una pizza all'amico di turno. Oggi il primo PC che comprano è un PIII con un bel Win98 ultima generazione che sotto le mani "esperte" dell'utente va in crack dopo 10 gg tante sono le disinstallazioni fatte con il click dx "elimina" cartella. Ci si può lamentare poi dell'imbecillità??????

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)