Un telefonino con display bifronte

SarÓ presentato da Samsung, oggi al CES di Las Vegas, il prototipo di un display double-side in grado di trasmettere due immagini differenti in uno spessore inferiore ai tre millimetri

Roma - Esistono già display LCD double-side, cioè che possonotrasmettere immagini sui due lati (fronte e retro), in modo speculare. Ma Samsung presenta il prototipo di un display a doppia faccia in grado di trasmettere immagini differenti, che - qualora prodotto in scala industriale - potrebbe rendere obsoleta la soluzione del doppio display (interno/esterno) per i telefoni cellulari con design "bivalve".

Il prototipo, da 2,22 pollici, ha una risoluzione QVGA (240x320 pixel) e uno spessore di 2,6 mm. Verosimile immaginare la sua applicazione in apparecchi dallo spessore ultraridotto, che potrebbe consentire varianti più "affilate" del RAZR di Motorola e dei suoi vari emuli. Il cuore dell'innovazione introdotta da Samsung è la nuova architettura Thin-Film Transistor (TFT) "double gate".

"Il gate - spiega Samsung - è un componente elettronico che converte il voltaggio del segnale a livello del pixel, controllando l'allineamento dei cristalli liquidi necessario alla riproduzione delle immagini sullo schermo". I primi esemplari di schermi double-side ne avevano uno solo e riproducevano immagini speculari. Il nuovo display ne ha due, che gli consentono di proiettare due immagini differenti. Le retroilluminazione, invece, è comune ad entrambi i lati.
È previsto che il nuovo display di Samsung faccia la propria comparsa al CES (Consumer Electronics Show) che apre i battenti oggi a Las Vegas.

Dario Bonacina