Firenze, arriva il netstrike anti-COOP

Un corteo telematico contro la COOP si terrà domani per difendere il Centro Popolare Autogestito, polo di attività sociali che nel 1998 aveva ospitato il primo Hackmeeting italiano

Roma - Domani potrebbe essere il giorno dello sgombero del CPA Firenze Sud, centro sociale che potrebbe chiudere per fare spazio ad un centro commerciale COOP, per la realizzazione del quale sono già iniziati i lavori lo scorso 9 febbraio.

Per protestare contro la decisione di sgomberare il CPA si stanno mobilitando in tanti attorno al sito "dedicato ai netstrike", netstrike.it, che ospita, come altre volte in passato, il manifesto di una protesta telematica che verrà condotta domani tra le 18 e le 20 sul sito www.e-coop.it.

Gli organizzatori della manifestazione ricordano che tra le attività del Centro Popolare Autogestito, che nel 1998 ha ospitato il primo Hackmeeting italiano e che oggi ospita anche le attività dell'Hacklab fiorentino, figurano "la sua frequentatissima sala da ballo liscio per anziani, la ludoteca per i bambini, le sue numerosissime iniziative politiche e culturali".
Come noto, il "Netstrike" è - per dirla con le parole del sito omonimo - una pratica di mobilitazione in Rete che consiste nell'invitare una massa considerevole di utenti possessori di accessi Internet e browsers a "puntare" i propri modem verso uno specifico URL ad una precisa ora e ripetutamente, in maniera tale da "occupare" un sito web fino a renderlo inutilizzabile almeno per la durata della mobilitazione. Un'occupazione di "banda" simile ad un corteo fisico che occupa una strada fino a renderla inaccessibile ad altri. L'idea base è quella che un'azione individuale in rete, ritenuta legittima a tutti gli effetti, se portata avanti contemporaneamente da una massa di utenti e su un comune indirizzo, può causare un disservizio".
5 Commenti alla Notizia Firenze, arriva il netstrike anti-COOP
Ordina
  • Il grande problema di oggi è che i Comuni non creano strutture per i giovani, non sono di sinistra, anzi sono praticamente di destra, ma non sono stupido, non riesco a capire perchè non viene creato in ogni grande comune uno spazio libero per i giovani, dove possano suonare, riunirsi e organizzare quello che vogliono.
    Si risolverebbero molti problemi:
    1) I centri sociali non avrebbero più giustificazioni
    2) Ci sarebbe un controllo del comportamento delle persone che lo frequentano (e non sto parlando delle maledette canne che dovrebbero liberalizzare)
    3) Non sarebbe una nido dove allevare l'assurda idea sinistra=comunismo=libertà
    4) Sarebbe legale.

    Come si dovrebbe pagare un centro del genere? Con una minima tassa per ogni famiglia, perchè lo stato siamo noi ricordiamocelo o in alternativa con un vaglio attento del budget comunale eliminando gli sprechi.
    Lo so sto parlando di utopia, ma a me piace sognare.
    non+autenticato
  • Nonostante tutto voglio continuare a credere che nei centri sociali non circolino solo le stesse merde che si trovano comunque dappertutto, ma qualche volta anche delle IDEE...

    - Scritto da: Keper
    > Il grande problema di oggi è che i Comuni
    > non creano strutture per i giovani, non sono
    > di sinistra, anzi sono praticamente di
    > destra, ma non sono stupido, non riesco a
    > capire perchè non viene creato in ogni
    > grande comune uno spazio libero per i
    > giovani, dove possano suonare, riunirsi e
    > organizzare quello che vogliono.
    > Si risolverebbero molti problemi:
    > 1) I centri sociali non avrebbero più
    > giustificazioni
    > 2) Ci sarebbe un controllo del comportamento
    > delle persone che lo frequentano (e non sto
    > parlando delle maledette canne che
    > dovrebbero liberalizzare)
    > 3) Non sarebbe una nido dove allevare
    > l'assurda idea sinistra=comunismo=libertà
    > 4) Sarebbe legale.
    >
    > Come si dovrebbe pagare un centro del
    > genere? Con una minima tassa per ogni
    > famiglia, perchè lo stato siamo noi
    > ricordiamocelo o in alternativa con un
    > vaglio attento del budget comunale
    > eliminando gli sprechi.
    > Lo so sto parlando di utopia, ma a me piace
    > sognare.
    non+autenticato
  • Sono di Firenze e abito a poche centinaia di metri dal cosiddetto centro sociale, che è evitato come la peste da tutti gli abitanti del quartiere sia per il luogo stesso, che è fatiscente, sia per le persone che lo frequentano.

    Non vediamo l'ora di toglierceli dalle palle, purtroppo l'amministrazione di sinistra che governa Firenze da 50 anni non ha mai avuto il coraggio di mandarli via perchè in fondo sono figli suoi anche quelli.

    Domani c'è lo sgombero? Sarà, ma lo dicevano anche due anni fa. E sono sempre lì!!!


    Un fiorentino incazzato
    non+autenticato

  • > fatiscente, sia per le persone che lo
    > frequentano.

    vanno in giro armati di mitra???
    o magari hanno i capelli e vestiti non in ordine??

    PS: non sono di firenze

    non+autenticato
  • Ciao IO

    sei un falsone,

    > Sono di Firenze e abito a poche centinaia di
    > metri dal cosiddetto centro sociale, che è
    > evitato come la peste da tutti gli abitanti
    > del quartiere sia per il luogo stesso, che è
    > fatiscente, sia per le persone che lo
    > frequentano.
    non e' assolutamente vero, non sono di firenze ma le volte che sono sceso a firenze per iniziative e dibattiti ho sempre visto all'interno del CPA "laGGente" del quartiere.
    Giovani e meno giovani.

    Il posto non e' nemmeno fatiscente.

    > Un fiorentino incazzato
    un fiorentino frustrato.. perche' vuole il centro commerciale sottocasa?

    Per sparare delle palle c'e' sempre it.politica.destra

    ciao ciao

    PS: speriamo che se domani ci saranno incidenti la polizia, sparando come al solito lacrimogeni ad altezza uomo.. colpisca la tua auto.
    Scherzo, non te la prendere

    non+autenticato