Intel lancia nuovi chip quad-core

Il chipmaker mette paglia sul fuoco con una serie di processori che comprende il primo modello indirizzato al mercato mainstream e due CPU Xeon dedicate ai server a singolo socket

Las Vegas (USA) - Come previsto, Intel ha sfruttato il vivace palcoscenico del CES per introdurre nella propria famiglia di processori quad-core, lanciata lo scorso novembre, tre nuovi processori: il Core 2 Duo Q6600, dedicato al mercato desktop, e due modelli di Xeon della serie X3200, dedicati ai server a singolo processore.

Il Q6600 è il primo processore quad-core di Intel ad adottare il brand Core 2 Quad, riservato alle CPU mainstream. A differenza del suo predecessore, il Core 2 Extreme QX6700, il Q6600 corteggia infatti un fascia di utenti più ampia, che va oltre gli hardcore gamer e i professionisti del multimedia. Il suo prezzo, pari a 850 dollari, rimane tuttavia ben al di fuori dalla portata dell'utente medio, e alla fine dei conti non molto distante dalla fascia di mercato del fratello maggiore, prezzato 999 dollari.

Stando ad alcune fonti, Intel avrebbe già pianificato una forte riduzione di prezzo per il secondo trimestre del 2007: entro la prossima estate il Q6600 potrebbe arrivare a costare circa 530 dollari. I tagli interesseranno anche tutti i modelli di Core 2 Duo, il cui prezzo andrà dai 113 dollari dell'E4300 ai 316 dollari dell'E6700.
Venendo alle specifiche tecniche, il Q6600 ha una cache L2 da 8 MB (2x4), un front-side bus (FSB) a 1.066 MHz e una frequenza di clock di 2,4 GHz, 200 MHz inferiore a quella del QX6700.

Pur essendo il CES una fiera prettamente dedicata al mondo dell'elettronica consumer, il chipmaker californiano non ha avuto alcun imbarazzo nel presentare anche due nuove CPU server. Si tratta dello Xeon X3220, con clock di 2,4 GHz, e dello Xeon X3210, con clock di 2,13 GHz. Entrambi indirizzati ai server a singolo processore, dispongono di 8 MB di cache e di un FSM a 1.066 MHz.

Da notare come l'X3220 sia di fatto un repackage del Q6600, ed infatti il prezzo è quasi identico: 851 dollari. L'X3210 costa invece 690 dollari. Come sempre, tutti i prezzi si riferiscono a ordini di 1.000 unità. A novembre Intel aveva lanciato gli Xeon quad-core della serie 5300, che a differenza dei 3200 supportano configurazioni a doppio socket.

È opinione diffusa che l'incremento di performance fornito dalle CPU quad-core non giustifichi ancora la differenza di prezzo con le versioni a doppio core. Il problema è il software, che in larga parte è ancora scarsamente ottimizzato per il multi-threading.

"Intel sta lavorando attivamente con gli sviluppatori di software sulle applicazioni threaded e i giochi di prossima generazione capaci di sfruttare i processori quad-core", si legge in un comunicato di Intel. Tra le applicazioni già ottimizzate per la generazione di CPU quad-core Intel ha citato Adobe After Effects, Premiere Pro 2.0, Windows Media Encoder, Snapstream e Win DVD.
9 Commenti alla Notizia Intel lancia nuovi chip quad-core
Ordina
  • Ancora una volta intel è il TOP
    non+autenticato
  • che i macachi si inchìnino!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ancora una volta intel è il TOP


    Prego, accomodati, stacca l'assegno per la nuova stufa, che intel, già dopo pochi mesi, non ne poteva più di produrre CPU che consumano meno di 100W.
    non+autenticato
  • Secondo me al momento, a meno di avere necessità impellenti è meglio attendere.
    Troppe le novità, Vista, schede video DX10.
    Meglio attendere ancora qualche mese.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Secondo me al momento, a meno di avere necessità
    > impellenti è meglio
    > attendere.

    si attende, non perchè non convenga ma perchè costano ancora tanto!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Secondo me al momento, a meno di avere necessità
    > > impellenti è meglio
    > > attendere.
    >
    > si attende, non perchè non convenga ma perchè
    > costano ancora
    > tanto!
    Se fanno parte della stessa famiglia del primo quad-core, sono in realtà due dual-core collegati da un FSB on chip: non converranno mai, sono una soluzione costosa e sub-ottima che serve solo a intel per dire di essere arrivata prima.
    Possono essere utili per chi abbia davvero bisogno di un multiprocessore molto compatto, magari per dei blade server o per WS usate principalmente per programmi che si avvantaggino più di un parallelismo più ampio piuttosto che ristretto o nullo ma con clock più elevato.
    SE si ha la necessità di eseguire un singolo thread pesante alla massima velocità possibile, meglio un dual core, che a parità di processo di produzione può spingersi a frequenze di clock più alte.
    Un single core ormai non è più l'ideale neanche in questi casi, dato che ormai è una soluzione riservata ai modelli più lenti ed economici e anche perché ormai tutti i SO disponibili si avvantaggiano molto bene dei dual processor e dual core, avvantaggiando anche le applicazioni single threaded, che possono avere a disposizione un core mentre l'altro gestisce i servizi e programmi accessori.
    Quindi meglio attendere, anche perché col passaggio ai 65nm finalmente AMD potrà rispondere più efficacemente sia riguardo alla potenza di calcolo che ai prezzi.
    E non dimentichiamo una cosa: guardiamo cosa si può trovare nei saldi postnatalizi e anche se non ci interessasse nulla, sono comunque un'impareggiabile spinta a successivi cali di prezzo degli articoli non in saldo.
    non+autenticato
  • Oooops! Mi sono accordo che ho scritto una frase con un'immonda quantità di "ormai", oltre a periodi unpo' troppo prolissi e involuti. Mi cospargo il capo di cenere e chiedo perdono per l'orrendo massacro fatto dell'italico idioma. ImbarazzatoCon la lingua fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > SE si ha la necessità di eseguire un singolo
    > thread pesante alla massima velocità possibile,
    > meglio un dual core

    evita di dire stupidaggini, grazie
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > SE si ha la necessità di eseguire un singolo
    > > thread pesante alla massima velocità possibile,
    > > meglio un dual core
    >
    > evita di dire stupidaggini, grazie

    E' arrivato Federico Faggin.
    non+autenticato