Pedoporno, scansione di massa delle carte di credito

La Polizia tedesca ha ottenuto la collaborazione delle società di credito per setacciare le transazioni finanziarie: chi pagava per contenuti online illegali sarà individuato. Altre iniziative in vista

Berlino - Nella civilissima Germania la magistratura ha deciso di sacrificare almeno parzialmente i diritti alla privacy dei cittadini pur di sconfiggere il fenomeno della pedopornografia online. Una squadra speciale anti-crimine, nel lander del Sachsen-Anhalt, è riuscita a convincere le società di carte di credito a setacciare le transazioni di almeno 22 milioni di utenti. La cosiddetta "operazione Mikado" ha permesso così di individuare 322 persone sospettate di acquistare materiale pedoporno su Internet.

Nel rispetto della legge tedesca, le ricerche nei database sono state effettuate dalle società finanziarie e non dalla Polizia. Gli inquirenti si sono limitati a fornire alcuni criteri chiave: somme di denaro specifiche, indicazioni temporali e l'identificativo del ricevente. E questo perché al termine di un lungo periodo di investigazione era stato scoperto un sito web straniero che stava attirando l'utenza tedesca con materiali di pornografia infantile. Dopo aver individuato i conti dei gestori non restava che procedere contro i clienti.

La legge sulla privacy in Germania, però, non sembra lasciare tutto questo margine di libertà, almeno secondo Johann Bizer, direttore dell'Independent Center for Privacy Protection del Schleswig-Holstein. La Polizia può certamente domandare alle istituzioni finanziarie i dati di un cliente, ma solo in certe condizioni particolari che sottendano ad un concreto sospetto di reato. "La Polizia non può richiedere alle Banche o alle società finanziarie di effettuare ricerche ad ampio raggio", ha sostenuto Bizer. "Devono avere sospetti precisi e una base di ricerca limitata".
Bizer è convinto che l'individuazione degli indirizzi IP e il tracking delle transazioni finanziarie possano essere un ottimo deterrente per il mercato della pedopornografia online. "Attenzione però alla sfiducia degli utenti, specialmente se non vengono correttamente informati su queste operazioni", ha voluto sottolineare Bizer.

La stampa è divisa, cosi come la politica e l'opinione pubblica: il dibattito sulla legalità della procedura è aperto. Bisogna comunque ricordare che le normative tedesche sono considerate tra le più avanzate in Europa: il consumo e il commercio di foto e video pedopornografici sono sanzionati con la detenzione, ed è al vaglio la possibilità di crackare direttamente i PC degli utenti mentre accedono a contenuti illegali.
80 Commenti alla Notizia Pedoporno, scansione di massa delle carte di credito
Ordina
  • sono sicuro che hanno controllato anche le carte oro/platinum vero ?????
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > sono sicuro che hanno controllato anche le carte
    > oro/platinum vero
    > ?????

    notizie contrarie in merito?
    non+autenticato
  • uk e sempre avanti ma pure la germania sta recuperando velocemente punti

    in italia invece ufficialmente siamo in coda, ma ufficiosamente ?????
    non+autenticato
  • nella civilissima Germania i metodi nazionalsocialisti sono restii a morire !
    Tanto non abbiamo nulla da nascondere noi !
    AnonimoAnonimoAnonimoAnonimo
    non+autenticato
  • ...il FAR WEST.

    Spesso, quando qualche imbecille vuole derubare qualcuno dei propri diritti su Internet, si sente dire "Internet non è il far west" o sciocche frasi simili.

    Ma in realtà queste persone vogliono che lo sia. Mi spiego subito.

    Nella vita reale possiamo andare in una cabina telefonica e fare una telefonata del tutto anonima. Le probabilità di essere beccati, se prendiamo le giuste precauzioni, sono nulle.

    La stessa cosa vale per la posta ordinaria... nessuno ci obbliga a mettere un indirizzo mittente valido e, ancora una volta, se prendiamo le giuste precauzioni non c'è speranza che ci becchino.

    Nella posta ordinaria, inoltre, non c'è nessun log delle cartoline che riceviamo, da chi sono mandate e da dove.

    Nessuno si sognerebbe di dire di instaurare un log di due anni per tutta la posta ordinaria che riceviamo... se qualcuno lo facesse si griderebbe allo scandalo... al controllo di massa... alla criminalizzazione dei cittadini in modo preventivo.

    È giusto che un indagato (che quindi è sospettato di qualcosa) possa venir controllato, ma la _sua_ posta viene controllata SOLO nel momento in cui diventa indagato e SOLO per volere di un magistrato... e di certo non si pretende di avere l'elenco della posta inviata e ricevuta nei due anni prima.

    Tutto questo su Internet, per qualche ragione che mi sfugge, non vale.

    Tutti noi siamo PREVENTIVAMENTE loggati. I log hanno durata di 2 anni. Ma non solo sulla posta, anche sui siti che visitiamo, ciò che compriamo, ecc.
    È come se avessimo un notaio al nostro fianco ogni singolo giorno della nostra vita che si prende nota di:
    - A chi inviamo la nostra posta
    - Da chi riceviamo posta
    - Che giornale e che articoli leggiamo e per quanto tempo
    - Su cosa ci seghiamo la sera
    - Quali sono i nostri sport e hobby preferiti
    - Quali sono i nostri amici più cari
    - Eccetera eccetera eccetera

    In pratica, le norme _sensate_ del "mondo reale" su Internet, per questi signori, non valgono.
    Per loro Internet è un FAR WEST LEGALE in cui i diritti degli utenti non valgono nulla e possono essere calpestati in ogni modo usando, di volta in volta, uno spauracchio diverso (pedofili [che va per la più], terroristi, alieni, ...).

    Fermo restando che è _giusto_ che si colpisca chi _finanzia_ la tortura e l'umiliazione di *chiunque* (non solo dei bambini) questo non autorizza NESSUNO a farsi beffe dei diritti degli altri e non autorizza NESSUNO a mancare di rispetto a qualcun'altro solo perché non ne condivide idee ed opinioni.

    [Continua in Parte 2]
  • Ieri un gruppo che definirei di "giustizieri" (non mi viene altro termine per definirli) mi ha contattato via email cercando di adescarmi. Inizialmente ho davvero pensato che si trattasse di un pedofilo che, leggendo le mie _personali_ opinioni, si fosse fatto un'idea un po' strana del sottoscritto tant'è che appena mi è stato possibile ho anche contattato un mio amico che di tanto in tanto lavora come esperto della polizia postale per avere un'opinione sul fatto.

    Datogli l'unica risposta che si meritava (una versione di "ma vedidiandarteloapijareindercuXo" solo formulata in modo più gentile come _chiunque_ si merita) ricevo poi un'email sempre dallo stesso individuo che in stile "Wonka e la Fabbrica di Cioccolato" (ricordate la scena del ragazzino che ritorna il "succhiasucchiachemaisiconsuma" a Wonka? Ecco, più o meno così.) mi dice qualcosa di simile a "congratulazioni hai passato il test"... al che avrei preferito che si trattasse di un pedofilo vero... anziché di un gruppetto di ragazzi che si ritiene in diritto di agire da "giustizieri nemmeno tanto mascherati" a loro imprescindibile giudizio.

    Mi forniscono anche il link al loro forum... sul quale ipotizzano (senza tanti mezzi termini) che io sia una specie di agente del così detto (a torto) "Partito dei Pedofili Olandese" disceso in Italia per portare il verbo e che stia reclutando personale per fondare un partito simile e voglia in qualche fantasioso modo legalizzare la violenza sui bambini nascondendola dietro il mio _diritto_ ad avere un'opinione in merito e il mio _diritto_ a comunicarla agli altri per quanto schifo, a loro, questa _mia_ opinione faccia.

    Ma non si limitano a questo, sul loro forum (di cui NON pubblico il link ma che ho comunicato alla Redazione), ipotizzano che Punto Informatico sia divenuto un covo di pedofili e che la Redazione non solo ne sia cosciente ma ne sia addirittura complice.

    Non dirò chi sono, basti sapere che si sono anche iscritti a PI recentemente e hanno partecipato alle recenti diatribe naturalmente usando toni sprezzanti, ai limiti della diffamazione, contro chiunque non la pensasse come loro e augurandosi uno Stato a dir poco Fascista in cui solo la loro versione possa essere liberamente riportata e censurati tutti gli altri... e a quanto ho visto addirittura cercando di adescare utenti che _NULLA_ hanno a che fare con la violenza contro i bambini solo perché loro sono convinti che sia così.

    Fra l'altro, a questi ragazzi (che si vantano di aver segnalato più di un centinaio di siti web pedofili... al che mi chiedo che autorizzazione abbiano loro per visionare certo materiale), ricordo che con la loro azione hanno messo a rischio sé stessi (tant'è che il tipo ha usato il suo nome e cognome reale... ora io mi chiedo, se fossi stato davvero qualcuno che violenta, stupra e magari uccide bambini se mi sarei fatto problemi a fare altrettanto con loro...) ed eventuali indagini di polizia ufficiale nei miei confronti (sempre naturalmente se fossi davvero un pedone senza speranza) rischiando di mandare all'aria magari il lavoro di mesi.

    Sia chiaro che, se ci saranno conseguenze di qualunque tipo, nei confronti della mia persona derivanti da questa vicenda, sarò costretto a difendermi denunciando il fatto... ed è solo per puro caso che hanno beccato me che _per principio_ non faccio danno agli altri anche quando potrei farlo e non qualcuno che avrebbe potuto approfittarsi di questo per agire legalmente nei loro confronti.

    I link a siti pedofili li si segnala _ALLE AUTORITÀ_ e NON su un forum di utenti che dice di essere contro la pedofilia. Le indagini vanno fatte dalle AUTORITÀ e NON da un gruppetto di giustizieri che pensano di essere e di poter agire al di sopra della legge.

    E con questo li invito caldamente a non contattarmi più, con nessun mezzo.
    Con loro non voglio avere proprio nulla a che spartire. Mi sento profondamente offeso sia dalle loro parole che mi disegnano come un capo della malavita organizzata pronto a sacrificare la vita di bambini per il proprio piacere, sia per il gesto che hanno compiuto nei miei confronti e non me ne frega una mazza se le loro intenzioni erano buone, ci sono delle regole che _anche loro_ devono rispettare, come devo rispettarle io e tutti gli altri.

    Vi invito, per il vostro bene (visto che mi pare di capire che siete giovani) a lasciar stare questo gioco pericoloso in cui vi siete messi... il fenomeno contro cui combattete è di diverse magnitudini più grande e pericoloso di quanto voi siate in grado di affrontare.
    Se ritenete che questo debba essere il vostro lavoro allora entrate a far parte di un centro di polizia regolare... non ci si improvvisa detective come avete fatto voi... e questo davvero lo dico perché capisco le vostre intenzioni e in parte le condivido ma soprattutto perché è mio compito avvertirvi che ciò che state facendo è non solo pericoloso per voi stessi, ma anche pericoloso per altre persone... ed è il semplice "buon senso" a dire questo.

    Spero altresì, dalla risposta che vi ho dato inizialmente, che abbiate capito che NON sono ciò che pensavate ma solo un privato cittadino come tanti con un _suo_ cervello che esprime liberamente la propria opinione. Giusta o sbagliata che sia. Le motivazioni sono mie e non mi è rischiesto giustificarle né con voi né con nessun'altro... ma è mio _diritto_ criticare una legge quando non mi trovo d'accordo con essa *pur rispettandola*... indipendentemente da che legge sia e vi invito a fare più attenzione in futuro a ciò che fate... se lo aveste fatto avreste anche notato che io sono praticamente l'unica persona qui che NON TOLLERA nemmeno le botte ai bambini a fini "educativi" (e ci sono stati flame interi su questo in passato)... ma questo vi deve essere sfuggito... come molto altro. Ricordatevi anche un'altra cosa... CHIUNQUE può sbagliare nella vita e una seconda chance la meritano _tutti_.

    Internet NON è il FAR WEST legale in cui potete fare quello che vi pare. Alla domanda "ma è legale quello che stanno facendo" il mio amico ha risposto "no". Rifletteteci su.
  • Non scherziamo..su PI ci sono solo comunisti..non pedofili!
    non+autenticato
  • Su PI, come su Slashdot, Digg e altri posti del genere ci sono dei nerd sfigati che si sono autoconvinti, dopo essere entrati in contatto con altri nerd sfigati, di far parte di una qualche fantomatica "elite" destinata ad ereditare il mondo.

    In realtà sono una manica di poveri perdenti in cerca di una rivalsa, una qualsiasi, per tutte le botte che hanno preso da noi a scuola.

    Li abbiamo derisi, picchiati, umiliati pubblicamente, massacrati di botte, sottoposti ad ogni genere di angheria. E giustamente, perchè sono dei perdenti.

    Ora se ne stanno lì dietro alle loro tastiere, l'unico posto al mondo dove possono sentirsi al sicuro, a cianciare sulla "rivoluzione" che non verrà mai.

    Guardatevi alle spalle, nerdini, perchè state per essere massacrati di nuovo.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Su PI, come su Slashdot, Digg e altri posti del
    > genere ci sono dei nerd sfigati che si sono
    > autoconvinti, dopo essere entrati in contatto con
    > altri nerd sfigati, di far parte di una qualche
    > fantomatica "elite" destinata ad ereditare il
    > mondo.
    >
    > In realtà sono una manica di poveri perdenti in
    > cerca di una rivalsa, una qualsiasi, per tutte le
    > botte che hanno preso da noi a
    > scuola.
    >
    > Li abbiamo derisi, picchiati, umiliati
    > pubblicamente, massacrati di botte, sottoposti ad
    > ogni genere di angheria. E giustamente, perchè
    > sono dei
    > perdenti.
    >
    > Ora se ne stanno lì dietro alle loro tastiere,
    > l'unico posto al mondo dove possono sentirsi al
    > sicuro, a cianciare sulla "rivoluzione" che non
    > verrà
    > mai.
    >
    > Guardatevi alle spalle, nerdini, perchè state per
    > essere massacrati di
    > nuovo.

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Su PI, come su Slashdot, Digg e altri posti del
    > > genere ci sono dei nerd sfigati che si sono
    > > autoconvinti, dopo essere entrati in contatto
    > con
    > > altri nerd sfigati, di far parte di una qualche
    > > fantomatica "elite" destinata ad ereditare il
    > > mondo.
    > >
    > > In realtà sono una manica di poveri perdenti in
    > > cerca di una rivalsa, una qualsiasi, per tutte
    > le
    > > botte che hanno preso da noi a
    > > scuola.
    > >
    > > Li abbiamo derisi, picchiati, umiliati
    > > pubblicamente, massacrati di botte, sottoposti
    > ad
    > > ogni genere di angheria. E giustamente, perchè
    > > sono dei
    > > perdenti.
    > >
    > > Ora se ne stanno lì dietro alle loro tastiere,
    > > l'unico posto al mondo dove possono sentirsi al
    > > sicuro, a cianciare sulla "rivoluzione" che non
    > > verrà
    > > mai.
    > >
    > > Guardatevi alle spalle, nerdini, perchè state
    > per
    > > essere massacrati di
    > > nuovo.
    >
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    bwhahahahahhaA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Zu PI, comezu Slashdot, Digg e alri posi del
    > genre ci' è di nedd sfikati che si' è
    > autocovitti, doppo ezere intrati in gontato con
    > alti nedd sfikati, fappatte di una cqualce
    > fant-o-matica "lite" cestinata a redditare lo
    > mono.
    >
    > In realta gli e una camisa di povri perdeti
    > cerchi unoa rivalasa, una sisia qual, per tute le
    > bote che ano preso ano i a
    > squola.
    >
    > Li avrebbimo derisi, piciati, miliati
    > publicamente, masacrati ad bote, sotoposti a
    > oni genre di ankeria. E gustamente, perche
    > gli e dei peddeti.
    >
    > Ora si stano li drento a le loro tastere,
    > lunico posto a monno ve pozono sentire il
    > seguro, a gangare sula "liposuzone" che no
    > vera
    > mai.
    >
    > Guardarebbiv le spale, nedini, che stiate per
    > ezre mazarati di novo.

    Firmato: il bulo, con licezza di cuinta lementare.
    non+autenticato


  • Ognuno dovrebbe/deve avere il diritto, essere libero, di esprimere le sua idee, come prescrive la Costituzione di questo Paese. (A suo modo grande, più grande di certe piccolezze che vi accadono) Tale diritto sulla Carta esiste di fatto. Invece al di fuori della Carta esiste solo di diritto e non di fatto a causa della violenza che fa da padrona fuori e dentro le istituzioni. Vi siete chiesti perché esiste il Diritto? Esiste per contenere e contrastare le violenze. Esprimere le proprie idee non è violenza, perché alle idee ci si può opporre dopo che sono state espresse. E' violenza imporre le proprie idee, perché alle idee imposte non ci si può opporre, ed in particolare è violenza imporle al di fuori della legge. Non a caso i Radicali si ispirano a Gandhi. Se PI è un covo di pedofili perché permette che si esprimano delle idee sul suo forum allora sono covi di pedofili anche molti partiti in Italia nei quali si difendono e promuovono le stesse idee sulla libertà di parola e di espressione.

    Vasco
    non+autenticato
  • Sì e magari oltre a segnalare i link ai siti "sul loro forum" li mirrorano anche "per raccogliere prove".
    non+autenticato
  • tutto diventa lecito, ieri era l'evasione fiscale in Gb oggi il pedoporno in Germania.
    C'è un piccolo problema mettiamo che la società pinco-palla gestisca le transazioni per il sito x legittimo ed il sito y illegittimo, l'utente del sito x si troverà indagato come l'utente del sito y pur non avendo fatto assolutamente nulla.
    Avendo beccato il sito interessato era molto più sensato fare il lavoro al contrario, controllando il conto destinatario,l'ora di transazione e la modalità di transazione. Questo modo di procedere a tappeto non ha alcun senso ed è una chiara violazione dei diritti costituzionali degli indagati. E' un approccio machiavellico mi lascia moooolto perplesso.
    non+autenticato
  • e.c. che
    non+autenticato
  • Apriti sesamo.

    Un giorno avranno il diritto di perquisire tutte le case quando gli gira come oggi fanno con gli autoveicoli alla dogana "E' per i bambini", diranno in parlamento, "è contro i pedofili". E tutti abbaieranno.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > tutto diventa lecito, ieri era l'evasione fiscale
    > in Gb oggi il pedoporno in Germania.
    >
    > C'è un piccolo problema mettiamo che la società
    > pinco-palla gestisca le transazioni per il sito x
    > legittimo ed il sito y illegittimo, l'utente del
    > sito x si troverà indagato come l'utente del sito
    > y pur non avendo fatto assolutamente
    > nulla.

    Esatto, per'altro come già successo in italia (minuscolo) in una simil-retata nostrana di qualche tempo fa. Ne parlarono anche le iene. Un mucchio di gente è stata indagata con accuse infamanti di pedofilia e poi concluse con un nulla di fatto. Hanno avuto la sola sventura di utilizzare per le proprie transazioni delle società che tra le altre cose gestivano anche quei siti... Perplesso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)