ICT, a breve ReLab nel Lazio

Annuncio

Roma - Si chiama Rendering Lab, per gli amici ReLab, ed è una novità dedicata alle imprese laziali impegnate nell'audiovisivo, un sistema di grid computing che dovrebbe fornire alle piccole e medie aziende locali capacità di calcolo sufficienti a competere sul mercato internazionale. Si stima che nel Lazio siano più di 1.500 le società impegnate in questo settore, capaci di sviluppare un fatturato pari a 450 milioni di euro.

ReLab è una creatura di LAIT e Regione Lazio ed è ospitato al Tecnopolo Tiburtino.

Le nuove risorse di calcolo, spiegano infatti i promotori, serviranno in particolare all'animazione 3D e ai nuovi video digitali come anche al restauro delle pellicole.
1 Commenti alla Notizia ICT, a breve ReLab nel Lazio
Ordina
  • Il progetto sembra una bella cosa, ma vorrei attirare l'attenzione sui numerosi programmi per l'editing video su linux, ce ne sono molti ed anche fatti bene, non al pari di Adobe o Final Cut, ma abbastanza per produzioni professionali, poi pero' quando attacchi una telecamera difficilmente viene riconosciuta, come altro hardware dedicato. Lo stesso per l'editing audio, anche se qui i soft sono anche piu' professionali.
    Magari, considerato il costo dei soft proprietari, qualche investimento o studio per supportare questa nicchia, in vertiginosa espansione, si potrebbe anche farlo.
    non+autenticato