La video email si autodistrugge

Mail tracciate, con tanto di video e che si autodistruggono. Lo promette BigString.com. Un servizio gratuito per l'utente domestico

Roma - In una rete telematica in cui forme di comunicazione più dirette e partecipative come le chat, i blog e i forum hanno preso il sopravvento sullo storico media delle missive elettroniche, i mail provider sono portati ad inventarsi di tutto per distinguersi ed offrire feature che li rendano ancora competitivi. Ultima novità in ordine di tempo è l'email con video allegato che si auto-cancella secondo le modalità stabilite dal mittente.

A prevedere il nuovo servizio è la piccola dot.com BigString.com, società specializzata nel fornire quanto più controllo possibile agli utenti sulle proprie comunicazioni digitali. "Quello che dici oggi, non vuoi che ti ritorni indietro domani", dice Adam Kotkin, chief operating officer di BigString.

L'affermazione ben esemplifica lo spirito che guida la società: già da tempo BigString.com prevede la possibilità di inviare mail che si autocancellano in maniera automatica, inclusi i messaggi che sono stati inoltrati a terzi, che possono essere letti solo un numero limitato di volte e viaggiano sotto stretto controllo grazie ad un sistema di tracking avanzato su chi le legge e quando.
Il notevole controllo a disposizione del mittente, finora disponibile per un buon numero di tipologie di contenuti inviati come allegato, comprende ora anche i video-messaggi: secondo Kotkin, con la nuova tecnologia approntata da BigString.com l'utente può estendere il livello di controllo che aveva finora sui messaggi testuali anche ai contenuti visivi, e in più i suddetti non possono in alcun modo venire registrati sull'hard disk del destinatario.

Caratteristica encomiabile del servizio è il suo essere disponibile all'utente domestico senza costo alcuno, con 1 Gigabyte di spazio e la possibilità di inviare video lunghi fino a 5 minuti. È inoltre disponibile un servizio premium, dal costo di 30 dollari al mese, per il doppio dello spazio e video-allegati di 30 minuti.

Diverso il trattamento per l'utenza business: alle piccole e medie imprese che cercassero una piattaforma tecnologica conveniente per gestire la sicurezza della propria corrispondenza elettronica, BigString.com offre la possibilità di gestire e monitorare gli indirizzi email degli impiegati: in questo caso, il servizio base prevede il controllo di 10 indirizzi per 150 dollari mensili di spesa, con la possibilità per il cliente di utilizzare il proprio nome di dominio.

Un servizio interessante che non è però l'unico nel suo genere: si ricordi a titolo di esempio Vaporstream, il messaging a prova di spia, non a caso definito recordless, recentemente lanciato dall'americana Void Communications.

Alfonso Maruccia
10 Commenti alla Notizia La video email si autodistrugge
Ordina