Hard disk, un 2,5 pollici da 15mila RPM

Seagate presenta quello che definisce il più veloce hard disk da 2,5 pollici oggi sul mercato, capace di competere con i modelli da 3,5 pollici più performanti. La capacità, però, è limitata

Scotts Valley (USA) - Piccolo ma tutto pepe il nuovo hard disk Savvio 15K lanciato da Seagate. Il noto produttore afferma infatti che questo è il primo drive da 2,5 pollici a vantare una velocità di 15mila rotazioni per minuto (RPM), la stessa sfoggiata dai modelli da 3,5 pollici più performanti.

Come si può intuire, il nuovo disco small form factor di Seagate è indirizzato ai server, un settore dove i drive da 2,5 pollici hanno cominciato ad erodere il mercato dei modelli tradizionali. I suoi ridotti consumi e ingombri rendono questo formato particolarmente adatto per i server rack, i blade e i sistemi di storage RAID.

Rispetto ad un hard disk da 3,5 pollici, il Savvio 15K occupa circa un terzo dello spazio e consuma il 30% in meno. L'unico neo è dato dalla capacità, che si spinge al massimo a 73 GB: un valore circa 10 volte inferiore a quello del più capiente disco da 3,5 pollici attualmente prodotto da Seagate. Il Savvio 15K utilizza del resto un solo piatto magnetico, una scelta probabilmente dettata dalla volontà di minimizzare i consumi energetici e massimizzare l'affidabilità (l'MTBF è di 1,6 milioni di ore).
Seagate non ha specificato quale sia la massima velocità di trasferimento dei dati fornita dal suo nuovo hard disk, ma non ha esitato a definirlo il drive più veloce della sua categoria: un'affermazione per altro confermata da HP, che ha già scelto il Savvio 15K per la sua famiglia di server ProLiant.

Il nuovo hard disk, già disponibile sul mercato OEM, è provvisto esclusivamente di interfaccia Serial Attached SCSI (SAS).
10 Commenti alla Notizia Hard disk, un 2,5 pollici da 15mila RPM
Ordina
  • Ad oggi le memorie flash sono competitive come prezzo fino alla dimensione di 4Gb.
    Entro il 2009 dovrebbero essere utilizzabili anche nei piccoli Hard Disk dei portatili.
    Sinceramente non vedo l'ora!
    Velocità, risposta rapida, consumi ridotti, robustezza....
    Con la lingua fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ad oggi le memorie flash sono competitive come
    > prezzo fino alla dimensione di
    > 4Gb.
    > Entro il 2009 dovrebbero essere utilizzabili
    > anche nei piccoli Hard Disk dei
    > portatili.
    > Sinceramente non vedo l'ora!
    > Velocità, risposta rapida, consumi ridotti,
    > robustezza....
    > Con la lingua fuori

    Io credo/spero arriveranno prima del 2009 (magari primi 2008...)...
    certo che dovrebbe essere un bel salto generazionale!!!
  • Se si parla di 15k rpm si confrontino quelli...

    Con quella velocità non mi pare ci siano dischi da piu di 145GB ancora in commercio, o mi sbaglio?
    non+autenticato
  • Ci sono gli SCSI 300GB 15Krpm (Visto in una MSA-1000 HP)
    non+autenticato
  • Sarebbe una svolta epocale avere un hard disk del genere in un portatile. Finalmente le prestazioni non sarebbero così limitate come attualmente....
    non+autenticato
  • un affare così a 7200 giri ma dalla capacità doppia o tripla lo installerei subito sul desktop! Diminuendo le dimensioni dei piatti a pari capacità aumenta la densità dei dati e anche a velocità non eccezionali il transfer rate è cmq elevato. Il seek time forse risentirà della meccanica "bolsa" a basso consumo che movimenta la testina. Mi sa che arriveranno prima gli HD a stato solido.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > un affare così a 7200 giri ma dalla capacità
    > doppia o tripla lo installerei subito sul
    > desktop! Diminuendo le dimensioni dei piatti a
    > pari capacità aumenta la densità dei dati e anche
    > a velocità non eccezionali il transfer rate è cmq
    > elevato. Il seek time forse risentirà della
    > meccanica "bolsa" a basso consumo che movimenta
    > la testina. Mi sa che arriveranno prima gli HD a
    > stato
    > solido.

    ??? Diminuendo la dimensione dei piatti aumenta la densità e quindi la velocità ? E chi lo dice questo ? Mica è sempre vero, anzi !
    non+autenticato
  • Aumentando la densità dei dati deve PER FORZA aumentare il transfer rate a parità di giri. Non è un'opinione. Se poi per altri motivi si limita il quantitativo di bit/sec trasferito in uscita dal dispositivo nel suo complesso è un altro discorso ma la testina trasferisce i dati al resto del circuito a velocità maggiore, in ogni caso.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sarebbe una svolta epocale avere un hard disk del
    > genere in un portatile. Finalmente le prestazioni
    > non sarebbero così limitate come
    > attualmente....

    Ma anche no! Se montiamo gomme con mescola da Formula 1 sulle vetture stradali non abbiamo da guadagnarci, perché tutto il sistema - strade incluse - è tarato su parametri diversi.

    Uso portatili diversi da 14 anni, e nonostante tutte le promesse è chiaro che non sono destinati a confrontarsi con le prestazioni velocistiche e di storage dei desktop, figurarsi con i server di cui parla l'articolo.

    Il disco del portatile deve garantire consumi bassi, minima dissipazione termica, ottima resistenza agli urti... e ovviamente minor dimensione fisica possibile.

    Solo in parte sono caratteristiche utili a desktop e server, e dovendo trovare dei compromessi guidati dalle priorità è dimostrato che si sono sempre preferite linee di sviluppo differenti.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Sarebbe una svolta epocale avere un hard disk del
    > genere in un portatile. Finalmente le prestazioni
    > non sarebbero così limitate come
    > attualmente....

    Sì, e le batterie durerebbero 5 minuti.. ma per favore !
    non+autenticato