Il Falun Gong attacca via satellite

Il livello tecnologico della setta perseguitata dal regime cinese ha sorpreso le autorità che hanno subìto i suoi attacchi satellitari. I dettagli

Roma - La chiamano "setta" ma quella del Falun Gong è piuttosto una disciplina nata in Cina che si ispira a radicate tradizioni orientali, che ora, sfruttando le novità delle tecnologie satellitari, ha trovato nuovi spazi di comunicazione cogliendo completamente di sorpresa le autorità di Pechino, da anni impegnate nella persecuzione degli adepti Falun.

Stando a quanto riportato dall'agenzia di stampa cinese Xinhua, alla fine di giugno per circa una settimana, esponenti del movimento Falun Gong sono riusciti a sovrapporre le proprie trasmissioni satellitari a quelle governative sfruttando il satellite Sinosat.

L'iniziativa di Falun Gong, tesa a raccontare ai cinesi la sua verità sulle persecuzioni del regime comunista di Pechino dentro e fuori la Cina, sembra aver colto completamente di sorpresa le autorità, come ha confermato alla Xinhua proprio un funzionario governativo.
A quanto pare, in almeno dieci occasioni e per una decina di minuti i nove canali della Televisione Centrale Cinese sono stati "sostituiti" dalle trasmissioni satellitari del Falun Gong.

Una clamorosa iniziativa che il regime si è affrettato a definire criminale. In una nota il Consiglio di Stato di Pechino ha affermato che si è così "impedito alla gente di vedere le celebrazioni per il quinto anniversario del ritorno di Hong Kong sotto la sovranità cinese nonché i Mondiali di calcio". Il Consiglio ha anche chiesto condanne internazionali per chi viola le trasmissioni satellitari. Sempre secondo l'agenzia Xinhua, domani il "Quotidiano del Popolo", la voce ufficiale del Partito Comunista, pubblicherà un commento sulla questione ispirato ai crimini dell'hacking satellitare che avrebbero messo a nudo le caratteristiche del Falun Gong: "La sua natura è contro l'umanità, la scienza e la società".
TAG: censura
14 Commenti alla Notizia Il Falun Gong attacca via satellite
Ordina
  • >Il Consiglio ha anche chiesto condanne internazionali per chi viola le trasmissioni satellitari.

    Chiaramente perche'le interferenze avvengono dall'estero. Forse da Taiwan, dove la tecnologia non manca. Un modo ingegnoso per i settari taiwanesi per rispondere alla continua pressione militare cinese.
    D'altra parte la Cina ha boicottato l'istituzione del tribunale penale internazionale (come gli Stati Uniti, tra l'altro). Alla faccia della coerenza.

    cordialmente
    non+autenticato
  • Parlano di umanità, intanto hanno ancora la pena
    capitale, torturano e fanno lavaggio del cervello...
    non+autenticato
  • Belli i commenti precedenti, ma bisogna ricordare tre cose:
    1) La Cina e l'India non è che possono passare in 2 mesi al sistema occidentale, ci metterebbero anni e anni, anche con lo sforzo delle potenze occidentali.
    2) E' triste dirlo, ma passare di colpo alla democrazie stile occidentale e al capitalismo significherebbe la fine della Cina e dell'Asia... sono troppi e troppo eterogenei come popolo, in confronto quello che è successo in russia non sarebbe niente, si creebbero in pochi mesi CENTINAIA di milioni di poveri e affamati
    3) Le finte democrazie capitalistiche oligarchiche (sud Korea, molti stati centroamericani, etc..) non sono meglio, magari non giustiziano la gente in piazza, ma la fanno sparire nelle fosse comuni (vedi centroamerica).
    L'ideale sono IMHO le democrazie socialiste tipo scandinavia, anche se vanno bene in piccoli paesi sotto i 10 milioni di abitanti.
    non+autenticato
  • E visto che è complicato passare al sistema capistalista in poco tempo (e perché mai dovrebbe farlo poi..), è giustificato il suo regime iper comunista, uccidi-libertà e massacra popoli?
    Poi mi sa che fai delle grosse confusioni: paragonare la Corea agli stati centramericani è completamente sballato: la Corea è un paese che risente molto di + dell'influenza giapponese, e non è così indietro nella strada della democrazia, come il Nicaragua

    - Scritto da: Cinese
    > Belli i commenti precedenti, ma bisogna
    > ricordare tre cose:
    > 1) La Cina e l'India non è che possono
    > passare in 2 mesi al sistema occidentale, ci
    > metterebbero anni e anni, anche con lo
    > sforzo delle potenze occidentali.
    > 2) E' triste dirlo, ma passare di colpo alla
    > democrazie stile occidentale e al
    > capitalismo significherebbe la fine della
    > Cina e dell'Asia... sono troppi e troppo
    > eterogenei come popolo, in confronto quello
    > che è successo in russia non sarebbe niente,
    > si creebbero in pochi mesi CENTINAIA di
    > milioni di poveri e affamati
    > 3) Le finte democrazie capitalistiche
    > oligarchiche (sud Korea, molti stati
    > centroamericani, etc..) non sono meglio,
    > magari non giustiziano la gente in piazza,
    > ma la fanno sparire nelle fosse comuni (vedi
    > centroamerica).
    > L'ideale sono IMHO le democrazie socialiste
    > tipo scandinavia, anche se vanno bene in
    > piccoli paesi sotto i 10 milioni di
    > abitanti.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)