Il cuore di OpenOffice in un toolkit

La comunità OpenOffice.org intende consentire agli sviluppatori di sfruttare il codice della suite per creare applicazioni basate sul formato aperto OpenDocument. Ma il futuro potrebbe riservare molto di più

Roma - Nel prossimo futuro OpenOffice potrebbe andare oltre il semplice concetto di suite per l'ufficio, divenendo una vera e propria piattaforma applicativa. A prometterlo è un nuovo progetto, chiamato ODF Toolkit, che permetterà agli sviluppatori di sfruttare il codice sorgente di OpenOffice per creare nuove applicazioni business: applicazioni di collaborazione, comunicazione ed elaborazione dei contenuti basate sul formato standard OpenDocument Format (ODF) e integrate con le funzionalità della suite open source.

Inizialmente il toolkit permetterà, grazie ad una serie di interfacce di programmazione (API), di aggiungere con facilità alle applicazioni di terze parti la capacità di leggere, scrivere e modificare i dati in formato ODF. Ma in futuro, come spiega BetaNews, l'ODF Toolkit potrebbe trasformare OpenOffice in una sorta di framework capace di far girare una grande varietà di programmi, anche indipendenti dalla suite vera e propria. Questo è ciò che gli sviluppatori di OpenOffice chiamato ODF Universe, e che un giorno potrebbe competere con l'accoppiata Office/MS.NET.

Schema concettuale di ODF Toolkit"Il Progetto ODF Toolkit consente agli sviluppatori di operare liberamente, senza alcun vincolo con le funzionalità della suite per la produttività negli uffici", si legge in un comunicato di OpenOffice.org. "Quindi, potranno decidere se integrare ODF nelle proprie applicazioni o sviluppare ex novo delle applicazioni che utilizzano ODF per estrarre, gestire, creare o integrare le informazioni, a tutto vantaggio degli utenti".
L'ODF Toolkit non va per altro confuso con l'OpenOffice SDK: mentre il primo mette a disposizione degli sviluppatori le principali funzionalità di OpenOffice, ed in modo particolare quelle per creare e modificare i documenti ODF, il secondo è indirizzato a coloro che desiderano modificare le funzionalità della suite.

Alcuni vedono nel progetto ODF Toolkit una risposta al framework Office Business Applications di Microsoft, con cui gli sviluppatori possono creare nuovi tipi di applicazioni aziendali basate sul formato Open XML e in grado di utilizzare la stessa interfaccia e lo stesso layer di accesso ai dati di Office.
6 Commenti alla Notizia Il cuore di OpenOffice in un toolkit
Ordina
  • A differenza della gran massa degli opensorciari, "tanti ideali e poco arrosto" cresciuti cullati nell'illusione di imporre un cambiamento al mondo il Team (con la T maiuscola) di OpenOffice ha dimostrato di aver capito come gira il mondo.

    Loro vogliono fare concorrenza ad office ed il primo passo è stato quello di creare un programma completo, facile quanto quello di redmond e con un'interfaccia estremamente coerente ma soprattutto simile per non spaesare chi viene da là.
    Niente seghe mentali,
    Niente "questo è quello che passa il convento", Niente "in nome dell'ideologia adattati a tornare al medioevo"
    Niente "i passi avanti, se li fanno gli altri sono male, se li facciamo noi sono sacri"
    in breve niente fanatismo.

    Adesso, finalmente, ecco una controparte open source per utilità alle VBA così da ridurre ulteriormente il gap tra le due suite.

    Magari fossero tutti così i team di sviluppo open source, si vede quando dietro c'è un organizzazione seria e non una comune.
    non+autenticato
  • C'è da dire che la documentazione per gli sviluppatori è caotica a dir poco...
    non+autenticato
  • In che linguaggi si programma?
    E che linguaggi ci saranno in futuro?

    Spero che accada come oggi con i moduli e i bindings per GTK e QT che esistono praticamente per tutto TCL, PHP, Python, Ruby, Pascal, C, pippopotamo ecc.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > In che linguaggi si programma?
    > E che linguaggi ci saranno in futuro?
    >
    > Spero che accada come oggi con i moduli e i
    > bindings per GTK e QT che esistono praticamente
    > per tutto TCL, PHP, Python, Ruby, Pascal, C,
    > pippopotamo
    > ecc.
    >

    Per l'ultimo che hai citato credo che dovrai aspettare.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > pippopotamo
    > > ecc.
    > >
    >
    > Per l'ultimo che hai citato credo che dovrai
    > aspettare.

    Che linguaggio è? È orientato ad oggetti?

    Mi linkate una guida che gugli non me la trova?

    :P

  • - Scritto da: Fidech
    >
    > - Scritto da:
    > > > pippopotamo
    > > > ecc.
    > > >
    > >
    > > Per l'ultimo che hai citato credo che dovrai
    > > aspettare.
    >
    > Che linguaggio è? È orientato ad oggetti?
    >
    > Mi linkate una guida che gugli non me la trova?
    >
    >Con la lingua fuori

    Prova con Gugle, o con Gogle, o con Guigol, o con Goigle, o con Pippopotamo
    non+autenticato