Pedoporno in Italia, arresti e indagati

Nuova operazione

Catania - Sono ancora in corso le analisi e le valutazioni delle responsabilità penali degli indagati successive alla conclusione di una operazione contro la diffusione online di materiale di pornografia infantile che è stata coordinata dalla Procura Distrettuale di Catania e messa in atto dalla Polizia Postale del comune siciliano.

L'indagine, che ha portato all'iscrizione di 30 persone nel registro degli indagati, ha anche provocato l'arresto di altre due persone, di Savona e Viterbo, colti in flagranza di reato: connessi ad Internet stavano diffondendo le immagini illegali. In questi casi è previsto l'arresto immediato.

Ora gli agenti della PolPost devono porre sotto esame i numerosi supporti e gli altri materiali informatici sui quali sono stati ritrovati i contenuti illegali. Non si conoscono i dettagli ma parrebbe che alcune di queste persone utilizzassero un client peer-to-peer per diffondere video di abusi su minori.