Pedoporno, l'Italia ora è più attrezzata?

Nasce il Centro nazionale di contrasto all'uso di Internet come diffusione di immagini di violenza. Previsto da una contestatissima legge, consentirà di coordinare le attività di indagine. Telecom fornirà connettività e strumenti

Roma - Le operazioni delle forze di polizia italiane contro la diffusione su Internet di immagini di pornografia infantile si moltiplicano ma è probabile che nel prossimo futuro si intensifichino ulteriormente. Ieri è stato infatti istituito formalmente il Centro Nazionale per il contrasto alla Pedopornografia sulla rete Internet.

Non si tratta di una novità estemporanea, la nascita del Centro è prevista dall'ultimo aggiornamento della legislazione contro il pedoporno, un update contestatissimo per le sue ricadute sui diritti civili. Ma ciò non riguarda il Centro, che è di fatto uno strumento che dovrebbe migliorare il coordinamento delle diverse operazioni e investigazioni.

Secondo la normativa, è proprio la Polizia Postale e delle Comunicazioni l'organismo che deve concentrare i propri sforzi in questo genere di indagini. Saranno dunque gli agenti della PolPost che, oltre a svolgere le consuete attività di monitoraggio della rete, dovranno attraverso il Centro raccogliere anche le informazioni utili che provengono da operatori del settore, associazioni, organizzazioni nazionali e via dicendo.
Ieri, dunque, il prefetto Luciano Rosini, e il dirigente di Telecom Italia Marco Forneris hanno apposto le rispettive firme sotto una intesa che vede Telecom quale fornitore di tecnologie e connettività per il Centro in un'ottica di partneriato.

Queste tecnologie dovrebbero consentire al Centro di interfacciarsi in modo efficiente non solo con le operazioni condotte in Italia, ma più in generale con il coordinamento internazionale di Polizia, un obiettivo a cui si lavora già da tempo.
65 Commenti alla Notizia Pedoporno, l'Italia ora è più attrezzata?
Ordina
  • Sorry, nonostante l'abitudine all'information technology mi manca il know how specifico: cosa vorrebbe dire "partneriato"? Ho cercato su diversi vocabolari e non l'ho trovato. Invece "collaborazione", c'e'. E mi sembra che si adatti, ops!, fitti bene...

    --
    Ciao,
    Speck
  • http://youtube.com/watch?v=jZ_gNPs5RpY&mode=relate...=

    Ficoso

    Edit: questa è la seconda parte http://youtube.com/watch?v=6Bb-0C6gkaU&mode=relate...=
    se non erro.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 30 gennaio 2007 21.28
    -----------------------------------------------------------
  • Possibile che in ogni notizia che parli di pedoporno ci debba essere tu?

  • - Scritto da: Soundblatta
    > Possibile che in ogni notizia che parli di
    > pedoporno ci debba essere
    > tu?

    Che ci vuoi fare, mica vorrai lasciare i forum vuoti Newbie, inesperto
  • in Telecom sono state recentemente attivate delle sonde cisco per il monitoraggio totale del traffico IP nel backbone OPB della rete.
    Chi lavora in telecom sa di cosa parlo.
    Purtroppo su queste scelte che provengono *dall'alto*, non abbiamo alcuna possibilità di replica.
    L'unico consiglio che posso dare è di utilizzare sistemi di cifratura della navigazione il più possibile sicuri e utilizzanti nodi internazionali (in modo da far uscire le proprie richieste dalla rete OPB verso la SEABONE) e crittografare i propri HD, magari con l'uso dei contenitori virtuali (es. truecrypt) visto che ormai non si sa più che fine faranno quei (pochi) diritti che ancora abbiamo a difesa della privacy.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > in Telecom sono state recentemente attivate delle
    > sonde cisco per il monitoraggio totale del
    > traffico IP nel backbone OPB della
    > rete.
    > Chi lavora in telecom sa di cosa parlo.
    > Purtroppo su queste scelte che provengono
    > *dall'alto*, non abbiamo alcuna possibilità di
    > replica.
    > L'unico consiglio che posso dare è di utilizzare
    > sistemi di cifratura della navigazione il più
    > possibile sicuri e utilizzanti nodi
    > internazionali (in modo da far uscire le proprie
    > richieste dalla rete OPB verso la SEABONE) e
    > crittografare i propri HD, magari con l'uso dei
    > contenitori virtuali (es. truecrypt) visto che
    > ormai non si sa più che fine faranno quei
    > (pochi) diritti che ancora abbiamo a difesa della
    > privacy.

    Fonte?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > in Telecom sono state recentemente attivate delle
    > sonde cisco per il monitoraggio totale del
    > traffico IP nel backbone OPB della
    > rete.
    > Chi lavora in telecom sa di cosa parlo.
    > Purtroppo su queste scelte che provengono
    > *dall'alto*, non abbiamo alcuna possibilità di
    > replica.
    > L'unico consiglio che posso dare è di utilizzare
    > sistemi di cifratura della navigazione il più
    > possibile sicuri e utilizzanti nodi
    > internazionali (in modo da far uscire le proprie
    > richieste dalla rete OPB verso la SEABONE) e
    > crittografare i propri HD, magari con l'uso dei
    > contenitori virtuali (es. truecrypt) visto che
    > ormai non si sa più che fine faranno quei
    > (pochi) diritti che ancora abbiamo a difesa della
    > privacy.

    E sai pure la quantità di traffico nei nodi a tecnologia iMSS Italtel (iMSS 4040), che trasmissivamente si appoggiano alla rete
    a pacchetto IP, costituita da vari Router IP (OPB), e visto che la quasi la totalità del traffico avviene a pacchetti, la possibilità che tu sia spiato è remota, ma non nulla, però filtrato......si......
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > in Telecom sono state recentemente attivate delle
    > sonde cisco per il monitoraggio totale del
    > traffico IP nel backbone OPB della
    > rete.
    > Chi lavora in telecom sa di cosa parlo.

    Anche chi usa la rete di telecom sa di cosa parli! ne sperimenta tutti i giorni le "inspiegabili lentezze" che sono parte frutto della incompenza di chi fa certe "scelte tecniche dall'alto" e dall'altra da queste meravigliose e inutili "sonde" ovviamente del tutto impotenti di fronte al traffico cifrato!
    E noi paghiamo!
    Se si "licenziassero" gli incompetenti compresi i parlamentari "incompetenti" avremmo un sacco di pr
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > in Telecom sono state recentemente attivate delle
    > sonde cisco per il monitoraggio totale del
    > traffico IP nel backbone OPB della
    > rete.
    > Chi lavora in telecom sa di cosa parlo.

    Anche chi usa la rete di telecom sa di cosa parli! ne sperimenta tutti i giorni le "inspiegabili lentezze" che sono parte frutto della incompenza di chi fa certe "scelte tecniche dall'alto" e dall'altra da queste meravigliose e inutili "sonde" ovviamente del tutto impotenti di fronte al traffico cifrato!
    E noi paghiamo!
    Se si "licenziassero" gli incompetenti compresi i parlamentari "incompetenti" avremmo un sacco di problemi in meno!
    non+autenticato
  • Ma 'sti geni cercheranno ancora in lungo ed in largo su Internet alla ricerca di questi fantomatici siti,oppure estenderanno la loro ricerca anche alle reti P2P?

    Ho notato che ogni volta che sento parlare di queste storie,ci sono sempre di mezzo dei siti,siti di qua,siti di la,mai che sento che è stato arrestato uno che le scaricava attraverso un programma di P2P(Eccetto quella volta,quando c'è stato il rapimento di quel bambino,non mi ricordo il nome,quando hanno trovato del materiale controverso nel PC del padre).

    Insomma vanno sempre alla ricerca delle Darknet,delle comunità ristrette di persone che si scambiano questo materiale.Vanno nelle chat,alla ricerca di adescatori,insomma,sempre la solita solfa.

    Che poi io in 10 anni di navigazione non ho MAI visto siti del genere,ed io sono andato quasi dapertutto su Internet,non ho mai visto siti del genere,comincio a domandarmi se esistono veramente ho se gli allestiscono loro stessi per farsi fare una finta denuncia così da far fare bella figura al Ministro di turno che si spaccia per Paladino dell'infanzia(...)

    Ma 'sta gente ha idea di quanti GB(Per non dire TB),di roba saltano fuori su eMule inserendo"Certe",parole che non sto qua a dire??,sta gente ha idea di quante fonti hanno questi files?,ha idea di quanto il fenomeno sia esteso in Italia e nel resto del mondo?
    Secondo me se facessero un controllo,salterebbero fuori almeno 10.000 persone solo in Italia,non vorrei esagerare...

    P.S.
    Tengo a precisare che molta gente che scarica cose"A luci rosse",con eMule o con altri programmi P2P spesso incappa senza volerlo in questo genere di materiale,spesso camuffato con altri nomi,quindi sarebbe difficile stabilire se sia stato un Download volontario o meno...
  • > P.S.
    > Tengo a precisare che molta gente che scarica
    > cose"A luci rosse",con eMule o con altri
    > programmi P2P spesso incappa senza volerlo in
    > questo genere di materiale,spesso camuffato con
    > altri nomi,quindi sarebbe difficile stabilire se
    > sia stato un Download volontario o
    > meno...

    Stabilirlo e' facilissimo, invece.
    Se chi ha scaricato il file sporge denuncia sicuramente non e' un pedofilo.
    Se invece non sporge denuncia, sicuramente voleva scaricarsi il file pedofilo in oggetto, oppure ha deciso di tacere dopo aver visto minori violentati (quindi e' un complice).

    Facile, no ?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > P.S.
    > > Tengo a precisare che molta gente che scarica
    > > cose"A luci rosse",con eMule o con altri
    > > programmi P2P spesso incappa senza volerlo in
    > > questo genere di materiale,spesso camuffato con
    > > altri nomi,quindi sarebbe difficile stabilire se
    > > sia stato un Download volontario o
    > > meno...
    >
    > Stabilirlo e' facilissimo, invece.
    > Se chi ha scaricato il file sporge denuncia
    > sicuramente non e' un
    > pedofilo.
    > Se invece non sporge denuncia, sicuramente voleva
    > scaricarsi il file pedofilo in oggetto, oppure ha
    > deciso di tacere dopo aver visto minori
    > violentati (quindi e' un
    > complice).
    > Facile, no ?

    Facilissimo : quindi la scelta nella pratica e' : vado a raccontare che stavo scaricando film pirata o cancello il file e me ne sto ben zitto?
    non+autenticato

  • > Stabilirlo e' facilissimo, invece.
    > Se chi ha scaricato il file sporge denuncia
    > sicuramente non e' un
    > pedofilo.
    > Se invece non sporge denuncia, sicuramente voleva
    > scaricarsi il file pedofilo in oggetto, oppure ha
    > deciso di tacere dopo aver visto minori
    > violentati (quindi e' un
    > complice).
    >
    > Facile, no ?

    E secondo te quante denunce si dovrebbero fare ogni giorno?,mi sembra un"Pochino",scomoda la procedura che dici tu.

    Sarebbe decisamente più comodo se si potesse copiare ed incollare i Link ed2K direttamente sul sito della Guardia di Finanza,in modo anonimo,anche se non credo che comunque la cosa cambi di molto:Come si fa a controllare una rete decentralizzata come la KAD?,dovrebbero denunciare tutte le persone che scaricano quel file?
  • Senza contare che quei "nomi" li ritrovi anche in film che tutto sono fuorchè pedofili, dovresti aspettare l'anteprima, ma potrebbe essere troppo tardi, e vaglielo a spiegare alla finanza, come è già successo, inoltre se incollano un qualsiasi link ed2k di materiale protetto da copyright dovrebbero indagare cmq....no, meglio altri metodi e più attenzione alle situazioni familiari, visto che lea maggior parte delle violenze avviene li.
    non+autenticato
  • Finche' chi indaga e applica le leggi si permette di chiudere un sito (quale che sia) solo perche' magari ha trovato del materiale pedoporno magari uppato dagli utenti, allora non sono daccordo.

    Per esempio se mettessero un video pedofilo su googlevideo che facciamo, chiudiamo google..?
    O se inviano dei link o delle immagini su di un blog (per esempio punto informatico) che facciamo, chiudiamo P.I. ?...

    Altra faccenda invece mi pare questa iniziativa, volta a fare della coordinazione fra le varie indagini.
    Maggiore efficienza nelle indagini implica minore rischo per l'utenza che non commette reato.

    Molti si scordano infatti il problema di base : il rischio per chi non ha commesso reati inerenti al pedoporno di finire "nelle maglie" della giustizia, magari spiato o censurato (se ha un sito) solo perche' coinvolto nelle indagini.

    Quindi alla fine le critiche che ho letto nei vari commenti all'articolo mi paiono davvero fuori luogo.
    Un conto e' tutelare chi non ha fatto nulla, un altro e' dare addosso a tutte le iniziative informatiche atte a scoraggiare la pedofilia.


    rifletteteci su, che e' meglioOcchiolino
    non+autenticato
  • Sono pienamente d'accordo
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)