Un trojan in alcuni GPS TomTom

Una partita di navigatori satellitari prodotti nell'autunno scorso porta in dote malware potenzialmente pericoloso per gli utenti Windows. Nessun rischio invece per il software del GPS

update in calce - Roma - Prima di partire per la prossima gita fuori porta, controllate che il navigatore GPS non sia infetto da malware e virus informatici. Allarma e fa discutere le società di sicurezza la notizia della commercializzazione del primo "TomTom con virus", inclusivo di software malevoli pensati, neanche a dirlo, per colpire i PC basati sui sistemi operativi della famiglia Windows.

Mentre scriviamo la società produttrice della famosa linea di navigatori non ha ancora rilasciato comunicazioni ufficiali al grande pubblico: l'infezione interesserebbe una partita di dispositivi della serie TomTom GO 910 prodotta tra settembre e novembre 2006 che, se collegati ad un PC dotato di antivirus, farebbero scattare la protezione in tempo reale di quest'ultimo.

In particolare, l'antivirus segnalerebbe come infetti i file copy.exe e host.exe, presenti sulla directory radice del disco fisso integrato nel TomTom, contenenti rispettivamente il file virus Win32.Perlovga.A e il trojan horse TR/Drop.Small.qp. I malware, stando a quanto segnala il weblog di F-Secure, sono ben noti sin da gennaio 2005 (il trojan) e da giugno 2006 (il virus), e a quanto assicurano gli esperti, sono da considerarsi rischi di basso profilo per il sistema degli utenti.
Non correrebbe poi rischi il dispositivo in sé, non facendo parte della dotazione standard del navigatore i due file eseguibili infetti. Ma c'è chi si meraviglia perché la società che produce i TomTom non abbia ancora preso posizione sulla cosa. Stando a quanto riportato inizialmente da DaniWeb, dopo la segnalazione dell'inghippo la società ha inviato una stringata mail con la descrizione del problema, contenente infine il consiglio di lasciar cancellare i bacilli al software antivirus.

Ad ora, non è stato pubblicato alcun avviso sul sito web del navigatore né risultano annunci ufficiali sul potenziale allarme. Ma va detto che non è certo il primo della serie: ha fatto storia l'individuazione, l'ottobre scorso, di un malware in alcuni iPod di Apple, e prima ancora la scoperta di un keylogger, software spione sniffa-informazioni, nei lettori MP3 distribuiti da McDonalds Japan.

Alfonso Maruccia

Update ore 17
Sul proprio sito, TomTom ha ora pubblicato un'analisi del problema. L'azienda consiglia di aggiornare i propri software antivirus o di ricorrere al check antivirus gratuito offerto da alcune importanti società di settore.

12 Commenti alla Notizia Un trojan in alcuni GPS TomTom
Ordina