Il Pentium M rinascerà. Embedded

Il cuore del celebre processore batterà all'interno di un nuovo system-on-a-chip di Intel dedicato ai sistemi embedded con consumi oltre i 10 watt. In futuro potrebbe essere impiegato anche sui PC ultraportatili

Roma - Lo scorso anno Intel ha ceduto la sua linea di processori embedded XScale, ma il colosso non sembra affatto intenzionato ad abbandonare questo settore, almeno non completamente. Il sito cinese hkepc.com riporta infatti che Intel sta lavorando ad un system-on-a-chip x86, noto con il nome in codice Tolapai, presumibilmente dedicato a computer ultraportatili, controlli industriali, thin client e sistemi di navigazione satellitare.

Basato su di un core Pentium M a 32 bit, Tolapai avrà consumi tipici compresi fra i 13 e i 25 watt e frequenze di clock tra i 600 MHz e 1,2 GHz. Queste caratteristiche lo rendono assai poco adatto per l'impiego in telefoni cellulari e PDA, settore oggi dominato dalle CPU ARM (come XScale), e lo pongono invece in rivalità più o meno diretta con i processori x86 VIA C7 e AMD Geode NX. La strategia del chipmaker di Santa Clara sembra del resto seguire quella delle sue due più piccole avversarie, che già da tempo stanno tentando di estendere l'architettura x86 sui device non-PC.

Tolapai integra su di un singolo chip le funzionalità tipiche del north e del south bridge, quali controller di memoria e sistema di I/O. Grazie all'impiego di un processo produttivo a 65 nanometri, Intel è riuscita a "stipare" il tutto in un package di tipo FCBGA della dimensione di 3,75 x 3,75 centimetri.
Il processore supporta le memorie DDR2 con frequenza fino a 800 MHz, fornisce una nutrita serie di interfacce di I/O, comprese Gigabit Ethernet, SATA 2.0, UART, RS-232 e USB 2, integra accelerazioni in hardware per la crittografia e altre funzionalità di sicurezza, e supporta l'interfaccia TDM per la telefonia IP.

Proprio come i processori embedded di VIA e AMD, anche Tolapai è pienamente compatibile con il software IA-32, e può dunque essere utilizzato sulla maggior parte dei sistemi x86 senza la necessità di modificare driver e applicazioni. Ciò potrebbe renderlo interessante non soltanto per i sistemi embedded, ma anche per gli Ultra-Mobile PC.

Stando alle fonti, Intel consegnerà le prime schede di riferimento per Tolapai il prossimo trimestre, e avvierà la commercializzazione del suo system-on-a-chip verso la fine dell'anno.

Sul sito di hkepc.com è possibile vedere alcune slide con il logo di Intel relative alle caratteristiche tecniche di Tolapai.
4 Commenti alla Notizia Il Pentium M rinascerà. Embedded
Ordina