Novell: FSF non può fermarci

L'azienda non subisce passivamente l'offensiva della Foundation, a cui replica piccata: nessuno può impedirci di vendere SUSE Linux. Concordano diversi esponenti del movimento open source

Roma - All'indomani delle controverse dichiarazioni di Free Software Foundation (FSF) sulla possibilità di revocare a Novell il diritto di vendere Linux, l'azienda americana ha risposto di non avere alcuna intenzione di modificare i propri prodotti né il proprio accordo con Microsoft.

"Stiamo tranquillizzando i nostri clienti spiegando loro che nessuno può impedirci di vendere SUSE Linux", ha affermato un portavoce di Novell. "Anche nel caso in cui FSF decidesse di cambiare la licenza GPL, i nostri attuali prodotti non ne sarebbero affatto influenzati".

Alle parole dell'azienda americana si sono aggiunte quelle del noto giornalista e opinionista Joe Barr, che in questo articolo apparso su Linux.com ha aspramente criticato il modo in cui molti media online hanno enfatizzato la notizia. Secondo Barr, infatti, è palese che "FSF non ha assolutamente alcun controllo sulla distribuzione di SUSE Linux, e non importa un fico secco di quanto Stallman odi l'accordo tra Microsoft e Novell".
"Il contratto tra le due aziende è perfettamente legittimo e pienamente conforme con la GPL", ha rimarcato il giornalista, che ha poi detto di esprimere l'opinione di molti esponenti del movimento open source.

Barr ha inoltre fatto notare che anche nel caso in cui FSF volesse modificare la GPLv3 per mettere i bastoni tra le ruote a Novell e Microsoft, tali emendamenti dovranno essere pubblicamente discussi e approvati.

Va poi aggiunto che, come si è riportato nella notizia di lunedì, il kernel di Linux sembra destinato a rimanere sotto la GPLv2 ancora per parecchi anni. FSF può però migrare alla GPLv3 il software GNU, che si trova al cuore di ogni distribuzione Linux e che viene utilizzato per lo stesso sviluppo del sistema operativo. Questa eventualità, tuttavia, non sembra spaventare Novell.

"I distributori di Linux potranno sempre bilanciare le due licenze pubblicando certe cose in GPLv2 e certe altre in GPLv3", ha spiegato un portavoce della società, ammettendo che questa va però considerata come "una soluzione estrema". Novell ha detto di aver già contattato FSF per riuscire a trovare un punto di accordo.

"Vedremo cosa emergerà e agiremo di conseguenza", ha dichiarato il portavoce.
78 Commenti alla Notizia Novell: FSF non può fermarci
Ordina
  • alla faccia del rispetto delle licenze avete violato la gpl al punto 7 vedasi :

    7. For example, if a patent license would not permit royalty-free redistribution of the Program by all those who receive copies directly or indirectly through you, then the only way you could satisfy both it and this License would be to refrain entirely from distribution of the Program.

    http://www.gnu.org/copyleft/gpl.html

    cmq con la gplv3 non potrete far più come vi pare


  • - Scritto da: paolodelbene
    > alla faccia del rispetto delle licenze avete
    > violato la gpl al punto 7 vedasi :
    >
    >
    > 7. For example, if a patent license would not
    > permit royalty-free redistribution of the Program
    > by all those who receive copies directly or
    > indirectly through you, then the only way you
    > could satisfy both it and this License would be
    > to refrain entirely from distribution of the
    > Program.

    Infatti non è una violazione della GPL. Se lo dice la FSF stessa che non c'è violazione (lascia perdere l'articolo bufala) ci sarà un perché. La Novell non aggiunge roayaltes o altre clausole restrittive, fa un accordo di non belligeranza, i suoi clienti non possono essere colpiti in caso di violazione di brevetto da parte di Microsoft. Come vedi non dice che ci sono dei brevetti sul software.
    non+autenticato
  • di novell, di microsoft... eh bello regalare al mondo
    non+autenticato
  • LA COMUNITÀ OPEN SOURCE NON È DISPOSTA A PERDONARE NOVEL PER IL SUO ATTEGGIAMENTO CAPITALISTINO E INCLINE AL PROFITTO.

    NOVEL DEVE RINUNCIARE A LINUX E ALL'UTILIZZO DI QUALSIASI PRODOTTO LADDOVE SIA PRESENTE IL TERMINE LINUX E OPEN SOURCE.

    IN CASO DI ULTERIORE DISOBBEDIENZA SAREMO COSTRETTI A USUFRUIRE DEL POTERE DELLE NOSTRE LICENZE PER METTERE IN GINOCCHIO CHICCHESSIA.

    Fan LinuxFan LinuxFan LinuxFan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > LA COMUNITÀ OPEN SOURCE NON È DISPOSTA A
    > PERDONARE NOVEL PER IL SUO ATTEGGIAMENTO
    > CAPITALISTINO E INCLINE AL
    > PROFITTO.
    >
    > NOVEL DEVE RINUNCIARE A LINUX E ALL'UTILIZZO DI
    > QUALSIASI PRODOTTO LADDOVE SIA PRESENTE IL
    > TERMINE LINUX E OPEN
    > SOURCE.
    >
    > IN CASO DI ULTERIORE DISOBBEDIENZA SAREMO
    > COSTRETTI A USUFRUIRE DEL POTERE DELLE NOSTRE
    > LICENZE PER METTERE IN GINOCCHIO
    > CHICCHESSIA.
    >
    > Fan LinuxFan LinuxFan LinuxFan Linux

    Per ulteriori informazioni il mio ufficio lo trovate all'havana....
    non+autenticato
  • Accidenti ... hai trovato solo insulti come risposte ....
    Di solito spargere sale sulle ferite aperte genera questo tipo di reazione. Forse per la prima volta siamo costretti ad accorgersi che qui non c'è una guerra tra un Bill Diavolo ed un Richard Dio, ma tra due visioni diverse del software entrambe con i loro pregi ed i loro difetti. Sicuramente i pregi sono molto più concentrati da una parte, ma la FSF non è scevra di difetti, comprese certe prese di posizione massimaliste come quella corrente. Ma credo che la storia ci dirà come finisce questo scontro. C'è un futuro di grosso cambiamento anche all'orizzonte di Redmont, e personalmente me ne starò per un po' seduto sul mio muretto GPL2, con di fianco il mio amico camaleonte, ed un cappello rosso in testa, a vedere cosa succede.
    non+autenticato
  • sono dei falliti e volgiono che anche gli altri lo siano....manica di manigoldi
    non+autenticato

  • Beh meglio che Stalmann inventi il GNU Viagra....
    Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > sono dei falliti e volgiono che anche gli altri
    > lo siano....manica di
    > manigoldi


    DFTT
    Don't feed the trolls
  • Mia moglie ha sottoscritto un regolare NDA!
    VI DENUNCIO!!! Arrabbiato

    Fan LinuxUnLinaroFan Linux
    non+autenticato
  • "Nell'ottobre 2000, Corel annunciò che avrebbe formato un'"alleanza strategica" con Microsoft e che la società statunitense avrebbe investito $135 milioni in Corel."

    In quegli anni Corel stava sviluppando Corel Linux

    "Nell'agosto 2003, Corel fu completamente acquistata da Vector Capital, un investitore di venture capital, per un prezzo sorprendentemente basso di $1 per azione. La società si ritirò dal NASDAQ e dalla borsa di Toronto."

    Tratto da Wikipedia


    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > "Nell'ottobre 2000, Corel annunciò che avrebbe
    > formato un'"alleanza strategica" con Microsoft e
    > che la società statunitense avrebbe investito
    > $135 milioni in
    > Corel."
    >
    > In quegli anni Corel stava sviluppando Corel Linux
    >
    > "Nell'agosto 2003, Corel fu completamente
    > acquistata da Vector Capital, un investitore di
    > venture capital, per un prezzo sorprendentemente
    > basso di $1 per azione. La società si ritirò dal
    > NASDAQ e dalla borsa di
    > Toronto."
    >
    > Tratto da Wikipedia
    >
    >


    La storia si ripete ....

    M$ finanzia ...
    ingloba ....
    distrugge ....

    mi spiace per Novell
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > "Nell'ottobre 2000, Corel annunciò che avrebbe
    > > formato un'"alleanza strategica" con Microsoft e
    > > che la società statunitense avrebbe investito
    > > $135 milioni in
    > > Corel."
    > >
    > > In quegli anni Corel stava sviluppando Corel
    > Linux
    > >
    > > "Nell'agosto 2003, Corel fu completamente
    > > acquistata da Vector Capital, un investitore di
    > > venture capital, per un prezzo sorprendentemente
    > > basso di $1 per azione. La società si ritirò dal
    > > NASDAQ e dalla borsa di
    > > Toronto."
    > >
    > > Tratto da Wikipedia
    > >
    > >
    >
    >
    > La storia si ripete ....
    >
    > M$ finanzia ...
    > ingloba ....
    > distrugge ....
    >
    > mi spiace per Novell


    Clicca per vedere le dimensioni originali


    Yes and No...Yes,Yes
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > "Nell'ottobre 2000, Corel annunciò che avrebbe
    > > formato un'"alleanza strategica" con Microsoft e
    > > che la società statunitense avrebbe investito
    > > $135 milioni in
    > > Corel."
    > >
    > > In quegli anni Corel stava sviluppando Corel
    > Linux
    > >
    > > "Nell'agosto 2003, Corel fu completamente
    > > acquistata da Vector Capital, un investitore di
    > > venture capital, per un prezzo sorprendentemente
    > > basso di $1 per azione. La società si ritirò dal
    > > NASDAQ e dalla borsa di
    > > Toronto."
    > >
    > > Tratto da Wikipedia
    > >
    > >
    >
    >
    > La storia si ripete ....
    >
    > M$ finanzia ...
    > ingloba ....
    > distrugge ....
    >
    > mi spiace per Novell

    Dozer: "Non ci vorrà molto perchè Morpheus dica agli agenti quello che vogliono"
    Trinity: "ci sarà pure una soluzione"
    Dozer: "sì. staccare la spina"
    Trinity: "gli daresti tu la morte?"
    Dozer: "se un agente entrasse in possesso dei codici avrebbe via libera per l'accesso a Zion. Trinity: Zion é più importante di te, di me... perfino di Morpheus"

    A meno che Neo non arrivi a salvare Novell...

  • - Scritto da:
    > "Nell'ottobre 2000, Corel annunciò che avrebbe
    > formato un'"alleanza strategica" con Microsoft e
    > che la società statunitense avrebbe investito
    > $135 milioni in
    > Corel."
    >
    > In quegli anni Corel stava sviluppando Corel Linux
    >
    > "Nell'agosto 2003, Corel fu completamente
    > acquistata da Vector Capital, un investitore di
    > venture capital, per un prezzo sorprendentemente
    > basso di $1 per azione. La società si ritirò dal
    > NASDAQ e dalla borsa di
    > Toronto."
    >
    > Tratto da Wikipedia
    >
    >

    Corel quand'è intervenuta MS era già sull'orlo del fallimento proprio per il fatto che si era focalizzata sul mercato linux che all'epoca era inesistente, senza i soldi di MS avrebbe chiuso.
    non+autenticato
  • Non mi risulta...Da quel che ricordo gli articoli sulle maggiori riviste di quel periodo ventilavano ben altre ipotesi, sono alla ricerca di link utili, non mancherò di postarli


    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Non mi risulta...Da quel che ricordo gli articoli
    > sulle maggiori riviste di quel periodo
    > ventilavano ben altre ipotesi, sono alla ricerca
    > di link utili, non mancherò di
    > postarli
    >
    >
    > Ciao

    Ti risulta maleSorride all'epoca ero utente linux da un pezzo e come andò lo ricordo bene: Corel aveva investito tutto su Corel linux che è stato un fallimento colossale dal punto di vista commerciale e si è trovata nell'angolino, per salvare il salvabile dovettero tornare di corsa a focalizzarsi sul mercato win e qui è entrata in gioco Ms che a sua volta impose (sicuramente con piacere) il taglio dei rami secchi : la sezione linux, passata poi a Xandros.
    Peccato perchè all'epoca gran parte dei progressi di wine furono dovuti proprio all'apporto di Corel nonostante le venissero mosse le stesse critiche che oggi vengono mosse a Novell...

    Ciao
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)