Così rischio di perdere due domini

Una lettrice racconta quello che è accaduto dopo la registrazione da Consultingweb di due domini internet. In attesa della risposta dell'azienda

Roma - Nell'agosto 2000, approfittando dell'offerta del sedicente "provider" Consultingweb ho registrato due domini.com ad un buon prezzo che ho pagato "anticipatamente" alla fornitura del servizio.

In seguito all'acquisto verificai sul sito di Consultingweb che i domini fossero stati regolarmente registrati a mio nome, ma visto che non dovevo utilizzarli subito non ho provveduto ad ulteriori verifiche o richieste di configurazione, come d'altronde è nei miei diritti.

Qualche giorno fa, almeno 30 gg. prima della scadenza, decido di trasferire entrambi i domini sul mio attuale provider ed avvio le pratiche per il trasferimento.
Dopo mezza giornata il provider mi gira una mail di NETSOL che dice che i due domini risultano NOT REGISTERED.

Ovviamente ho avuto un mancamento:-)

In breve mi accorgo che c'è poco da scherzare, faccio delle ricerche e scopro che i due domini risultano solo nel whois di REGISTER.IT mentre se li cerco su qualsiasi altro database mondiale, pure Intebusiness o REGISTER.COM i domini risultano occupati, ma mandano in errore il whois. Cioè il database da sempre ERROR TIMEOUT.

E' chiaro quindi che né NETSOL né Interbusiness né nessun altro Whois mondiale li trova. Mancano fisicamente dei Record per quel dominio quindi lo Whois va in errore. Ho richiesto lumi ai vari whois, ma i vari robot automatici che rispondono non dicono niente oltre al semplice messaggio di errore, indicando che è il provider che deve apportare la correzione al FORM.

Con serenità avviso Consultingweb che probabilmente c'è un errore nella loro registrazione e nel loro inserimento dei dati dei domini. La persona con cui mi interfaccio, che non si firma, mi risponde lapidaria via E-mail: "Si rivolga al suo provider". Solo questa riga senza nemmeno una firma. La cosa mi stupisce e mi impensierisce non poco...

Tiro su il telefono e compongo il numero pubblicato sulla home page di Consultingweb, la persona che mi risponde di nuovo non si qualifica e alla mia richiesta di spiegazioni in merito mi risponde testualmente: "Cosa vuole che me ne freghi a me che il suo dominio non si vede su altri database? Sul mio si vede quindi basta così e non mi disturbi per queste cretinate".

Ho riappeso quasi in trance: mi hanno pure maltrattato! E' chiaro che un minuto dopo e anche oggi sono "imbufalita" e stento a chiamarli perché è ovvio che perderei le staffe.

Ieri ho rimandato una mail a Consultingweb facendo presente che visto che non ho potuto trasferire i domini "fantasma" il mio provider sono loro, quindi il problema di non visibilità negli WHOIS di tutto il mondo me lo devono risolvere loro.

Come era prevedibile non ho ottenuto alcuna risposta e come se non bastasse ora al loro numero di telefono risponde solo una segreteria telefonica, che non accetta messaggi!

E' la prima volta che mi capita una cosa del genere e francamente sono stupita.
Vi chiedo consiglio su come procedere legalmente contro questi signori e se esiste un modo di procedere legalmente on line contro questo tipo di truffe.

Laura Di Chiappari

Cara Laura, abbiamo segnalato la tua lettera a Consultingweb che potrà usufruire dello spazio sulle nostre pagine per spiegare quanto accaduto e provvedere a risolvere il problema. Ci auguriamo che certi disguidi possano essere risolti con il dialogo prima che con i mezzi legali. A presto! la Redazione
TAG: domini
177 Commenti alla Notizia Così rischio di perdere due domini
Ordina
  • domanda a cui nessun provider ancor ami h arisposto...
    io sono d'accordissimo sul fatto che i proprietariri dei domini siano "certi" e non anonimi...
    ma e' per forza necessario che sui whois pubblici... ci sia numero di telefono e indirizzo di casa???
    Non e' una violazione della privacy???
    non basta solo il nome..negli elenchi pubblici???
    e le altre informazioni solo su richiesta?
    poi NIC o chi per essa abbiano tutte le altre informazioni.. ma se le tengano per se...
    Angelo
    non+autenticato
  • > Non e' una violazione della privacy???
    ma non noti che la privacy sta scomparendo ???? internet come al solito e solo davanti nel tempo...
    tutto qua...
    e poi come direbbero, se sei bravo non hai nulla da nascondere no ???

    > non basta solo il nome..negli elenchi
    > pubblici???
    > e le altre informazioni solo su richiesta?
    > poi NIC o chi per essa abbiano tutte le
    > altre informazioni.. ma se le tengano per
    > se...
    > Angelo
    sarebbero sufficienti...in un mondo PERFETTO pero...
    non+autenticato
  • Che io sia bravo... ci posso mette la mano sul fuoco hi hi hi ...
    ma e' degli altri che non mi fido....

    es:
    mi faccio una paginetta personale...diciamo un po'particolare... che so "son gay" o "coppia scambista"... amatoriale...senza nessun scopo di lucro ....
    azzarola...
    rischio di trovarmi na marea di "segaio..." sotto casa.. che seguono la mia mogliettinaSorride...
    sperando che sia solo quello....

    angelo
    non+autenticato
  • > ma e' degli altri che non mi fido....
    e fai bene
    Occhiolino

    > es:
    > mi faccio una paginetta personale...diciamo
    > un po'particolare... che so "son gay" o
    > "coppia scambista"... amatoriale...senza
    > nessun scopo di lucro ....
    > azzarola...
    > rischio di trovarmi na marea di "segaio..."
    > sotto casa.. che seguono la mia mogliettina
    > Sorride...
    > sperando che sia solo quello....
    bhe magari danno un paio di botte anche a te
    Occhiolino
    hihihihihi
    il problema non e trovarli sotto casa, ma che magari a tu moglie possa piacere Occhiolino
    hihihihihi
    averli li sotto il balcone...intendo...

    > angelo
    un po meno angelo...in questo periodo poi...
    non+autenticato
  • Premesso che esiste un solo whois ufficiale che dice chi è il registrar dei domini .com ed è quello di Verisign, premesso che il whois di Verisign ti dice chi è il registrar di un dominio .com nonchè il whois autoritativo e i dns autoritativi di quel dominio, premesso che l'unico whois ufficiale da consultare è quello del registrar indicato dal whois di Verisign, che c'entrano le procedure di verifica domini di register.com e degli altri che tra l'altro in teoria interrogano il whois ufficiale?
    C'è un bel progamma piccolissimo per windows che si chiama dwhois, è un programma a riga di comando scrivi: dwhois dominio.tld /a ed hai tutti i dati ufficiali che ti servono.

    Ciao
    non+autenticato
  • Da quello che ho capito:
    C'e' stato un problema nel trasferimeto del dominio da un register ad un altro.
    (chissa perche' Occhiolino )

    Il cliente si e' improvvisato tecnico e quando ha avuto problemi a smanettare sui whois si e' fatto prendere dal panico.

    Il tecnico che forniva assistenza ha risposto al cliente dimenticando tutte le regole dell'educazione, forse sperando di risolverla cosi', al cliente.

    Giusto?

    Se e' cosi' il tecnico si sarebbe dovuto interessare ad un cliente che non desidera piu' servirsi di quell'azienda?

    non+autenticato
  • chi lavora per quell'azienda sicuramente pensa di no.
    non+autenticato


  • - Scritto da: DUbbi

    > Se e' cosi' il tecnico si sarebbe dovuto
    > interessare ad un cliente che non desidera
    > piu' servirsi di quell'azienda?

    Sì! Altri call center (Infostrada, per fare nomi) mi hanno aiutato parecchio e con molta gentilezza nell'unica volta in cui li ho contattati, ossia proprio quando ho chiuso il contratto con loro. Mi sembra un comportamento giusto, no?

    Risultato: pur non essendo più loro cliente li stimo molto, mentre non stimo per nulla altre aziende di cui mio malgrado devo essere cliente.

    Comunque stiamo scivolando nell'off-topic...
    non+autenticato
  • opinione:

    Il tipo di situazione lamentata nella lettera a punto-informatico è aver notato un fenomeno strano,aver chiesto chiarimenti al servizio clienti della ditta e non aver ricevuto risposte esaurienti che permettessero di chiudere la questione e acquitare le perplessità.
    Di seguito sono scaturite le polemiche

    Personalmente ho verificato i problemi lamentati coi domini segnalati dai commenti e ho verificato che in altri whois di altre ditte risultavano registrati.

    Il tutto quindi è un problema che puo' portare a degli equivoci

    Infatti quando i conti non tornano e uno ottiene risultati contrastanti da parti diverse si informa come ha fatto la signora Laura.

    Le risposte fornite da Consulting Web sono solo state dichiarazioni di fatto:i domini sono registrati ma una risposta alle domande veramente poste da Laura non era stata data.
    La domanda non era se erano stati registrati,ma perchè se erano stati registrati accadeva che su alcuni whois risultava e su altri no.

    Se la risposta fosse stata adeguata uno avrebbe capito che non sono attendibili i whois e la storia sarebbe finita.
    Quindi a mio giudizio il servizio clienti come quasi sempre accade in Italia non è stato all'altezza.

    Squallidi,ignobili e ignoranti i commenti di chi non si è preso la briga di verificare e ha preferito giudicare in base alle simpatie e non ai fatti e per giunta senza aver compreso i termini della questione.Da quando in qua la ragione dipende dalle simpatie? un tizio pone una domanda su un fenomeno.Il fenomeno esiste anche se non è colpa tua.Dire che non è colpa tua non è l'unica cosa che devi fare e non è quella che ti è stata chiesta...DEVE essere scontato che non è colpa tua!e la risposta pertinente al quesito?

    La mia esperienza personale e anche lavorativa mi ha fatto capire come funzionano alcuni CALL CENTER dire nella maggior parte delle aziende.

    Pur escludendo che questo sia il caso di Consulting Web non mi stupisco come sia facile che un cliente ottenga si risposte ma spesso non esaurienti.

    Ha ragione dunque uno a lamentarsi quando non si inventa problemi ma chiede spiegazioni?
    O siete dei pecoroni pronti a prendersela nel secchio quando avrete speso i vostri soldi e avrete bisogno dell'assistenza? in fondo i commenti di qualche utente vi potranno sempre dire che non praticate attività sessuale da qualche tempo e che avete bisogno di sfogarvi...
    non+autenticato
  • bella figurona da cazzari tutti quelli che si sono buttati a fare i piccoli detective e sparare sentenze ma in realta' si vede subito che sono degli ignoranti infatti non usano debian/gnu/linux/stable e se lo usassero avrebbero avuto la cultura del confronto e della tolleranza che hanno dimostrato di non avere ergo sono schiavi del monopolio e si dovrebbero vergognare alzate tanto la voce per nascondere il vero problema ovvero che usare windows invece del software libero male che vada laura puo' chiedere un sotto-sotto-sotto-domain di debianzhang.org invece voi non potete chiedere nulla perche' dovere prima studiare linux e poi evitare di comportarvi come le bestioline perfino rollerdog e' schifato e gli e' caduta una ruota mi vergogno io per voi a soli 3 euro al minuto
    non+autenticato
  • Troll detected

    ignore mode activated
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | Successiva
(pagina 1/8 - 38 discussioni)