Il VoIP si avvicina ai cellulari

La telefonia su Internet è ancora costosa sui telefonini. Ma si stanno diffondendo tecnologie che potrebbero rendere il VoIP mobile più abbordabile

Roma - Se il VoIP non è ancora diffuso sui telefonini è colpa dei costi della connettività broadband offerta sulle reti mobili. È la considerazione fatta da Eric Lagier di Skype circa un mese fa, e che può essere ritenuta valida. Ma il vento, per il VoIP mobile, potrebbe presto cambiare.

InformationWeek segnala infatti che in alcune parti del globo sono in corso implementazioni di network mobili ad alta velocità, su cui sarà possibile erogare servizi di connettività a prezzi competitivi e favorevoli anche per la telefonia su Internet. Joe Nordgaard, direttore di Spectral Advantage, segnala il rollout della tecnologia CDMA2000 1x EV-DO Rev A che è in corso nella Repubblica Ceca come esempio europeo di un avvicinamento alle esigenze di efficienza ed economicità implicate dal VoIP su rete mobile.

L'implementazione, curata da una partnership Nortel-Telefonica 02 per una rete che opera sul "relativamente economico" spettro CDMA 450 MHz è un primo importante passo che i network mobili stanno compiendo per andare incontro al VoIP e a funzionalità push-to-talk.
Ogni passo compiuto verso il VoIP dalle reti mobili comporta però qualche sacrificio per gli operatori, almeno inizialmente: come evidenziato da Lagier, servizi di questo tipo, come l'offerta X-Series di TRE e degli altri network del gruppo Hutchinson Wampoa, non possono essere proposti a prezzi remunerativi. Ma se tutti gli operatori mobili seguissero questo percorso riconfigurando le proprie strategie tariffarie, il bacino di utenza si allargherebbe, generando volumi di traffico tali da far ottenere ad ogni operatore il giusto ritorno sull'investimento.

D.B.