Brucia la casa, accusa il laptop

Si indaga su un altro incidente che ha portato al rogo di un'abitazione. Il padrone di casa è sicuro che sia stato il suo portatile, forse la batteria era difettosa

Roma - Sta facendo discutere la ricostruzione di un residente della città di Biddeford, in Maine, che su The Consumerist accusa il proprio portatile Dell come origine dell'incendio che ha provocato la distruzione della propria abitazione nella quale, in quel momento, per fortuna non si trovava nessuno.

Secondo la sua versione degli eventi, i vigili del fuoco che hanno domato l'incendio gli hanno chiesto se possedesse un laptop, perché ritengono che proprio da lì potrebbe essere sviluppato l'incendio, o dal dispositivo stesso o dalla batteria lasciata sotto carica.

Da qui emerge il nome di un Dell Inspiron 1200, di cui ora si parla in rete. "È stato accertato - scrive il cittadino di Biddeford - che il laptop, la batteria o l'alimentatore hanno malfunzionato circa 15 minuti dopo che ero uscito per andare al lavoro, e rapidamente le fiamme si sono diffuse nel soggiorno, nella sala da pranzo e poi sulle scale fino alle stanze da letto".
Come fanno notare alcuni, Dell aveva già nei mesi scorsi richiamato molte batterie dinanzi a casi di cronaca che avevano tirato in ballo il suo nome proprio in relazione ad incidenti. Batterie che non includevano quelle del modello sopra citato.

Ora il malcapitato è convinto che Dell gli debba qualcosa e, dice, sta provando a contattare l'azienda. Ma, visto il risalto che viene dato all'evento, è più probabile che sarà l'azienda a farsi viva.
3 Commenti alla Notizia Brucia la casa, accusa il laptop
Ordina