L'FBI non fa che smarrire portatili

Ogni mese l'FBI smarrisce o si fa rubare 3 o 4 notebook. Spesso sono ricolmi di dati riservati che la stessa polizia federale spesso non conosce

Washington (USA) - Questa volta la denuncia non arriva da qualche associazione di difesa dei diritti dei cittadini ma è contenuta in una dichiarazione dell'ispettore generale del Dipartimento della Giustizia statunitense: ogni mese l'FBI perde portatili.

Non si tratta di casi isolati, si parla di una media di 3 o 4 notebook al mese, computer che possono contenere in certi casi informazioni sensibili e dati relativi ad indagini, o a cittadini americani. Dati che però, spiega l'ispettore, l'FBI spesso non ha ancora registrato, e quindi non sa neppure cosa viene effettivamente perduto nei portatili spariti o rubati.

Ciò che può colpire è il fatto che questo fenomeno sia tutt'altro che nuovo. Sono ormai cinque anni che il Dipartimento richiede alla polizia federale di aggiornare le proprie procedure di sicurezza, ma quanto è stato fatto evidentemente non è sufficiente.
I numeri dovrebbero far ben sperare: cinque anni fa l'FBI dichiarava di non sapere dove si trovassero 317 portatili e 354 tra pistole e fucili, in un controllo "spalmato" su 28 mesi. Nell'ultimo controllo, che si riferisce invece a 44 mesi di attività, i numeri sono scesi a 160, sia per quanto riguarda i computer sia per quanto concerne le armi da fuoco.

Va detto che quello del furto di portatili con informazioni sensibili a bordo è un problema sentitissimo negli USA dopo alcuni clamorosi casi che hanno messo in luce tutta la gravità del problema.
31 Commenti alla Notizia L'FBI non fa che smarrire portatili
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)