Lecce, moltissimi denunciano bollette gonfiate

Lo Sportello dei Diritti torna a dare i numeri, questa volta relativi alle bollette che clienti di diverse società TLC lamentano di aver ricevuto, senza aver mai usato i numeri a sovrapprezzo che le hanno determinate

Lecce - Lo Sportello dei Diritti della Provincia di Lecce torna a far parlare di sé grazie alle moltissime segnalazioni raccolte da utenti telefonici della zona, segnalazioni che testimoniano come il fenomeno delle "bollette pazze" sia lontano dall'esaurirsi.

I responsabili dello Sportello, da tempo impegnati per i diritti dei cittadini consumatori, spiegano che decine gli utenti della zona lamentano di non aver utilizzato quei servizi telefonici a sovrapprezzo che hanno determinato l'arrivo al loro domicilio di bollette esose da parte di diversi operatori. In alcuni casi gli utenti non sapevano di utilizzare quei numeri, un fenomeno ben noto e dovuto in particolare ai dialer malevoli, i programmini pensati per riconfigurare la connessione ad Internet dei malcapitati, dirottata su servizi di accesso generalmente molto costosi.

Non è la prima volta che il servizio provinciale di raccolta delle segnalazioni denuncia le bollette gonfiate, era già accaduto sul mai risolto problema dialer. La buona notizia è che di questi importi si può ottenere il rimborso.
Lo spiega Carlo Madaro, responsabile dello Sportello dei Diritti, che in una nota lamenta come le società telefoniche "non hanno fatto grandi passi verso una più compiuta tutela degli utenti disabilitando in via generalizzata la possibilità di effettuare chiamate verso numeri a tariffazione speciale del tipo 144, 166, 899 ecc. o verso numeri satellitari, consentendola al contrario solo a chi ne faccia esplicita richiesta". Per questo la Provincia di Lecce nei propri uffici offre i moduli che servono per richiedere lo storno degli addebiti, moduli che dovranno essere inviati per raccomandata alle compagnie telefoniche.
21 Commenti alla Notizia Lecce, moltissimi denunciano bollette gonfiate
Ordina
  • Come è possibile che i computer "infetti" da dailer si concentrino in un umica zona...

    Dalle mie parti si è verificata una cosa simile ad agosto... molta gente si è ritrovata chiamate ad 899, è non avevano un pc.
    I miei nonni erano tra le "vittime" di questo fenomeno, è non hanno un pc in casa e nessun interesse a chiamare numeri 899...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Come è possibile che i computer "infetti" da
    > dailer si concentrino in un umica
    > zona...
    >
    > Dalle mie parti si è verificata una cosa simile
    > ad agosto... molta gente si è ritrovata chiamate
    > ad 899, è non avevano un
    > pc.
    > I miei nonni erano tra le "vittime" di questo
    > fenomeno, è non hanno un pc in casa e nessun
    > interesse a chiamare numeri
    > 899...

    Hai visto il servizio delle Iene sulle centraline Telecom lasciate aperte?

    Io sono anni che lo dico... qui a Milano ce ne sono a centinaia aperte. Basterebbe che uno str..zo apra un 899 e poi faccia la chiamata utilizzando una centralina aperta.

    Se vi arrivano bollette esose, scendete in strada e controllate la centralina. Se è aperta, documentate tutto con foto e giornale del giorno e fate denuncia ai carabinieri.
    Poi evitate di pagare la bolletta.

    bye
    non+autenticato
  • non centra niente sapere o non sapere usare un pc su questo tipo di bollette ; ovvio avere una certa dimestichezza aiuta ad evitare virus dialer , l'uso di un antivirus , l'essere accorti nella navigazione etc etc

    ho ricevuto una bolletta "gonfiata" , ma guarda caso ho l'adsl, e poi ho il router , e antivirus e firewall diciamo che di virus praticamente non ne ho mai vista l'ombra eppure mi attribuivano telefonate verso numeri mai fatti dicendomi " sa i dialer , il suo modem etc etc " perche' e' facile intortare la gente a questa maniera tanto dei dialer che vuoi che ne sappia?

    beh l'operatore di turno ce l'ho sotterrato con le contro-risposte , alche' ha risposto che qualcuno dei miei familiari forse aveva partecipato ai quiz a premi in televisione ( ovviamente non ti dicono a chi e' intestato il numero )

    in breve , per la maggior parte delle volte e' tutto un sistema per spillare soldi agli utenti niente di piu' niente di meno ; certo ci stanno ancora casi in cui effettivamente i dialer fanno la loro parte contro lo sprovveduto di turno ma questo non giustifica questo sitema di fare le cose

    ps. di lavoro faccio il sistemista informatico

    saluti
    non+autenticato
  • Essendo stato recentemente vittima di una bolletta gonfiata (lunghe e costose telefonate in Romania addebitate con assoluta certezza che si tratta di errori), e' iniziato un calvario: la trafila burocratica, le raccomandate, e le pressioni per pagare, poi il blocco del telefono, le telefonate e le lettere e i fax per sbloccare il telefono, poi le raccomandate per il rimborso, poi il rifiuto del rimborso. Un incubo che si puo' semplicemente tradurre in un danno morale, che nessuno mai risarcira'.

    Il mio consiglio e' questo: mantenere la linea telecom e attivare la carrier preselection con un altro operatore (tele2, libero, quel che volete).
    in caso di contenzioso, disdite la CPS e passate a un altro.
    Assolutamente non pagare in anticipo la parte in contenzioso, i reclami vengono sistematicamente cassati e i soldi non restituiti.

    Zap
    non+autenticato
  • Se seguo il tuo ragionamento il problema e' che questi servizi sono moralmente iniqui:

    - usufruisci di un servizio a valore aggiunto (quale valore aggiunto??? 20 euro al minuto per scaricare una suoneria???)

    - chi ti fornisce il valore aggiunto NON ti manda la fattura o lo scontrino, ma incassa attraverso telecom

    - telecom funziona da strozzino conto terzi per recuperare le somme, con minaccia di staccare il telefono. ovviamente nel giroconto guadagna la sua fetta.

    chissa' come basterebbe che questo valore aggiunto non potesse essere riscosso da telecom, ma solo da chi fornisce il servizio. questo indotto fraudolento scomparirebbe quasi completamente.

    L'Italia e' pecora, queste cose le diceva Grillo 20 anni fa e da allora non e' cambiato niente.
    ciauz
    non+autenticato
  • Possibile che non ci sia il modo di risolvere il problema alla radice?
    Perchè devo chiedere la disabilitazione dei numeri a tariffazione speciale?
    Sarebbe più semplice fare il contrario: se desidero un servizio devo richiederlo e firmare un contratto scritto che verrà sottoscritto dall'utente, dal gestore del servizio e da un responsabile Telecom o altro fornitore di telefonia.
    In caso contrario chi mi invia la bolletta del telefono non potrà in alcun modo addebitarmi costi per servizi non richiesti.
    non+autenticato
  • E pensi che così la Telecom ne risulterebbe avvantaggiata? A bocca aperta
    non+autenticato
  • è come a dire hai una cane che sbrana uno: È SEMPRE COLPA TUA che non lo sai gestire, idem per l'informatica: hai un PC e non lo sai usare? paghi le conseguenze
  • Puoi essere anche un guru dell'informatica ma ti accorgi del danno solo quando ti arriva la bolletta; onestamente credo ci sia consapevolmente o inconsapevolmente una buona fetta di responsabilita' da parte degli operatori telefonici in quanto non e' credibile far passare servizi a valore aggiunto da 12,50 euro alla risposta oltre a vari euro al minuto.
    A confronto anche i vecchi numeri sexy sono piu' economici e in ogni caso e' sicuramente piu' economico rivolgersi ad una operatrice del settore " in carne ed ossa".

    ciao Lux
    non+autenticato
  • di ritorno di una raccomandata mandata a Telecom un mese or sono.
    Persone interne mi dicono che non si muovono finchè non ne mandi almeno tre... e non tue ma dell'avvocato!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)