Ingannevole la pubblicità di Vodafone Broadband

Lo ha stabilito l'Antitrust, condannando l'operatore al pagamento di una multa di 61.100 euro

Milano - Informazioni incomplete, omesse e ingannevoli sono le motivazioni che hanno portato l'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a multare Vodafone per la reclamizzazione dell'offerta Vodafone Broadband. La sanzione ammonta a 61.100 euro.

L'Antitrust, come riferito dal bollettino pubblicato ieri dalla stessa Authority, si è mossa in seguito alla richiesta di intervento ricevuta da TRE sulla presunta ingannevolezza di due messaggi pubblicitari diffusi attraverso stampa e cartellonistica, per la reclamizzazione del servizio di connettività "Vodafone Broadband".

All'attenzione del Garante è stata sottoposta "la presunta non corrispondenza al vero dell'enfatizzata possibilità di fruire ovunque del servizio di connessione a Internet alla velocità di 1,8 Mega" per due fattori evidenziati dalla richiesta di intervento:
1) come precisato nel sito Vodafone, la disponibilità di tale servizio era limitata alle sole zone coperte dal Super UMTS Broadband che "solo entro fine giugno SUPER UMTS BROADBAND sarà disponibile su un'area equivalente a quella dell'UMTS" (mentre nel messaggio si leggeva "Da oggi navighi dove vuoi");
2) la velocità di 1,8 Mega è da intendersi come prestazione di picco ("sino a 1,8 Mega") per il solo download e, secondo la segnalazione, sarebbe indicata in modo ambiguo (prestandosi all'equivoco interpretativo MegaBytes/MegaBit), benché notoriamente i transfer rates siano normalmente indicati in MegaBit (per secondo).
L'Antitrust ha così dato accoglimento alle argomentazioni riportate dalla richiesta di intervento, che anche l'Agcom (a cui è stato chiesto un parere sulla questione, come d'uso nelle inchieste che coinvolgono le telco) ha trovato condivisibili, "in considerazione dell'affidamento che induce sulla validità in ogni luogo della formula proposta e, dunque, sulla potenzialità di navigare da qualsiasi terminale mobile a velocità di connessione comparabile con la rete fissa".

L'offerta Vodafone Broadband non ha carattere di ubiquità, né può promettere velocità paragonabili ad una connettività a banda larga su rete fissa, sembra sottolineare l'Antitrust in questo provvedimento, con cui ha deliberato l'irrogazione di una sanzione pecuniaria dell'ammontare di 61.100 euro.

D.B.
1 Commenti alla Notizia Ingannevole la pubblicità di Vodafone Broadband
Ordina