3X DVD, l'alta definizione a buon mercato

Due produttori americani hanno introdotto soluzioni che permettono all'industria cinematografica di stampare dischi in tutto simili ai normali DVD ma capaci di contenere video HD DVD con definizione 720p

Cushing (USA) - Uno dei fattori che potrebbe influenzare la guerra tra gli standard Blu-ray e HD DVD è il costo di produzione dei supporti, un campo dove il formato appoggiato da DVD Forum gode di un certo vantaggio. Ora HD DVD potrebbe allungare le distanze grazie ai media 3X DVD-ROM, il cui supporto è stato inserito in alcune soluzioni professionali per il mastering dei dischi ottici.

I 3X DVD-ROM sono normali DVD, tipicamente a doppio layer, che possono contenere video in alta definizione con risoluzione massima di 720p (contro 1080p di Blu-ray e HD DVD). Questi dischi utilizzano la stessa struttura fisica e la stessa tecnologia a laser rosso dei DVD, ma a differenza di questi ultimi memorizzano le informazioni in formato HD DVD, adottando il file-system UDF 2.5 e la tecnologia di protezione AACS: di conseguenza, possono essere riprodotti esclusivamente con i player HD DVD.

Grazie all'uso dei codec video VC-1 e AVC al posto dell'anziano MPEG-2, e alla riduzione della risoluzione dei contenuti a 720p, i 3X DVD-ROM possono contenere fino a 135 minuti di video HD, qualcosa in più se si abbassa il bitrate standard (a spese della qualità): a ben vedere, ciò lascia ben poco spazio per trailer e contenuti extra.
I promotori del nuovo supporto ibrido ricordano come nelle case odierne i televisori Full HD, capaci di visualizzare nativamente i film con risoluzione 1080p, siano ancora una netta minoranza; ritengono inoltre che per buona parte dei consumatori il passaggio dalla risoluzione 720 x 480 punti del DVD classico alla 1.280 x 720 punti del cosiddetto Half HD rappresenti già un salto qualitativo sostanziale.

A fronte del compromesso in risoluzione, i 3X DVD-ROM sono sensibilmente più economici da produrre, anche rispetto agli stessi HD DVD, e c'è dunque chi li considera una conveniente alternativa ai dischi a laser blu. Per essere realmente appetibile al pubblico, però, questo nuovo tipo di dischi dovrebbe avere un prezzo finale significativamente più basso rispetto a Blu-ray e HD DVD: in caso contrario, i consumatori potrebbero vedere ben poche ragioni per acquistare una versione "castrata" di HD DVD, tanto più se si considera che per vedere i 3X DVD-ROM occorre in ogni caso un player di nuova generazione.

C'è poi da considerare che sebbene HD DVD sia già più economico da produrre rispetto a Blu-ray, quest'ultimo standard è attualmente il più corteggiato dall'industria cinematografica, e ciò in parte grazie alla sua più robusta tecnologia di DRM.

La specifica 3X DVD-ROM fa parte dello standard HD DVD, ma fino ad oggi nessuno l'ha utilizzata per la distribuzione di film. A smuovere le acque, negli scorsi giorni, sono state le società americane Doug Carson & Associates ed Eclipse Data Technology, entrambe sviluppatrici di soluzioni professionali per il mastering e la duplicazione dei supporti ottici. Mentre la prima ha annunciato la stampa del primo disco 3X DVD-ROM presso una fabbrica di Sonopress, la seconda ha messo a disposizione dei propri clienti un aggiornamento gratuito che consente di effettuare il mastering dei supporti 3X DVD-ROM con il suo preesistente hardware di encoding.
46 Commenti alla Notizia 3X DVD, l'alta definizione a buon mercato
Ordina
  • Più leggo quel che ci vogliono propinare come HW specifico per H.D. è più mi incazzo!

    Il nostro PC, se recente, ha sicuramente scheda grafica e monitor, magari LCD, in grado di arrivare a definizioni (spaziali ed anche temporali) concorrenziali (se non superiori in certi casi addirittura al 1080p).

    In ogni caso monitors 1280x1024 sono uno standard ormai raggiunto da tutti da tempo, e speakers stereo o molto di più li abbiamo sempre avuti...
    Abbiamo cioè da tempo disponibile apparecchiatura in grado di dare le prestazioni richieste allo scopo.

    Ci sono siti che, come Demo, forniscono flussi stream e download di filmati a livello 1080i..., e se li visioni con VLC con opzione di deiterlacing ottieni il famigerato 1080p a costo zero (sempre se non usi Vista e/o non ti fai fregare dal TC), a buon intenditor poche parole!)

    Morale della favola, io posseggo già apparecchiatura H.D. (e perchè no Full H.D.) equivalente, senza spendere una lira ulteriore, e prenderò in considerazione solo forniture di contenuti a prezzi non maggiorati e su supporti normalissimi, non ci piove.

    Cosa costerebbe all'industria fornire su normalissimo DVD single layer (single è duplicabile 1:1 al volo, comunque, su supporto a basso costo) contenuti in formato Divx di elevato bitrate tali da essere considerati LossLess ed ovviamente a definizione di livello adeguato, anzi ... a piacere, alla faccia degli standard di mercato, e magari senza altre cazzate aggiuntive e pubblicità varie. O dobbiamo per forza farceli da noi costringendoci ad attività considerata illecita?

    Poi se i lettorti da tavolo e le apparecchiature elettroniche consumer hanno blocchi che ci vietano L'H.D. a baso costo, chi se ne frega, se abbiamo PC con HW e SW oculatamente scelto anzi conservato per questo scopo!

    Bye - rockroll
  • Tu hai tanta confusione in testa.
    I monitor per PC sarebbero tutti HDTV per te?
    Il 1080p è 1920x1080 di risoluzione necessaria.
    Monitor di tecnologia vetusta CRT con questa risoluzione dove stanno ? Solo modelli di punta da 24" in su avevano risoluzioni analoghe o superiori quando li producevano.
    Monitor TFT per PC che abbiano 1920x1080 costano quanto o più di una tv TFT HDTV 1080p da un 2400euro che è perfettamente utilizzabile come monitor in HDMI,DVI-D o analogico VGA.



    - Scritto da: rockroll
    > Più leggo quel che ci vogliono propinare come HW
    > specifico per H.D. è più mi
    > incazzo!
    >
    > Il nostro PC, se recente, ha sicuramente scheda
    > grafica e monitor, magari LCD, in grado di
    > arrivare a definizioni (spaziali ed anche
    > temporali) concorrenziali (se non superiori in
    > certi casi addirittura al 1080p).
    >
    >
    > In ogni caso monitors 1280x1024 sono uno standard
    > ormai raggiunto da tutti da tempo, e speakers
    > stereo o molto di più li abbiamo sempre
    > avuti...
    > Abbiamo cioè da tempo disponibile apparecchiatura
    > in grado di dare le prestazioni richieste allo
    > scopo.
    >
    > Ci sono siti che, come Demo, forniscono flussi
    > stream e download di filmati a livello 1080i...,
    > e se li visioni con VLC con opzione di
    > deiterlacing ottieni il famigerato 1080p a costo
    > zero (sempre se non usi Vista e/o non ti fai
    > fregare dal TC), a buon intenditor poche
    > parole!)
    >
    > Morale della favola, io posseggo già
    > apparecchiatura H.D. (e perchè no Full H.D.)
    > equivalente, senza spendere una lira ulteriore, e
    > prenderò in considerazione solo forniture di
    > contenuti a prezzi non maggiorati e su supporti
    > normalissimi, non ci
    > piove.
    >
    > Cosa costerebbe all'industria fornire su
    > normalissimo DVD single layer (single è
    > duplicabile 1:1 al volo, comunque, su supporto a
    > basso costo) contenuti in formato Divx di elevato
    > bitrate tali da essere considerati LossLess ed
    > ovviamente a definizione di livello adeguato,
    > anzi ... a piacere, alla faccia degli standard di
    > mercato, e magari senza altre cazzate aggiuntive
    > e pubblicità varie. O dobbiamo per forza farceli
    > da noi costringendoci ad attività considerata
    > illecita?
    >
    > Poi se i lettorti da tavolo e le apparecchiature
    > elettroniche consumer hanno blocchi che ci
    > vietano L'H.D. a baso costo, chi se ne frega, se
    > abbiamo PC con HW e SW oculatamente scelto anzi
    > conservato per questo
    > scopo!
    >
    > Bye - rockroll
    non+autenticato
  • io ho preso a meno di 100 euro un 22 pollici crt che supera il full hd di risoluzione massima.. alla facciazza degli schermi piatti da 3000 euri per il 1080p
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > io ho preso a meno di 100 euro un 22 pollici crt
    > che supera il full hd di risoluzione massima..
    > alla facciazza degli schermi piatti da 3000 euri
    > per il
    > 1080p

    Se non l'hai sparata grossa, dimmi subito dove l'hai comprato che me l'accatto immantinente tosto pure anch'io me stesso!

  • - Scritto da: rockroll
    >
    > - Scritto da:
    > > io ho preso a meno di 100 euro un 22 pollici crt
    > > che supera il full hd di risoluzione massima..
    > > alla facciazza degli schermi piatti da 3000 euri
    > > per il
    > > 1080p
    >
    > Se non l'hai sparata grossa, dimmi subito dove
    > l'hai comprato che me l'accatto immantinente
    > tosto pure anch'io me
    > stesso!


    il mio sony triniton g420, seppur non dichiarato (fuori specifiche ufficiali) supporta tranquillamente il 2048x1536@60hz.
    Il problema sono i 60hz, sufficienti per vedere un film a qualche metro, non certo per lavorare a pochi cm.... ma a quella risoluzione chi riuscirebbe a lavorare?
  • monitor per PC sarebbero tutti HDTV per te?
    Il 1080p è 1920x1080 di risoluzione necessaria.
    Monitor di tecnologia vetusta CRT con questa risoluzione dove stanno ? Solo modelli di punta da 24" in su avevano risoluzioni analoghe o superiori quando li producevano.
    Monitor TFT per PC che abbiano 1920x1080 costano quanto o più di una tv TFT HDTV 1080p da un 2400euro che è perfettamente utilizzabile come monitor in HDMI,DVI-D o analogico VGA.


    Avrai notato che non ho riportato le frasi iniziali: questo forum non voglio che si trasformi in un parco di attaccabrighe.

    Io ho acquistato un paio di mesi fa un combo Monitor TV (Gold Ulisse) LCD 19" 1280x1024 per € 199,00 presso ipermercato Bennet di Torino, perfetto, e questo è solo un esempio dei miei acquisti.
    Se a detta apparecchiatura combo gli togli il sintonizzatore TV stereo progressivo con tanto di televideo e tutti gli ingressi + telecomando ecc. di cui è dotato, dico che te lo possono offrire a meno di 140 euro... ed a me come soluzione di personale sistema di H.D. a basso costo e multiuso di cui parlavo e di cui non hai colto il senso, questo al momento basta ed avanza.
    Poi se tu non vai a cercare le soluzioni come faccio e consiglio io, sei libero di farti prendere in braccio dalle offerte consumistiche più sfrenate, dalle mode e dalle marche di grido che preferisci, dalle dimensioni dei megaschermi che sono semplicemente assurdi nelle nostre stanzette di condominio... sei libero di fare i tuoi acquisti come credi, ma almeno sappi che stai facendo i loro e non i tuoi interessi per avere apparecchiature che ti daranno un pessimo rapporto prezzo/livello di fruizione: non ho detto prezzo/qualità, perchè la qualità, superpagata, ci può essere, ma quanto tu riesca ad usufruirne pienamente e tutto da vedersi.

    Perlando di cose più tecniche, è verissimo che i miei 1024 orizzontali (4:3) non sono ancora i 1920 vantati dal Full H.D. (16:9 1080p), ma come definizione verticale ci siamo già, ed il mio display (volendo progressive scan), ha un numero di pixel globale intermedio tra lo standard 720p e il 1080p, che al momento mi basta ed avanza. Con ciò non escludo di dare la caccia ad offerte particolari per monitor 16:9 con definizione orizzontale più prossima al 1920, ma sta pur sicuro che non acquisterò mai qualcosa oltre i 22" perchè non avrei lo spazio per sfruttarlo, e facendo le proporzioni con l'oculatezza del mio acquisto attuale non sarò mai disposto a spendere più di € 250. Se non ne trovo sul mercato perchè i marpioni dell'industria capiscono che certe soluzioni raggirerebbero i loro piani commerciali, va benissimo lo stesso, sono già servito e risparmio.
    Ancora parlando di tecnologia, disprezza pure i vecchi ed onestissimi CRT se credi, ma sappi che la miglior resa cromatica, e non solo, te la danno proprpio loro; prova a parlarne con chi lavora nella grafica... Se i monitor CRT consumer avessero la stessa perfezione geometrica degli LCD, non avrei dubbi nella scelta, sempre se ne trovassi, e risparmierei pure. Ma CRT di questo livello sono quelli utilizzati negli studi professionali di grafica appunto, e i costi lì si che arriverebbero a quel che dici tu.

    Ti faccio notare comunque che il discorso verteva sull'alta definizione a buon mercato, che poi si traduceva in offerta di apparecchiatura intermedia, neanche HD Ready, attestata su valori che qualcuno magari vedrebbe come nuovo standard intermedio: bene, io me ne rido di standard vari, di apparecchiature chi sa a quanto vendute e chi sa se poco o niente compatibili o interoperabili, me ne rido proprio di tutti gli sforzi dell'industria per condizionare i nostri acquisti: quel che uso e che propongo di usare è al di sopra di qualunque vincolo di standard.

  • - Scritto da: rockroll

    > Il nostro PC, se recente, ha sicuramente scheda
    > grafica e monitor, magari LCD, in grado di
    > arrivare a definizioni (spaziali ed anche
    > temporali) concorrenziali (se non superiori in
    > certi casi addirittura al 1080p).

    Ed a che cippero te ne frega di avere il HD su un monitor che è nettamente più piccolo del tuo campo visivo? Ovviamente HD serve per monitor di grandi dimensioni. Per fare l'home cinema. Per fare il VERO home cinema hai bisogno di uno schermo che per focalizzare perfettamente l'immagine ai due lati dello schermo devi muovere gli occhi (e ti assicuro che ti viene più naturale muovere la testa). Per intenderci... quando sei al cinema il tuo campo visivo occupato dal film è MOLTO più ampio di quanto non lo abbia quando sei davanti al tuo monitor del PC di dimensioni sicuramente inferiori ai 24 pollici.

    Prenditi un bel videoproiettore... e poi ne riparliamo. Anche un vcd sembrava bello e definito sui monitor da computer.
  • - Scritto da: teddybear
    > - Scritto da: rockroll
    >
    > > Il nostro PC, se recente, ha sicuramente scheda
    > > grafica e monitor, magari LCD, in grado di
    > > arrivare a definizioni (spaziali ed anche
    > > temporali) concorrenziali (se non superiori in
    > > certi casi addirittura al 1080p).
    >
    > Ed a che cippero te ne frega di avere il HD su un
    > monitor che è nettamente più piccolo del tuo
    > campo visivo? Ovviamente HD serve per monitor di
    > grandi dimensioni. Per fare l'home cinema. Per
    > fare il VERO home cinema hai bisogno di uno
    > schermo che per focalizzare perfettamente
    > l'immagine ai due lati dello schermo devi muovere
    > gli occhi (e ti assicuro che ti viene più
    > naturale muovere la testa). Per intenderci...
    > quando sei al cinema il tuo campo visivo occupato
    > dal film è MOLTO più ampio di quanto non lo abbia
    > quando sei davanti al tuo monitor del PC di
    > dimensioni sicuramente inferiori ai 24
    > pollici.
    >
    > Prenditi un bel videoproiettore... e poi ne
    > riparliamo. Anche un vcd sembrava bello e
    > definito sui monitor da
    > computer.


    Scusa, ma l'argomento era: alta definizione a basso costo.
    Ed i miei sforzi erano tesi a darvi soluzioni in questo senso, senza cadere in braccio alle perverse politiche commersiali.

    Per quanto tu affermi, ho da controbattere:
    1: Chi può permettersi in una stanza di un condominio una supefice libera destinata alla corretta fruizione delle apparecchiature che menzioni? Certo che se disponi di un salone almeno m. 6x7 destinato allo scopo puoi anche permetterti le varie migliaia di euro dell'apparecchiatura, ma mi sembra che le finalità dell'argomento fossero diverse.
    2: Dici cha il campo visivo deve essere MOLTO più ampio? Certo, sarebbe meglio, peccato che, per apparecchiature domestiche, a parità di definizione ossia di numero pixel, l'angolo di visuale è INVARIANTE rispetto alle dimensioni dello schermo, se rispetti la distanza ottimale da esso: la distanza ottimale è direttamente proporzionale alla dimensione dello schermo. Per intenderci, schermo largo il doppio lo vedi da distanza doppia sotto lo stesso angolo di apertura! Diverso sarebbe nelle priezioni cinematrografiche, dove la definizione equivalente è ben superiore, ma anche qui l'angolo di visuale non è molto superiore per ragioni di spazio disponibile per il telone dello schermo. Diciamo che un 1080p, indipendentemente dai pollici dello schermo, lo vedi da distanza ottimale sotto un'apertura orizzontale di 30 gradi circa, al cinema arriverai a max 40, dipende da quanto vicino ti siedi (se ti sedessi ai primi posti, che è tanto vicino da dar fastidio, e fossi distante per assurdo solo 5 metri da uno schermo largo 10 metri, avresti un'apertura di visuale orizzontale di 45 gradi!).
    L'effetto cinema che ti fa girare la testa, è solo dovuto alla disposizione dei riproduttori sonori laterali con effetti surround, tanto è vero che giri la testa o ti volti addirittura piuttosto che sentirte il bisogno di girare gli occhi.

    Se la definizione è minore, sei costretto a distanza ottimale linearmente superiore, altrimenti vedresti le righe su TV o i pixel su Monitor, per cui la tua apertura orizzontale diminuisce alquanto: io con 1280x1024 sono costretto ad una distanza ottimale di 1920/1280=1.5 volte quella di un 1080p (1920x1080), avendo però a disposizione un maggior angolo di visuale verticale (4:3), che spesso non sfrutto perchè occupato dalle bande nere superiore e inferiore quando visualizzo spettacoli a 16:9 (mannaggia agli standard).

    Spero di essere stato chiaro, ma permettimi un'ultima considerazione: le tue stesse, umanissime osservazioni, che molti altri mi hanno già fatto, dimostrano il potere di condizionamento delle tecnologie che ci circondano, costruite secondo standard di consumo che le politiche industriali ci stanno imponendo.

  • - Scritto da: rockroll

    > Scusa, ma l'argomento era: alta definizione a
    > basso costo.

    Appunto. Credi che un buon VPR in HD costa meno di uno schermo al plasma o TFT che ti falsa pure i colori (e non dire che non è vero?)

    Se ti guardi un HD su un monitor da PC... beh, scusa... ma è come fare quelle fotocamere da 4mpixel sui telefonini... solo numeri che non servono a nulla.

    Uno schermo da due metri, lo guardi da 2.5, max tre metri di distanza. Il che vuol dire che se hai uno schermo da PC di 24 pollici, hai una quarantina di cm di base (ammettendo un 4:3)... il che significa che per avere la stessa visuale stai a 60cm di distanza... e poi non ti lamentare se dopo un paio di ore ti si friggono gli occhi... a me darebbe un fastidio immane.


    > Per quanto tu affermi, ho da controbattere:
    > 1: Chi può permettersi in una stanza di un
    > condominio una supefice libera destinata alla
    > corretta fruizione delle apparecchiature che
    > menzioni?

    La mia sala è di dimensioni del tutto "normali"... per un appartamento di 20 anni. Una sala di 3x5 metri. Ovviamente non metto un 7.1 o peggio. Il 5.1 è più che sufficiente, se ben studiato... i diffusori supplementari (visto che sarebbero mal disposti) rovinerebbero il suono. Ho faticato 4 anni a trovare la soluzione...ed ora suona come dico io. Con il telo che scenda dal controsoffitto davanti ad una scaffalatura, non ho neanche bisogno di una parte libera; ovviamente a prescindere dalle esigenze del fronte anteriore dell'impianto audio, ma è il fronte anteriore... o meglio, i principali (per lo stereo, visto che la mia prima passione è la musica e non il cinema).

    Certo che se disponi di un salone
    > almeno m. 6x7 destinato allo scopo puoi anche
    > permetterti le varie migliaia di euro
    > dell'apparecchiatura, ma mi sembra che le
    > finalità dell'argomento fossero
    > diverse.

    Non serve una sala da ballo.... serve saperci fare... sapere cosa si vuole e non spendere soldi inutili ne pretendere di fare miracoli se non si vuole capire che se si vuole un buon impianto, è attorno ad esso che va costruita la stanza. E possibilmente evitare cazzate come bose o simili.

    > intenderci, schermo largo il doppio lo vedi da
    > distanza doppia sotto lo stesso angolo di
    > apertura!

    Certo... ma una cosa è vedere uno schermo che ti spara addosso la luce (monitor/tv) una cosa è vedere uno schermo proiettato, come è stato concepito per il cinema. La fatica di visione è nel primo caso nulla, nel secondo caso altissima.

    > Diverso sarebbe nelle priezioni
    > cinematrografiche, dove la definizione
    > equivalente è ben superiore, ma anche qui
    > l'angolo di visuale non è molto superiore per
    > ragioni di spazio disponibile per il telone dello
    > schermo.

    In casa mia ho lo stesso angolo di visione che ho nella 13 fila, posti centrali, della sala Energia dell'Arcadia di Melzo... è da li che sono partito per i calcoli di ampiezza e posizione nella mia sala.

    A parità di angolo di apertura, sul mio proiettore un DVD lo vedi lievemente i pixel, su un plasma/tft che ti spara addosso la luce, i pixel sono molto più sfocati e sbordano l'uno sull'altro... e l'aumento di definizione è molto meno percepibile.
    > fastidio, e fossi distante per assurdo solo 5
    > metri da uno schermo largo 10 metri, avresti
    > un'apertura di visuale orizzontale di 45 gradi!).

    Novanta... novanta... non devi considerare dalla bisettrice, l'angolo di apertura va considerato completo...

    > L'effetto cinema che ti fa girare la testa, è
    > solo dovuto alla disposizione dei riproduttori
    > sonori laterali con effetti surround,

    Non parlavo di quel "girare la testa". E quando giri la testa per effetto del surround stai sicuro che sei davanti ad un impianto fatto per fare effetto, non per suonare bene.

    I vari impiantini con lattine di birra al posto dei diffusori ed un sub enorme (in proporzione) non valgono nulla... fanno molto effetto, certo, pare che siano motlo migliori sotto questo punto di vista rispetto a tanti altri con diffusori da decine di litri... eppure a lungo andare ti rendi conto come quelli sono innaturali... nel mio impianto (che non è eccezionale, ci mancherebbe) il suono è naturale. Quando sei davanti ad un impianto che suona bene, non senti più l'impianto... te ne devi dimenticare... non devi sorprenderti per gli effetti... tanto che alla fine ti chiedi... ma era davvero un surround?

    > tanto è
    > vero che giri la testa o ti volti addirittura
    > piuttosto che sentirte il bisogno di girare gli
    > occhi.

    Effetti fatti solo per vendere.

    > maggior angolo di visuale verticale (4:3), che
    > spesso non sfrutto perchè occupato dalle bande
    > nere superiore e inferiore quando visualizzo
    > spettacoli a 16:9 (mannaggia agli
    > standard).

    Io vedo i bordi neri quando vedo un 4:3... li vedo laterali. Il mio schermo è un 16:9 ... come dovrebbe essere. Tutto il resto non mi interessa... altro che mannaggia agli standard.

    > Spero di essere stato chiaro, ma permettimi
    > un'ultima considerazione: le tue stesse,
    > umanissime osservazioni, che molti altri mi hanno
    > già fatto, dimostrano il potere di
    > condizionamento delle tecnologie che ci
    > circondano, costruite secondo standard di consumo
    > che le politiche industriali ci stanno
    > imponendo.

    Ma che stai dicendo? Dove vedi condizionamento dalle mie parole? Visto che odio plasma ed LCD che vanno per la maggiore... visto che considero inutile nella maggiorparte dei casi un HD a 24 pollici (eppure ci sono)....

    O spendi tanto per avere tanto, oppure inutile che spendi medio per avere poco. È una idiozia.
  • ammesso che la utilizzino come formato economico da affiancare all' HD-DVD completo, e che ci sia compatbilità.

    Per esempio, di alcune serie televisive già adesso esiste l'edizione iper-sboron-collector's a un prezzo e quella da edicola a prezzo ben inferiore, ma la distinzione è abbastanza artificiale perchè sono pur sempre entrambi DVD. Se in futuro le collector's passassero su Full HD 1920x1080 e le "budget" su DVD 1280x720 con prezzo ben più basso, io ringrazierei e quasi sempre comprerei la Half-HD, che rispetto al DVD è comunque un passo in avanti sostanziale (molto moeno del FullHD rispetto all' HalfHD)
    non+autenticato
  • Scusate ma se il filmato viene codificato in DVX H264 con 4-6 Gb ci posso stipare un film in full HD senza problemi. Perchè bisognerebbe utilizzare queste mezze misure?
    Per quanto riguarda il bit rate, se un lettore per PC riesce a leggere a 16X non vedo perchè non possa avvicinarsi a tale velocità anche un lettore stand alone (tra l'altro a 8X il bit rate è gia di oltre 11000 Kb/s, più che adeguato per le specifiche)

  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Scusate ma se il filmato viene codificato in DVX
    > H264 con 4-6 Gb ci posso stipare un film in full
    > HD senza problemi. Perchè bisognerebbe utilizzare
    > queste mezze
    > misure?
    > Per quanto riguarda il bit rate, se un lettore
    > per PC riesce a leggere a 16X non vedo perchè non
    > possa avvicinarsi a tale velocità anche un
    > lettore stand alone (tra l'altro a 8X il bit rate
    > è gia di oltre 11000 Kb/s, più che adeguato per
    > le
    > specifiche)

    Hai perfettamente ragione, ma per me il discorso si può spingere oltre:
    http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1900182&m_i...
  • Perchè i DVD dual layer da 8.5Gb ancora costano 5 volte tanto il prezzo di un DVD da 4.7GB???

    Perchèèèeèeèe!!??

    Perchèeèeèe??

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Perchè i DVD dual layer da 8.5Gb ancora costano 5
    > volte tanto il prezzo di un DVD da
    > 4.7GB???
    >
    > Perchèèèeèeèe!!??
    >
    > Perchèeèeèe??
    >

    Dai, non far finta di non averlo capito...

    E' una forma di SuperUltraExtra (non) equo compenso per eventuale duplicazione di Film oltre i 4.5 GB (difatti oggi i film su DVD te li fanno tutti Double Layer, magari aggiungendoti cazzate inutili pur di superare la soglia!).


    Mi dirai, ma posso comprimere, o andare su due DVD standard. Errore, praticamente tutti i DRM , per quanto sicuramente aggirabili, e non è mio compito dirti come, nulla possono contro la copia la volo, e sai quanti legalissimi software ti fanno la copia al volo 1:1 strafregandosene del contenuto. L'importante e non avere apparecchiature TC e/o sistemi in combutta con loro, è chiaro.

    Il problema è proprio la copia al volo, che non ti permette di interoperare, per cui puoi riprodurre solo su supporto di formato e capienza compatibili con l'originale.
    Ti costringono cioè, anche quando non ce ne bisogno, ad usare supporti D.L. a prezzo maggiorato.
    Inutile dirti che esistono tutti i metodi che vuoi per superare l'ostacolo, ma ripeto, non è compito mio riferirli.

    Bye - rockroll

  • .. Visto che è basato sulla tecnologia (ormai vecchia!) del DVD anche BR lo leggerà, perchè ha l'AACSS.

    Io penso che questo formato sia una vaccata: il costo di un FILM in vendita non lo fa il supporto ma i diritti d'autore (leggi la fame delle mayor).
    Quindi non mi rompano con 'sto formato che non ha senso, e dateci un supporto nuovo perchè i soliti 4.5G non bastano più!

  • - Scritto da: The Raptus

    > .. Visto che è basato sulla tecnologia (ormai
    > vecchia!) del DVD anche BR lo leggerà, perchè ha
    > l'AACSS.

    No, perchè è formattato come un HD-DVD, per cui un lettore BD non lo leggerà.


    > Io penso che questo formato sia una vaccata: il
    > costo di un FILM in vendita non lo fa il supporto
    > ma i diritti d'autore (leggi la fame delle
    > mayor).

    Esistono anche case minori, film indipendente, che grazie a questo formato potrebbero avere la possibilità di pubblicare prodotti interessanti che non siano le solite vaccate hollywoodiane, a basso costo.

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)