iPhone tra rivelazioni e sberleffi

Jobs ha giocato duro con gli operatori mobili, costringendo Cingular alle sue voglie. Lo dice il Wall Street Journal, mentre un video su YouTube fa il giro della rete ironizzando sul nuovo dispositivo Apple

Roma - L'ultima creatura di Apple di cui è in corso la gestazione, iPhone, vedrà la luce solo tra qualche tempo ma continua a tenere banco: il Wall Street Journal in un articolo ne parla come del primo esempio di un progetto che abbia "imbrigliato" un operatore mobile di grande richiamo come l'americano Cingular Wireless, partner ufficiale per l'iPhone, nei voleri di un produttore di dispositivi, Apple.

Nel suo lungo articolo, l'autorevole quotidiano finanziario statunitense spiega come "solo tre dirigenti dell'operatore (Cingular, ndr.) abbiano visto iPhone prima che venisse annunciato. Cingular ha anche accettato di non far apparire il proprio marchio sul dispositivo. E, nonostante l'opposizione di alcuni nell'azienda, non ha insistito con il produttore del telefono perché inserisse il suo software di navigazione web, le sue suonerie o altri servizi".

Il WSJ ricorda anche come "Jobs una volta si è riferito agli operatori di telefonia quali orifizi nei quali le altre aziende, inclusi i costruttori di telefonini, devono passare per raggiungere i clienti. E ha ricordato questa sua visione ai dirigenti Cingular e di altri operatori wireless nel corso delle loro riunioni, qualificandoli come commodity e dicendo loro che non avrebbero mai capito il web e l'industria dell'intrattenimento come Apple".
Ma in rete non si parla solo dell'articolo del Journal. Gira infatti vorticosamente il link al video che, pubblicato su YouTube da qualche settimana, prende di mira il nuovo apparecchio Apple, con una satira decisamente riuscita. Eccolo qui di seguito:


25 Commenti alla Notizia iPhone tra rivelazioni e sberleffi
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)