Il WiMax viaggia verso il Gigabit

Con lo sviluppo del nuovo protocollo 802.16m, IEEE conta di arrivare ad 1 Gbps prima della fine del decennio. E punta ad abbracciare il 4

Roma - In Italia, per questioni di licenze, non se ne può ancora parlare. Ma nonostante intoppi locali - regolatori o burocratici - il WiMax è una tecnologia in continua evoluzione. IEEE sta infatti lavorando ad una nuova versione dello standard, la 802.16m, che promette trasferimenti dati all'astronomica velocità massima di 1 Gbps.

Velocità - e retro-compatibilità con gli apparati 802.16 già esistenti - saranno le caratteristiche del nuovo standard che, come assicurato dallo IEEE, sarà più mobile che mai in quanto compatibile con i requisiti fissati dall'ITU per la tecnologia 4G.

Non è difficile capire i possibili impieghi di banda così tanto larga: il target è la sempre più inseguita convergenza tra la comunicazione IP (leggibile anche come VoIP) e le sempre più numerose applicazioni multimediali audio/video e via discorrendo. Molti analisti esprimono un cauto scetticismo, dovuto alle difficoltà connesse al dichiarato obiettivo di retro-compatibilità. L'IEEE ritiene comunque di essere in grado di ultimare lo sviluppo del nuovo standard entro la fine del 2009.
D.B.
10 Commenti alla Notizia Il WiMax viaggia verso il Gigabit
Ordina