Oscar, l'Academy scova un pirata

Il watermark in una pellicola consegnata ai giurati consente di individuare chi ha pubblicato in rete la copia di un film. Intanto OscarTorrents va avanti indisturbato

Los Angeles (USA) - Gongolano gli studios di Hollywood: è notizia di queste ore della denuncia di un uomo che ha copiato un film in concorso per pubblicarlo su Internet.

Il film era contenuto in un supporto che l'Academy aveva consegnato ai propri giurati, supporto nel quale ormai da tempo vengono usate tecnologie pensate per legare ogni copia al nome del giurato. L'uomo, fratello di un membro della giuria, ha ammesso di aver usato quel supporto per caricare su Internet, presumibilmente sulle reti del peer-to-peer, una copia del film Flushed Away e anche di un altro film in concorso, Happy Feet.

Al 27enne Salvador Nunez viene quindi contestata la violazione del diritto d'autore e ora rischia fino a tre anni di carcere.
La notizia, che arriva a ridosso della cerimonia di premiazione degli Oscar, appare però poco significativa ai più: molti sono i film candidati che si trovano in rete, come dimostra il buon andamento di OscarTorrents, l'iniziativa pirata annunciata di recente da The Pirate Bay e che punta a consentire a chiunque di scaricare illegalmente i film e votarli sul sito.
4 Commenti alla Notizia Oscar, l'Academy scova un pirata
Ordina