Metello, no-DRM, debutta sul telefonino

I video della community italiana vanno in onda su cellulare. Ma per ora solo via Bluetooth e solo in alcuni locali pubblici

Milano - Metello, portale di social networking "made in Italy", vuole farsi spazio nel mondo della telefonia mobile e lancia un servizio che offre la possibilità di vederne i video su cellulare, proponendosi come trampolino di lancio "per chi vuole diventare una Web Star".

Non siamo ancora ai livelli dei servizi "mobili" offerti da MySpace e YouTube sulle reti degli operatori - ad esempio in partnership con Vodafone - ma si tratta di un primo step, realizzato con tecnologie "di prossimità". Il servizio è attivo infatti solo via Bluetooth, nei locali pubblici "attivati".

Una prima fase di test prende il via da Milano, in alcuni noti locali come il Bar Magenta, L'Exploit, il Must e il Luminal: "Il funzionamento è semplice - spiega un comunicato - all'interno di un locale attivato, si accende il bluetooth del telefonino e si riceve l'invito a scaricare il video del giorno, dopo pochi secondi si riceve il messaggio con allegato il video. Tutti i video sono liberi da protezioni DRM e possono essere liberamente condivisi con i propri amici o anche inviati via MMS o e-mail".
"Con questo nuovo servizio, Metello dà la possibilità a chiunque di pubblicare i propri video alla comunità - spiega Federico Bolondi, fondatore della video community - ma da adesso è polifunzionale e può essere usato anche come trampolino di lancio per chi vuole diventare una Web Star". Meglio di un reality show, sembra dire la società, magari perché è "digitale". E la prima "testimonial" che Metello può vantare è Alina, giovanissima cantante che partecipò nel 2003 al Festival di Sanremo (anche attrice nella soap opera italiana "Un posto al sole") e che da questa settimana presenta il video del suo nuovo singolo.

Un dettaglio: il brano di Alina si intitola "Il mio spazio" e, come si legge su Repubblica.it, ogni riferimento al social networking e al portale MySpace è puramente voluto.

D.B.